Recensione di Tetris Party Deluxe

Copertina Videogioco Tetris Party
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Puzzle game
  • Data uscita:

     3 settembre 2010
- Spirito originale intatto
- Tantissime modalità
- Divertente in compagnia
- Accessibile anche dai neofiti
- Prezzo retail eccessivo
- Novità irrilevanti rispetto la versione WiiWare
A cura di (Spoudaios) del
1760: un cartografo inglese, al secolo John Spilsbury, inventa qualcosa di insolito: delle tavolette di legno su cui dipingere qualsiasi immagine, che verranno successivamente ridotte in tanti piccoli pezzeti, da ricomporre tramite incastro. Nasce così il Puzzle.
1984: un matematico russo, al secolo Aleksej Pažitnov, inventa qualcosa di ancora più insolito: un puzzle virtuale fatto di mattoncini elettronici, da incastrare senza sosta l'uno sopra-sotto-accanto all'altro, in una partita contro un computer che in qualsiasi caso – calcoli matematici alla mano – condurrà alla inevitabile sconfitta del giocatore. Nasce così una follia? No, Tetris.
Dato che ci troviamo ad esaminare uno dei più classici dei classici, vale la pena porre ai lettori un altrettanto classico cliché: se non conoscete Tetris, probabilmente avete vissuto gli ultimi ventisei anni su Marte (o sulla Luna, o sotto un sasso... fate voi).

Tetramino+Tennis=Tetris
Se fosse questo il caso di anche un solo lettore, sarebbe opportuno cominciare dalle basi. Tetris è il puzzle game per eccellenza, quello da cui pressoché chiunque ha tratto ispirazione per creare i propri rompicapo virtuali. L'idea di base è semplice: lungo uno spazio orientato verticalmente si spostano in caduta libera vari mattoncini, chiamati appunto tetramini, che il giocatore dovrà incastrare in sequenza al fine di completare delle righe senza spazi vuoti, così da eliminarle. Il gioco termina quando lo spazio è completamente pieno e i tetramini toccano la cima. Il giocatore può direzionare e ruotare a piacimento ciascun pezzo in modo da poterli incastrare nel modo “più logico”. La difficoltà crescente è data dalla sempre maggior velocità di caduta dei tetramini, che richiede dunque una proporzionale prontezza di ragionamento. Caratteristica peculiare di questo rompicapo è che qualsiasi partita termina con un Game Over, affermazione confermata addirittura da una legge matematica. Il punteggio dunque viene generalmente conteggiato in base al numero di linee che il giocatore è riuscito ad eliminare prima dell'inevitabile sconfitta.
Questo gameplay, semplice nell'idea ma molto meno all'atto pratico, è stato proposto in questi anni in tantissime salse. Le varianti sono davvero innumerevoli al punto che sarebbe alquanto superfluo e noioso un tentativo di enumerazione. Basti dire che quasi qualsiasi sistema d'intrattenimento può contare una propria versione di Tetris nella propria offerta videoludica, e il Wii di Nintendo non poteva di certo essere da meno.

