Anteprima di De Blob

Copertina Videogioco De Blob
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Platform
  • Data uscita:

     27 Giugno 2008
Loading the player ...
A cura di (Spetz) del
Spesso i titoli più interessanti partono da qualche idea semplice ma efficace, in grado di dare quel tocco di originalità capace di attirare il pubblico e farlo sentire partecipe di un’esperienza nuova. De Blob è il frutto dell’inventiva di nove studenti Olandesi, aspiranti game-designer e iscritti alla “Utrecht School of Arts”, i quali hanno vinto nel 2006 il contest “Internet Game of the Year” indetto dalla rivista Edge. THQ ha avvertito la possibilità di ottenere grandi guadagni da queste interessanti idee e si è accaparrata i diritti per realizzare una versione per Wii e una per Nintendo DS. Peccato che i creatori non siano stati coinvolti nel progetto dalla compagnia di Los Angeles, che ha scelto di affidare lo sviluppo al team, con base Australiana, Blue Tongue.

Non si può vivere senza colori
Su un pianeta alieno spadroneggia un’organizzazione, chiamata I.N.K.T. Corporation, che ha deciso arbitrariamente di eliminare e bandire qualsiasi tipo di colore. Sarà compito del simpatico De Blob, una singolare palla vivente, riportare un po’ di energia in questa realtà ormai spenta e triste, ricorrendo ai suoi particolari poteri, che gli consentono di assorbire dentro di sé i colori per poi rilasciarli all’esterno.
Il titolo, mostrato per la prima volta in occasione dell’E3 dello scorso anno, nella sua versione Wii sfrutterà a dovere sia il Nunchuck, per far muovere e rotolare il protagonista, che il Wii Remote per farlo saltare, oltre a selezionare i vari obiettivi che si devono portare a termine. Per svolgere il suo compito De Blob accumulerà i colori dentro di sé e, in un secondo tempo, si muoverà per l’intera città ridonandoli a palazzi, alberi ed in generale ogni oggetto che incontreremo.
I livelli in totale saranno dieci, ognuno composto da varie sezioni completamente esplorabili. Si dovrà realizzare un certo punteggio per poter sbloccare le aree successive e riuscire a procedere. Per rendere il tutto più frenetico ed accattivante è stato predisposto un timer, entro il quale raggiungere obbligatoriamente lo score previsto. Se si vorrà dipingere la maggior quantità possibile di edifici ed ottenere un punteggio degno di nota, bisognerà comunque ricorrere alle numerose combo previste per sveltire la procedura. Inoltre, in base alla quantità di colore incamerato, la silouette di De Blob diventerà più o meno appariscente e la riserva si rivelerà fondamentale per poter colorare aree molto vaste in poco tempo.
I tipi di missione previsti sono in tutto quattro: innanzitutto colorare determinati palazzi con una tonalità specifica, sabotare alcune strutture della I.N.K.T., combattere contro l’esercito monocromatico al soldo della corporazione e infine correre attraverso un percorso predeterminato.
L’obiettivo principale degli sviluppatori è quello di rendere il sistema di controllo il più semplice ed intuitivo possibile, quindi pienamente governabile da qualunque categoria di giocatore già dopo i primi minuti di gioco.
De Blob inizierà la sua avventura completamente privo di colore e solamente nel corso del gioco potrà cominciare ad assorbirne al suo interno, partendo dalla tavolozza principale e passando poi ai vari compositi. Pertanto nelle prime fasi avremo a disposizione solamente il blu, il rosso e il giallo, per poi arrivare alle gradazioni derivate come il verde, il viola, l’arancione e molti altri ancora.
Si potrà vagare per Chroma City rotolando e facendo attenzione alle pericolose masse di inchiostro disseminate per la città, che recano grave danno al nostro simpatico protagonista se non si riuscirà a lavare via la sostanza con dell’acqua pulita. Al di là di questa capacità di base, De Blob può eseguire una varietà di mosse ben più complesse e spettacolari, balzando rapidamente da un palazzo all’altro e salendo sui muri con estrema facilità e destrezza.
Per rendere ulteriormente immediata l’esperienza di gioco, non mancherà un intuitivo sistema di recupero dei barattoli di colore o dei punti in cui si trova l’acqua, nel caso ci si debba ripulire dalla sostanza tossica di cui abbiamo parlato poc’anzi.
La colonna sonora sembra quanto mai azzeccata per lo stile piuttosto artistico ed eccentrico del titolo, grazie ad alcune tracce di stampo jazz e funk a scandire il ritmo tra una colorata e l’altra, e un incedere crescente dei suoni in proporzione al numero di oggetti dipinti.
In generale c’è stato un miglioramento qualitativo rispetto alla scorsa estate, con i controlli delle telecamere che funzionano in maniera più efficace, gli ambienti più curati e completi, oltre alla già musica di contorno, della quale non si possedevano ancora informazioni precise.

Conclusioni
De Blob si preannuncia un titolo interessante e divertente, in grado di spezzare la monotonia dei generi tradizionali e portare i giocatori in un mondo colorato ed accattivante, sia per quanto riguarda il gameplay che per l’atmosfera dei vari livelli e la particolare colonna sonora, in linea con l’originalità dell’intera produzione. THQ ha visto lungo nel momento in cui ha scelto di accaparrarsi un nuovo brand, non resta che attendere la data d’uscita per poter verificare le vere potenzialità di questo prodotto. Per il momento bisogna avere pazienza in quanto il lancio è fissato per il prossimo 28 giugno.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.