Recensione di Gottlieb Pinball Classics

Copertina Videogioco Gottlieb Pinbal
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Simulazione
  • Distributore:

     DDE
  • Data uscita:

     Disponibile
- Tanti tavoli
- Buon uso del giroscopio
- Musiche?
A cura di (rspecial1) del
La società americana Gottlieb è stata una delle più importanti produttrici al mondo di tavoli da flipper negli ultimi settant’anni. Per renderle il giusto omaggio, i ragazzi della System 3 hanno deciso di infondere le atmosfere tipiche dei loro tavoli più famosi, direttamente in questo nuovo gioco per Nintendo Wii.

Prendete una manciata di monetine…
Nelle intenzioni dei programmatori c’è la volontà di farci ricordare i momenti passati sui flipper da bar e non solo quella di fornirci un titolo di pinball per la nostra nuova console Nintendo. Per cercare di fare ciò, ci caleremo in prima persona in una vecchia salagiochi piena di tavoli da flipper ma non solo. Iniziamo però con la prima delle modalità che ci verrà fornita, la sfida alla Gottlieb, dove dovremo affrontare in sequenza tutti i tavoli con l’obiettivo di raggiungere il punteggio indicato per passare a quello successivo ed arrivare alla fine; da notare che a disposizione per ogni partita avremo soltanto tre miseri crediti, dopo i quali perderemo e dovremo ricominciare tutto da zero. La modalità più interessante però è la salagiochi. Qui troveremo tutto, l’unico problema è che alcuni tavoli saranno gratuiti, quindi potremo giocarci liberamente senza tanti problemi, mentre altri necessiteranno di un certo numero di gettoni per essere giocati. I crediti si guadagnano raggiungendo alti punteggi nei flipper gratuiti, ma non servono soltanto per giocare visto che all’interno di ogni tavolo sono racchiuse moltissime informazioni su di esso, con una spiegazione dettagliata come se fossimo in un vero museo virtuale. Il payout è invece una modalità che ci darà l’opportunità di affrontare alcune partite a poker o a blackjack, ma va sbloccata con il proseguimento dell’avventura. Inutile sottolineare la presenta di diversi tornei per le partite multigiocatore con i vostri amici, con l’obiettivo di raggiungere il punteggio più alto degli altri. Per concludere in bellezza questa sorta di museo storico della Gottlieb, non poteva mancare una sala dei flipper più famosi ed una collezione di foto dedicate alla fabbrica ed il montaggio di questi bellissimi passatempi. Per chi si stesse chiedendo come possa essere stato sfruttato il nuovo controller Nintendo, possiamo dire che, sebbene non sia di certo rivoluzionario come sistema, l’utilizzo della combinazione con il nunckuk rende perfetto il gameplay; se con Z e B controllerete infatti i flipper per dare uno scossone al cabinato, sarà necessario agitare il wiimote od il nunchuk a seconda della direzione da effettuare (nunchuk da sinistra verso destra, wiimote per il contrario), attenzione però a non effettuare il pericoloso tilt.

I Tavoli di Gottlieb
Passiamo ad un rapido sguardo dei tavoli inseriti, che sono soltanto quelli originali della società e non creati su licenza (quindi non ci sarà quello di Street Fighter 2 per esempio):
- Genie: E’ un tavolo enorme, nel quale dovremo cercare di raggiungere un punteggio molto alto per sperare di combinare qualche bonus ed ottenere extra vantaggiosi.
- Eldorado: In questo tavolo ogni volta che cambierete pallina si azzererà il bonus da voi accumulato, per evitare ciò dovete cercare di colpire tutti i bersagli presenti alla sommità del flipper.
- Black Hole: Ecco il flipper, all’epoca, più costoso per essere giocato, grazie alla sua doppia superficie. Cercate di attivare tutte le lettere del gioco ed i moltiplicatori per riuscire ad avere dei punteggi elevati, altrimenti sarà tutto inutile.
- Love Meter: Dovete soltanto premere i pulsati e sperare che l’indicatore vi regali qualche credito extra… a me esce sempre che sono una schiappa di amatore, poco realistico.
- Ace High: Tavolo ispirato al famoso gioco di carte, permetteva di vincere partite extra all’epoca della sua realizzazione, tanto che fu bandita dagli USA questa sua caratteristica… per fortuna nel gioco potrete vincere tranquillamente crediti.
- Big Shot: Un tavolo ispirato al biliardo in cui la precisione nel riuscire a colpire i vari bersagli sarà fondamentale per ottenere un buon punteggio.
- Xolten: Scommettete i vostri crediti e sperate di riceverne molti vincendo contro il fato.
- Central Park: Da molti è considerato come il miglior flipper mai creato, quindi non sarà difficile cercare di raggiungere punteggi molto alti attivando tutti i numeri… peccato che mantenere la palla in gioco non sia un gioco da ragazzi.
- Play-Boy: Vincere crediti non è facile in questo titolo che vi permetterà di selezionare anche la modalità payout, nella quale dovrete sceglie se giocare a poker o blackjack.
- Tee’d Off: Vincete tutti e cinque i round di questo tavolo ispirato al golf, ottenendo i punteggi più alti. Centrare le nove buche però non sarà semplice, anche se questo attiverà un bonus extra non indifferente.
- Goin’Nuts: Questo tavolo non ha mai visto al luce, essendo molto grande la società ritenne infatti che i sodi da investire su esso fossero troppi. A voi allora la possibilità di giocarci per la prima volta, se non foste tra i dieci unici proprietari di questo rarissimo flipper.
- Victory: Ispirato al mondo delle corse questo tavolo renderà la palla velocissima, richiedendo riflessi non indifferenti ed una gran precisione per colpire i bersagli nella giusta sequenza.
- Strikes n’Spares: Non vi divertite a giocare al bowling di Wii Sports? Beh, provate questa variante allora.

Graficamente il titolo è realizzato in maniera superficiale e poco curata nelle schermate di selezione e nei menù di gioco, resta però ottimo per la riproduzione dei tavoli, che sono ricreati perfettamente in ogni dettaglio, luminosi e pieni di effetti grafici, con vari livelli di zoom per assicurare il meglio ad ogni giocatore. Ottimo l’effetto riflesso dato alla pallina e la sua riproduzione della fisica. Ovviamente non è nulla di eccezionale per un Nintendo Wii, ma il risultato finale è comunque soddisfacente e non si potrebbe fare meglio neppure su altre console più performanti. L’audio è invece perfetto, senza musiche ma con la presenza dei suoni originali e quel sottofondo che ci trasporterà in una salagiochi virtuale dei bei vecchi tempi.
Recensione Videogioco GOTTLIEB PINBALL CLASSICS scritta da RSPECIAL1 Sebbene sia un semplice gioco di pinball, questo primo lavoro della System 3 su Nintendo Wii riesce a far capire come un gameplay tanto semplice possa essere arricchito in modo ragguardevole con la sola implementazione dell’effetto tilt tramite nunchuk e wiimote, che rende ogni partita molto simile a quelle reali. La presenza di numerosi tavoli da gioco, la perfetta riproduzione di essi, nonché il prezzo budget, lo rende un acquisto obbligato per i fan e per tutti coloro che desiderano fare qualche partita con i vecchi e cari flipper… sperando di vedere un sequel con i tavoli di Street Fighter 2 tra qualche anno.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.