Recensione di Mario & Sonic ai Giochi Olimpici

Copertina Videogioco Mario e Sonic
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     Sonic Team
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 4
  • Data uscita:

     23 Novembre 2007
- Molto divertente e giocabile
- Sistema di controllo preciso
- Sedici personaggi da controllare
- Occasionali cali di frame rate
- Non tutti gli eventi sono coinvolgenti
- In single player non è infinito
Loading the player ...
A cura di (Star Platinum) del
Sembra ieri e invece sono trascorsi oltre quindici anni da quando due icone del mondo dei videogames come Mario e Sonic iniziarono a confrontarsi, accendendo ogni sfida in modo leale e ricorrendo a quella magia che negli anni a venire avrebbe ispirato numerosi capolavori attraverso un’incalzante evoluzione di idee e concept, in grado di sconfinare nei più disparati generi. Eppure fin dagli inizi ogni appassionato di videogames ha cullato segretamente l’idea che questi due personaggi potessero un giorno far parte di un’unica grande avventura.
L’interminabile attesa è finita grazie a Nintendo e Sega, che, approfittando delle prossime olimpiadi di Beijing che si disputeranno nel 2008, hanno ben pensato che il modo migliore per mettere in contatto i loro campioni fosse appunto quello di farli partecipare ad un evento sportivo di tutto rispetto, in cui l’importante non sarà partecipare ma vincere, con le buone o con le cattive.

Prova a prendermi
Avviando il gioco per la prima volta e dopo che avrete visionato l’apprezzabile introduzione filmata, vi sarà chiesto di scegliere il personaggio da utilizzare tra i sedici a disposizione, che, come di consueto, sono stati suddivisi in quattro categorie ben distinte. Tra quelli bilanciati, che non eccelleranno quindi in nessuna disciplina, ma riusciranno a cavarsela sempre in maniera positiva, ci sono Mario, Luigi, Amy Rose e Blaze. Per quel che riguarda i velocisti, oltre alla scontata presenza di Sonic, appaiono Yoshi, Daisy e Shadow. Tra i personaggi dotati di maggiore tecnica figurano Peach, Tails, Waluigi e il Dr. Eggman. Infine per chi predilige la potenza fisica pura avrete di che divertirvi con Bowser, Wario, Vector e Knuckles. Osservando l’ampio campionario di stili presenti resta davvero difficile credere che qualcuno possa rimanere scontento e sicuramente impiegherete molto solo a osservare le movenze e le performance dei vostri beniamini, fino a quando non avrete scelto quello che meglio si adatta a voi.
Terminata questa fase iniziale potrete prendere parte ad una delle tre modalità presenti.
La prima, denominata Partita singola, rappresenta una scelta quasi obbligata per tutti coloro che intendono scoprire i differenti comandi poco alla volta e vi permetterà –meglio ancora se sarete in compagnia di un avversario umano- di affrontare nella più assoluta libertà le numerose prove che costituiscono gli eventi in programma, di cui parleremo in seguito. Ad alcune di esse potrete partecipare in base a turni, mentre altre renderanno possibile il gioco contemporaneo. Nonostante possa apparire superfluo dedicarsi alle singole discipline piuttosto che disputarle in sessioni prolungate, riuscire a individuare il miglior modo per affrontare correttamente ogni sport rappresenta un grande vantaggio in termini di divertimento acquisito, in quanto più avanti sarà fondamentale riuscire a padroneggiare almeno una discreta tecnica se vorrete avere qualche chance di vittoria nei confronti di avversari che non agevoleranno certo il vostro cammino, ma anzi faranno di tutto per soffiarvi un piazzamento decoroso proprio quando ormai pensavate di avercela fatta.

Campioni si nasce
Giocando al Circuito potrete dedicarvi a una lunga serie di eventi suddivisi in tre differenti livelli di difficoltà e diverse prove da superare, che vi assegneranno punti e andranno poi a determinare la graduatoria finale. Una formula sicuramente già nota a chi in passato ha avuto modo di giocare con qualche titolo sportivo apparso su console Nintendo, ma che su Wii si rinnova proponendo tre interessanti novità. La prima è costituita dal fatto di poter utilizzare una sorta di bonus lungo una prova verso cui vi sentite particolarmente fiduciosi nella vostra abilità, che vi consentirà –a prescindere dal risultato- di ottenere un punteggio raddoppiato rispetto a quanto ottenuto a fine gara. Sarà poi possibile, permettendovi di creare sempre nuovi percorsi personalizzati che potrete proporre anche per il gioco in multiplayer, di utilizzare una sorta di editor per definire le vostre competizioni preferite e giocarle comodamente in successione. La vera novità che dovrebbe risultare gradita a tutti coloro che avrebbero gradito un’introduzione simile anche in Wii Sports, è però rappresentata dal (modesto) supporto alla WiFi Connection, che servirà unicamente per confrontare e rendere pubblici i vostri record in single player, dopo che avrete attivato uno dei quattro profili a vostra disposizione. Sarebbe stata sicuramente più gradita una vera modalità online competitiva, che non avrebbe inciso probabilmente a livello di programmazione, ma che avrebbe incrementato notevolmente il fattore longevità comunque già molto buono. Ultima, ma non certo per importanza, è la modalità Missione in cui ogni personaggio dovrà superare sei eventi e che vi sarà utile per sbloccare i numerosi extra presenti nel gioco come stage segreti, emblemi, sound test e altro ancora.

