Recensione di Kirby's Fun Pack

Copertina Videogioco Kirby's Fun Pack
  • Piattaforme:

     WII
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Lingua:

     Inglese
  • Costo:

     800 Wii Points
  • Data uscita:

     28/05/2010
- Tecnicamente ancora valido
- Sistema di controllo impeccabile
- Sei giochi in uno
- Piuttosto semplice da portare a termine
- C'è un remake per Nintendo DS
A cura di (Mauro.Cat) del
La pallina rosa creata da Hal Laboratory ritorna su Wii grazie alla Virtual Console. Il simpatico personaggio nato quasi per caso, ed ancor più curiosamente battezzato Kirby (proprio come la famosa marca di aspirapolvere) giunge con uno dei titoli più amati dagli appassionati della serie: Kirby’s Fun Pack. Prima di cominciare è necessaria una doverosa premessa fatta allo scopo di evitare ai più distratti un doppio acquisto. Questo action adventure è lo stesso episodio tornato alla ribalta lo scorso anno con un remake per Nintendo DS dal titolo: Kirby Super Star Ultra (richiamo al titolo del gioco per Super Nintendo in USA che mancava dell’Ultra aggiuntivo.
Su Super Nintendo il gioco venne lanciato tra il 1995 ed il 1996 con ben tre titoli differenti a seconda del territorio di lancio (Kirby of the Stars Super Deluxe in Giappone) ed ottenne un riscontro solo discreto da parte del pubblico (nonostante la buona accoglienza della critica e l’indiscussa qualità per i canoni dell’epoca) a causa del momento di transizione tra Super Nintendo e Nintendo 64.
Il Canale Wii Shop ci permette ora il recupero di questo classico con una spesa minima, otto euro, e con l’utilizzo del sempre più indispensabile Classic Controller. Kirby’s Fun Pack, pur mantenendo inalterate le meccaniche della serie, offre qualcosa di realmente originale a livello di struttura riuscendo a combinare tanti piccoli mondi.

Di tutto e di più
Come accennato alla fine del paragrafo precedente, Kirby è un prodotto alquanto atipico. HAL Laboratory, forse per renderlo più vario ed accessibile, ha pensato bene di suddividere il tutto in sei minigiochi (più qualche extra) che in un certo senso risultano autoconclusivi. I sei brevi capitoli funzionano indipendentemente l’uno dall’altro pur conservando meccaniche pressoché analoghe.
Parlando di minigiochi non si deve però erroneamente pensare a party game o a quelle raccolte tanto in voga su Wii, ma a veri e propri titoli formato mignon.
Le meccaniche generali seguono gli standard classici della serie. Kirby aspira tutto ciò che lo circonda, svolazza riempiendosi d’aria o svuotandosi poco per volta come un palloncino chiuso male e si trasforma in qualsiasi nemico assorbendone i poteri.
Analizziamo ora nel dettaglio le principali mini avventure presenti nel titolo.
Spring Breeze è basata su alcuni livelli e sul “malvagio” King Dedede. Tutto il cibo di Dreamland è sparito ed il nostro Kirby è costretto a percorrere i (pochi) livelli fino allo scontro finale con il malvagio re autore del furto. Questa prima avventura semplice e non propriamente innovativa rappresenta l’ideale palestra per chi non ha mai provato alcuna avventura di Kirby.
Dyna Blade è un terribile rapace che cerca di distruggere il raccolto. Altri quattro livelli, qualche piccolo segreto ed un temibile boss finale danno corpo ad un’avventura comunque gradevole che non si discosta poi molto dalla precedente.
Gourmet Race è una sorta di corsa contro King Dedede (o contro il tempo) nella quale rimpinzarsi di cibo all’interno di una struttura platform bidimensionale. Rispetto alla versione per Nintendo DS va segnalata la mancanza del multiplayer. Maggiore è la nostra velocità, migliore è il punteggio finale ottenuto.
The Great Cave Offensing ci mette di fronte ad una sorta di avventura esplorativa che ci farà spremere le meningi alla ricerca di bottini nascosti. I sessanta tesori, alcuni legati a brand storici Nintendo, risultano anche molto difficili da scovare. Il risultato finale presenta però una meccanica con alti e bassi che rischia di annoiare presto.
Revenge of Meta Knight, come suggerisce il titolo, ci mette di fronte ad uno dei nostri nemici storici. A differenza del solito gli stage presentano una sorta di barra del tempo che si esaurisce e che ci costringe a qualche corsa di troppo. Una meccanica invariata si sposa con l’introduzione (più che altro è una difficoltà aggiunta) del tempo che scorre.
Milky Way Wishes è l’ultimo titolo principale disponibile ed anche il più originale. L’ambientazione a sfondo spaziale, sole e luna che non ne vogliono sapere di andare d’accordo, lascia per un momento le vecchie strategie di gioco cercando di rendere più complesse le trasformazioni di Kirby; originale ed anche interessante per eventuali futuri sviluppi.

Chi troppo vuole
Così tante idee e novità in un solo titolo riescono a non risultare il classico specchietto per allodole. Kirby’s Fun Pack regge alla perfezione il confronto con molti titoli moderni sia a livello tecnico sia di pura giocabilità. A ben guardare le novità non sono poi moltissime e le meccaniche tra una mini avventura e l’altra non vengono quasi mai stravolte, ma tutto funziona e fila liscio senza evidenti difetti.
Tecnicamente siamo di fronte ad un prodotto decisamente valido. Stilisticamente non c’è nulla da eccepire. Kirby, come sempre aggiungeremmo, sprizza simpatia ed anche nemici e comprimari (teneri e morbidi al punto giusto) si collocano in maniera impeccabile all’interno di mondi fantastici e sempre ricchi di personalità. Il tratto bambinesco di ambientazioni e personaggi rappresenta uno dei punti di forza di questo episodio. Il titolo tra l’altro è uno dei pochi ad utilizzare il chip SA-1 che migliora le qualità globali del software.
Le colonne sonore e gli effetti rientrano nello stile classico dei titoli degli anni ’90. Nulla fa gridare al miracolo, ma tutto è ben calibrato nel contesto.
L’unico vero difetto, considerata l’impeccabile risposta dei comandi, è legato ad un senso di sfida non proprio proibitivo ed al conseguente calo di longevità. Questo purtroppo è un limite che Kirby si trascina da sempre e, per molti, potrebbe non rappresentare un problema visto anche il costo moderato del titolo.
Recensione Videogioco KIRBY'S FUN PACK scritta da MAURO.CAT Kirby’s Fun Pack è una bizzarra raccolta di mini avventure destinate alla Virtual Console. Originariamente nato su Super Nintendo, e remixato lo scorso anno su DS, il titolo firmato HAL Laboratory riesce ad offrire una panoramica convincente all’interno del mondo di Kirby.
Ovviamente la straordinaria forza d’impatto della pallina rosa trascina il giocatore attraverso un viaggio interessante che prosegue tra molti alti e pochi bassi. Non tutti i minigiochi appaiono impeccabili ed il senso di sfida talvolta latita, ma il divertimento è sempre sostenuto da un ottimo comparto tecnico.
Un prodotto di buon livello perfettamente adatto a tutti i fan della serie. Questa avventura multipla è disponibile in esclusiva su Virtual Console al costo di 800 Wii Points (8 euro).
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.