Recensione di Disney Channel: All Star Party
WII

Copertina Videogioco Disney Channel
  • Genere:

     Party game
  • Distributore:

     Nintendo
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-4
4.0
Voto lettori:
N.P.
- Valido per i più piccoli
- Imprescindibile per tutti gli amanti di Hannah Montana &C.
- Minigiochi poco originali
- Longevità ai minimi termini
- LA console offre party game più divertenti
A cura di Niccolò Longoni (Zartas) del
All’interno dell’ormai sconfinato parco titoli disponibile per Wii, non è difficile individuare un gran numero di party game, genere molto sviluppato sulla console Nintendo grazie alla congeniale accoppiata WiiMote e Nunchuck. In tale selva di titoli non è ovviamente inconsueto scovare produzioni di scarso valore, dovuto a uno sviluppo sommario e affrettato: adottando uno sguardo critico e obiettivo, non possiamo che classificare Disney Channel: All Star Party all’interno di questa poco desiderabile categoria. Possiamo forse trovare qualche aspetto positivo?

Hannah Montana, Zack e Cody, i Jonas Brothers…
Disney Channel: All Star Party si propone come un party game che offre un comparto di minigiochi (se ne contano ventisette, più un quiz appositamente ricalcato per ciascuna delle serie proposte) semplici e solo discretamente divertenti. L’intento dei Disney Entertainment Studios è stato ovviamente quello di costruire un titolo che permettesse ai fan più piccoli di divertirsi coi personaggi di famose serie trasmesse su Disney Channel: Camp Rock 2, Hannah Montana, Zack e Cody (sul ponte di comando!), I Maghi, Phineas e Ferb, Jonas L.A., e Sonny tra le Stelle. Il target decisamente specifico imporrà sicuramente dei meccanismi automatici di scrematura fra il vasto parco acquirenti, tuttavia è innegabile che la qualità dell’offerta ludica sia decisamente bassa.
Il gioco offre due modalità principali, la partita libera (in cui potrete semplicemente scegliere un minigioco per una veloce sfida) oppure l’All-Star Party, la tipica sfida su più round fra 4 giocatori. Le diverse serie all’interno del titolo favoriscono l’offerta di minigiochi coerenti con esse: per Camp Rock 2, ad esempio, potrete tirare fuori il vero gianburrasca che è in voi prendendo a gavettoni gli ignari passanti in “Pioggia di Gavettoni”, oppure gettarvi in esuberanti gare di controllo palla con “Palleggi Rock”.
Il denominatore comune di tutti i minigiochi, in maggioranza decisamente anonimi, è l’estrema semplicità del sistema di controllo; al giocatore infatti non verrà mai chiesto di utilizzare il Nunchuck, pertanto il WiiMote sarà tutto ciò di cui avrete bisogno: l’unica variante di un certo rilievo prevede l’utilizzo del controller in orizzontale per semplici giochi di guida.
Nonostante il discreto numero di minigiochi disponibili, è però difficile trovare qualcosa di davvero divertente: all’interno della selva di mediocrità proposta, brillano in qualche modo “Malibù B-Ball” e il trasgressivo “Maghi Birboni”. Malibù B-Ball non è altro che una sfida di tiri liberi di basket, impreziosita dal fatto che mentre un giocatore sarà impegnato a fare canestro, gli altri tre potranno cercare di ostacolarlo con palloni e palloncini grazie a cui deviare la traiettoria dei tiri del cestista di turno. Maghi Birboni è invece una sorta di un-due-tre stella fra i quattro giocatori, che dovranno alternativamente scuotere forsennatamente il WiiMote e rimanere immobili per non farsi cogliere in flagrante dal professore durante il lancio di pericolosi incantesimi (fra cui il temutissimo cambio di colori delle tende) all’interno dell’aula di magia.

… e i Mii di Hannah Montana, Zack e Cody, e dei Jonas Brothers.
L’aspetto tecnico del titolo lascia decisamente a desiderare, ricalcando in pieno lo stile delle pietre miliari Wii Sports e Wii Play: vi ritroverete pertanto a muovere un Mii all’interno di scenari molto semplici e con libertà d’azione pari a zero. A questo proposito, un’aggiunta che potrebbe risultare simpatica per i più piccoli è data dai Mii dei vari personaggi delle serie proposte pronti all’uso. L’ultima dolente nota va alla longevità: il titolo difficilmente vivrà oltre la mezz’ora di gioco in solitaria (nonostante alcuni minigiochi siano inizialmente bloccati, costringendovi così a battere alcuni punteggi perché vengano resi disponibili), mentre potrebbe regalarvi qualche ora di gioco in più se vi trovaste in compagnia di altri coraggiosi come voi.
Recensione Videogioco DISNEY CHANNEL: ALL STAR PARTY scritta da ZARTAS Disney Channel: All Star Party è quello che è: un titolo che cerca di ricalcarsi un posto nell’affollato panorama dei party game su Wii dedicandosi interamente ai più piccoli fan dell’universo Disney. Il target di riferimento e la simpatia dei personaggi non dovrebbero comunque prescindere dal valore dell’offerta ludica, in questo caso piuttosto basso. La console Nintendo ha da offrire prodotti più curati verso i quali consigliamo di rivolgervi, a meno che la sola presenza dei tanti personaggi Disney non sia un motivo sufficiente per far felici i vostri bambini.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967