Tante idee per divertirsi
Se siete intenzionati ad acquistare Mario e Sonic ai Giochi Olimpici pensando di trovare il simulatore olimpico perfetto forse fareste meglio a ripensarci, in quanto sareste tremendamente lontani dalla realtà dei fatti. Il gameplay attorno al quale si svilupperanno tutti gli eventi altri non è che un’evoluzione, anche in termini di sistema di controllo, di quello in parte visto in Wii Sports ma soprattutto dei gloriosi titoli sportivi anni ottanta e se pensate che questo rappresenti uno svantaggio in termini di divertimento e giocabilità siamo pronti a scommettere che potreste ricredervi nell’arco di pochi, faticosissimi minuti. Uno spirito di pura e incontrollabile frenesia si impossesserà di voi nel giro di poche partite, dopo di che affronterete ogni prova con tutta la concentrazione ed energia di cui sarete capaci, proprio come i bei giochi di una volta. Non vi sveleremo nel dettaglio i comandi di ogni singolo sport per non rovinarvi alcuna sorpresa, ma sappiate che il tutto consisterà in combinazioni dei pulsanti A e B, ma soprattutto di rapidi ed energici scuotimenti di Wii Remote e Nunchuk, tanto intensi quanto appaganti. Le gare da disputare comunque saranno in totale ventiquattro, di cui alcune definite come eventi speciali e che vi permetteranno di utilizzare soltanto Mario e Sonic, all’interno di contesti assolutamente unici e fantasiosi, che non mancheranno di coinvolgervi. Ecco gli sport nel dettaglio:

Atletica (discipline su pista)
- 100m
- 400m
- Staffetta 4x100m
- 100 metri a ostacoli
- 400 metri a ostacoli

Atletica su campo
- Salto in lungo
- Salto triplo
- Lancio del martello
- Lancio del giavellotto
- Salto in alto
- Salto con l’asta

Sport acquatici
- 100m Stile libero
- 4x100m Stile libero

Ginnastica
- Trampolino
- Cavallo

Canottaggio
- Scull singolo

Scherma
- Spada

Tennis da tavolo

Tiro
- Skeet (alias tiro al piattello)
- Tiro con l’arco

Eventi sogno
- Atletica sogno
- Piattaforma sogno
- Scherma sogno
- Tennis da tavolo sogno

Una medaglia ampiamente meritata
Nonostante il gioco sia stato rilasciato sul mercato senza troppe pretese, a livello tecnico c’è più di un motivo per apprezzarne la realizzazione. Dal punto di vista grafico l’utilizzo della modalità Wide Screen a 480p si nota a livello di dettaglio e grazie ad un ottimo character design dei personaggi che appaiono sempre ben animati, ben proporzionati tra loro e dotati di differenti mosse di esultanza. Il motore poligonale è parso fluido ed esente da incertezze a parte qualche rara eccezione che però non ha inciso minimamente sulla qualità globale. Certo, non ci si trova di fronte al massimo esponente tecnico su Wii ma il risultato è comunque molto apprezzabile. Stessa cosa dicasi per il comparto audio, contraddistinto da numerosi brani ben orchestrati, effetti sonori e urla d’incitamento del pubblico ben riprodotte.
Il punto forte è comunque rappresentato da una giocabilità molto solida, che pur basandosi su un concept apparentemente molto semplice e poco approfondito, fa dell’intensità e del coinvolgimento una delle sue armi migliori. Il divertimento in multiplayer, soprattutto se amate i titoli sportivi, è davvero elevatissimo, ma anche da soli il titolo risulta coinvolgente e longevo, seppur in misura minore. La presenza di una modalità online in tal senso sarebbe stata la classica ciliegina sulla torta, ma anche così non pare proprio il caso di lamentarsi visto il numero di eventi e personaggi presenti e ad un livello di difficoltà ben bilanciato, che faranno la gioia di tutti gli appassionati Nintendo e Sega, grazie ad un prodotto più che discreto e che senza troppa fatica potrebbe ritagliarsi un suo spazio nella ludoteca del Wii. Impedibile per ogni giocatore di vecchia data.
Recensione Videogioco MARIO & SONIC AI GIOCHI OLIMPICI scritta da STAR PLATINUM L’aspetto che più di ogni altro rende questo titolo interessante è sicuramente la presenza storica di Mario e Sonic insieme, ma si sbaglierebbe a non considerare tutto il resto. A partire dalla realizzazione tecnica fino ad arrivare alla giocabilità, ogni cosa pare curata in modo pregevole e le numerose discipline presenti trasudano nostalgia ricordando gli indimenticabili titoli sportivi di una volta, tutti polmoni, calli alle dita e risate a crepapelle. Certamente il consiglio è quello di avvicinarsi a questo gioco solo se avete una minima predilezione per i titoli arcade, altrimenti non riuscireste a godere appieno dello spirito del gameplay, tuttavia il divertimento che ne ricaverete sarà sempre elevato nonostante alcune prove appaiano onestamente meno riuscite di altre. In vista del periodo natalizio e con i grandi titoli invernali ormai quasi tutti in commercio, probabilmente potreste riuscire a ritagliare uno spazio anche per questo, che da solo rappresenta ben più di un semplice passatempo per le serate con gli amici e che non mancherà di appassionarvi in modo sano e spensierato per numerose ore. Consigliato a tutti, specialmente a coloro che con Sega e Nintendo sono cresciuti imparando a giocare ai videogames. 3... 2... 1... VIA!
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.