Da download a disco in versione Deluxe
Il gioco che ci accingiamo ad esaminare non è in effetti un titolo nuovo di zecca. Si tratta di un software presente su Wii già dal 2008 come download dal canale WiiWare, intitolato Tetris Party. Il titolo ha riscosso un tale successo di critica e di pubblico che Hudson ha deciso di produrne una versione retail da distribuire tradizionalmente su disco, con l'aggiunta di un suffisso; ecco nascere Tetris Party Deluxe.
A primo impatto quello che ci si ritrova davanti sembra giusto l'ennesima riproposizione di un gioco storico, e questo comunque non è sempre un male. In ogni caso approfondendo il titolo scopriamo che i programmatori hanno fatto il possibile per rendere il prodotto più originale di quanto si possa pensare. Ciò è testimoniato da subito dalle numerose possibilità a disposizione del giocatore, che vanno a costituire un ricco menù principale. Oltre alla modalità standard, in cui affrontare il Tetris così come lo conosciamo da più di vent'anni, ve ne sono molte altre, suddivise principalmente nei gruppi per giocatore singolo, multiplayer locale fino a quattro utenti e multiplayer online. Giocando da soli potrete affrontare la Maratona, scontrarvi con la CPU e affrontare modalità insolite come lo Scalatore, l’Ombra, il Corridore ed il Bombliss. In Scalatore l’obbiettivo è far scalare una montagna di tetramini costruita in tempo reale all’omino che si trova alla base della finestra di gioco. Ombra è un vero e proprio puzzle in cui, sempre incastrando in tempo reale i tetramini che vengono giù, dovrete costruire l’immagine di cui è visibile solamente la sagoma in grigio. Corridore è una gara contro il tempo in cui dovrete letteralmente guidare un tetramino lungo un percorso sempre più tortuoso. Infine Bombliss prevede l’allineamento di particolari tetramini contenenti delle bombe, che vanno disposte in modo tale che esplodano ripulendo l’area di gioco. Una menzione speciale per quanto riguarda l’attenzione dei programmatori verso il target a cui si rivolge questo gioco: storicamente Tetris ha la fama di essere un titolo difficile e giocabile da pochi. Proprio per questo sono presenti due modalità l’una l’opposto dell’altra: una per assoluti novizi chiamata letteralmente Tetris per principianti ed una per i veri esperti del gioco denominata Master. In ogni caso, a qualsiasi livello siate, il gioco offre una nutrita serie di tutorial che spiegheranno efficacemente come prendere pieno possesso del gameplay. Tutto questo è giocabile anche in multiplayer locale, ma non solo: insieme ad altri tre amici potrete cimentarvi nelle sfide Linea Rovente, Duel Space, Collaborazione, Collaborazione per quattro e Sprint VS. Il multiplayer online, invece, è molto meno ricco in quanto prevede la sola modalità classica e poche opzioni, una sproporzione non da poco. Le partite contro altri giocatori in carne ed ossa sono rese più vivaci e variegate dall'utilizzo di particolari oggetti che possono favorire la risoluzione del vostro quadro o disturbare quella dei vostri avversari.
Aldilà delle noiose rassegne di modalità (che sicuramente preferite scoprire e snocciolare da soli) è fondamentale sottolineare che lo spirito di Tetris non è stato tradito. Si tratta, insomma, di variazioni ben riuscite che rendono l’esperienza di gioco fresca e mai noiosa.
Altrettanto semplice e classica è l’impostazione dei comandi: basta tenere il Wii Remote in orizzontale per avere un controller che si adatta in maniera molto efficace allo scopo, con croce direzionale e tasti A e B sufficienti per qualsiasi mossa. Volendo è possibile utilizzare il telecomando nell’impostazione classica puntandolo verso lo schermo, nel qual caso comparirà un puntatore giallo, ma non è la soluzione migliore.
Lo sforzo innovativo fatto dai programmatori è testimoniato anche dall’insolito supporto alla Wii Balance Board, periferica che in apparenza non sembra la più adatta a questo titolo. L’effetto novità dovuto a questa introduzione tuttavia scema presto in quanto ci si accorge che il Wii Remote è inevitabilmente più comodo da utilizzare. I programmatori comunque, hanno voluto fare le cose in grande (forse per giustificare questa versione Deluxe) supportando anche Wii Wheel e Wii Speak anche se dir la verità raramente sentirete il bisogno di queste periferiche. La prima non risulta molto comoda, la seconda è praticamente inutile in quanto giocando online è molto raro trovare chi ne fa uso. Ciò è dovuto ad un aspetto del gioco che farà piacere agli utenti: giocando a Tetris Party Deluxe sarà possibile competere con i possessori della versione WiiWare, che tuttavia non supporta il Wii Speak.

L’Estetica della Logica
Giudicare un rappresentante dell’infinita serie di titoli marchiati Tetris vuol dire fare i conti con una veste grafica che, per ovvi motivi, appare molto semplicistica. Per quanto si possano inserire colorazioni vivaci e sfondi accattivanti, si tratta pur sempre di mattoncini bidimensionali da incastrare. Non che questo, si badi bene, sia necessariamente un difetto. Tetris Party Deluxe è pulito e colorato quanto basta per essere gradevole, ma nulla di più. Lo sfondo più caratteristico tra quelli presenti è senza dubbio quello ritraente il Cremlino in versione cartoonesca, giusto per ricordarvi le origini russe del puzzle al quale state giocando. Anche il comparto sonoro si mantiene sulla sufficienza. Le musiche di accompagnamento sono gradevoli, ma alla lunga potrebbero risultare ripetitive. Comparto tecnico non grandioso dunque, ma del resto non è questo il motivo per cui si inizia una partita a Tetris, no?
Recensione Videogioco TETRIS PARTY DELUXE scritta da SPOUDAIOS Tetris, soprattutto per chi gioca sin dal paleozoioco dei videogiochi, ha il suo innegabile ed inimitabile fascino. Questa versione espressamente prodotta per Wii non è da meno, in quanto può fare la gioia sia di chi vuol rivivere un classico riprodotto in chiave più attuale, sia dei più giovani che fin'ora ne avevano soltanto sentito parlare. Tetris Party Deluxe è un titolo da consigliare senza dubbio a chi cerca un po' di divertimento in compagnia o a chi vuole mettere alla prova i propri riflessi e le proprie doti logiche fino all'estremo. Vero è comunque che il costo raddoppiato di questa versione su disco rispetto a quella su WiiWare non è giustificato dal supporto fisico e dalle pochissime e quasi irrilevanti aggiunte, ma se siete giocatori vecchia scuola che aborrono il digital delivery fateci pure un pensierino.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.