Recensione di The Sims 2 Pets

Copertina Videogioco Sims Pets
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Simulazione
  • Sviluppatore:

     Electronic Arts
  • Distributore:

     Electronic Arts
  • Data uscita:

     Disponibile
- Si possono riprodurre i propri animali
- Potenzialmente Longevo
- Tecnicamente limitato
- Nessuna novità rilevante
- Controlli poco pratici
- Un solo slot per il salvataggio
Loading the player ...
A cura di (Mauro.Cat) del
The Sims è un simulatore di vita creato da Will Wright e distribuito da Electronic Arts, colosso dell’industria dei videogiochi. Questo titolo rappresenta un punto di riferimento nel mondo delle simulazioni. Nati inizialmente su computer, dove hanno riscosso il maggior successo, i Sims si sono espansi fino a raggiungere le console da casa, quelle portatili ed i telefoni cellulari. I titoli della serie pubblicati su console, non hanno mai raggiunto le vette qualitative di quelli visti su PC. Talvolta gli sviluppatori hanno adattato il titolo per renderlo attraente anche agli utenti di console senza riuscire a trovare una formula vincente.
Il gioco in questione è una espansione dell’originale The Sims 2 ed ha già fatto la sua comparsa su Nintendo Game Cube (per rimanere sulle console da salotto Nintendo) e su altri formati.

Ninten… Pets
The Sims 2 Pets è un episodio del simulatore di vita incentrato oltre che sugli esseri umani e sulla loro vita sociale anche su alcuni animali domestici, pets appunto in inglese, quali cani e gatti.
La presentazione del gioco è stilizzata e breve ma ben concepita e la pagina dei titoli piuttosto scarna. Nella schermata iniziale si possono osservare i riconoscimenti del gioco e si può decidere se iniziare una nuova partita o continuare la precedente. Se si comincia una nuova partita si è costretti a cancellare quella precedente. Questa scelta è un po' limitante. Il testo è interamente tradotto in un buon italiano.
La prima fase di gioco è simile a quella dei passati episodi. Si sceglie il nome della città e la casa dove vivere e quindi si creano i personaggi e gli eventuali animali fino a completare la famiglia.
Si può creare una eccellente varietà di esseri umani a livello di pettinatura, di vestiario e di oggettistica varia. Non mi ha convinto appieno la scelta dei modelli iniziali tra cui scegliere, tutti troppo alti, magri, belli e stilosi.
Maggiore soddisfazione si prova nella creazione degli animali da compagnia. Subito ho riprodotto i miei gatti (molto poco di razza) ed il mio cane con buoni risultati ed una buffa attinenza alla realtà. Si possono ritoccare molti parametri ed aggiungere oggetti sfiziosi quanto inutili anche ai cuccioli (tipo un cappello da pescatore o un maglione). Sia umani che animali vengono poi ritoccati nei tratti del carattere.
Ovviamente si possono creare molte famiglie e non si è costretti a donare a tutti un animale domestico.
Chi è paricolarmente pigro può utilizzare dei personaggi e dei cuccioli standard ma una scelta di questo genere limita gran parte dell'immedesimazione nel gioco.
Le finestre e le icone utilizzabili per la creazione del Sim sono intuitive e ben strutturate.

La nascita della vita
Una volta creata una allegra famiglia si comincia con la simulazione di vita vera e propria. Si sceglie dove vivere e si costruisce una nuova abitazione seguendo il proprio gusto tra molte possibilità. Si muovono i personaggi e si fa loro eseguire degli ordini in maniera simile a quanto visto per gli episodi precedenti. Gli animali non vengono invece direttamente mossi dal giocatore. Una buona parte del gioco è incentrata sull’attenzione da porre agli animali. Questi possono desiderare di andare al parco, di giocare con altri cuccioli o di rientrare (quando hanno vissuto troppe avventure). Compito di un buon padroncino è inoltre coccolare ed insegnare qualcosa ai propri amici a quattro zampe oltre che nutrirli. Comportandosi nel modo corretto con gli animali presenti nel gioco si ottiene qualcosa di molto simile al denaro (i punti animale) col quale si possono fare acquisti di vario genere. I gatti e i cani (come gli umani del resto) hanno varie esigense che vanno soddisfattei e differenti stati di umore.
Il resto del gioco è praticamente uguale a quanto visto nelle sue precedenti incarnazioni. Come sempre in questa serie è divertente rapportarsi con gli altri personaggi sia litigando che dialogando amorevolmente, trovare un lavoro, costruire una casa sempre più grande e così via.
Per poter passare da un’ambientazione all’altra è necessario portare un personaggio su di un’enorme freccia verde e far spostare parte della comitiva. A livello di immersione e continuità non ritengo felice questa scelta.

Un graffio e un morso
The Sims 2 Pets non offre molto di più rispetto agli episodi precedenti ed in certi aspetti proprio legati all’addestramento dei cuccioli appare piuttosto limitante. Gli animali richiedono molte cure e questo toglie molto tempo al gioco vero e proprio di simulazione di vita.
La grafica è essenziale, come è in parte giusto in titoli di questo genere, ma del tutto simile ai titoli precedenti. A livello tecnico in questo senso si sentirebbe la necessità di una rivoluzione in tal senso (qualcuno ha detto My Sims?).
I Sims dialogano tra loro esprimendosi nella solita maniera buffa (come la maestra di Charlie Brown per intenderci). Si sente poi il miagolare ed il latrare di qualche animale e poco altro. La colonna sonora è anche in questo episodio decisamente anonima.
La gestione dei movimenti e delle finestre è controllata dall’accoppiata telecomando nunchuk in modo maldestro e si ha la sensazione che si potesse fare di meglio. La padronanza con i comandi è difficoltosa e si rimpiange il mouse. I controlli non sono peggiori di quelli visti con i normali Joypad in dotazione alle altre console ma non è ancora stata trovata una valida alternativa al mouse per la gestione di questo genere di giochi.
Per il resto The Sims risulta un po’ troppo simile a se stesso per piacere o per convincere nuovi appassionati. Non volendo concentrarsi solo sugli animali si può osservare come il titolo offra una longevità quasi infinita a chi ama la serie e non può permettersi un PC. A molti altri il titolo potrebbe apparire noioso e lento fin dalle battute iniziali.
Recensione Videogioco THE SIMS 2 PETS scritta da MAURO.CAT Sono un grande amante degli animali domestici che da quando sono nato mi tengono compagnia e per i quali nutro un grande rispetto. Mi sono avvicinato a questo episodio di The Sims con curiosità per capire cosa potesse offrire un titolo del genere e in quali aspetti migliorasse i precedenti episodi.
Il titolo è ben strutturato se vi piacciono i simulatori di vita. L’introduzione di cani e gatti rende tutto più fresco all’inizio ma presto l’interesse scema e sopraggiunge la noia condita dal sapore di già visto.
Il prezzo pieno del titolo non giustifica i pochi cambiamenti introdotti. In generale va poi sottolineato come la cura del cane o del gatto tolga molto tempo a tutte quelle attività abituali di un giocatore e come ci si debba impegnare (anche più che nella vita reale) per ottenere un animale più educato e ben addestrato. Credo sia meglio aspettare My Sims che proprio sul Wii dovrebbe offrire un gradevole restyling a livello grafico.
Se vi piacciono i cuccioli e volete conoscere il mondo Sims potete provare ad avvicinarvi al gioco. Se possedete un PC o avete già avuto modo di provare a fondo titoli della serie allora vi conviene guardare altrove.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.