Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Mario Kart 8 Deluxe

Mario Kart 8 Deluxe

Tornare a darsi battaglia

Provato
A cura di del
Nel 2014 uscì Mario Kart 8 su Wii U. Un gioco esaltante, divertentissimo e ricco di contenuti che, a partire dal lancio, si sarebbero ampliati a dismisura tra DLC gratuiti e non, fino a raggiungere una mole invidiabile di personaggi, veicoli e circuiti. Il successo seppur buono non fu quello sperato, perchè la console su cui girava il titolo non era in grado di fornire una base installata adeguata all’effetto mediatico di quest’ultimo. Ora, con Switch sul mercato e numeri da prima della classe, considerato anche il limitato tempo passato dall’uscita, Mario Kart 8 in versione Deluxe è pronto a sfondare, con una qualità che conosciamo, tutti i contenuti possibili e un piccolo lifting grafico, che non si rifiuta mai. 
Per oggi però ci limiteremo solo a un piccolo cappello introduttivo della recensione, che arriverà invece a breve sulle nostre pagine essendo ancora limitati ad esprimerci in maniera più definitiva sul titolo.



Mario Kart Battaglie Infinite
Partiamo subito facendo un accenno ai contenuti inediti del pacchetto, ovvero le nuove modalità battaglia, da affrontare preferibilmente in multiplayer, locale o online, su una console o più di esse. Come ricorderà sicuramente chi ha avuto modo di giocare alla versione originale del titolo, l’unico tipo di battaglia presente da allora era quella con i palloncini, il cui obiettivo era colpire il nemico fino a eliminare tutti i palloncini che portava con sè. A questa se ne sono aggiunte altre 4: Guardie e ladri,  Bob-bomba a tappeto, Acchiappamonete e Ruba il sole custode. Nella prima sarà nostra premura inseguire gli avversari, rinchiudendoli in una gabbia al centro della pista, oppure evitarli, liberando i nostri nemici catturati tramite un bottone al centro dell’arena; nella seconda ogni volta che apriremo una cassa otterremo una bomba, ma a parte questa particolarità il resto sarà simile a quanto fatto con la più semplice battaglia palloncini; nella terza combatteremo all’ultimo sangue per ottenere monete, ma come in gara potremo perderle semplicemente venendo colpiti; nell’ultima invece ci sarà in campo un sole e passandoci sopra ne diverremo i custodi, vince chi ne detiene il controllo più a lungo. Le opzioni poi per limare ciascuna partita sono tantissime, dalla possibilità di giocare a squadre o individualmente, fino alla scelta di una fra le otto arene disponibili.





Giocare come vuoi, con chi vuoi perchè, sì, lo vuoi!
L’aspetto di più importante di Mario Kart 8 Deluxe è, però, la natura multi-giocatore, che trova nella nuova console di Nintendo la sua anima gemella. Poter giocare in due, tre, quattro e fino ad otto con più console connesse fra di loro, e in rete fino a 12, è qualcosa che raramente si è visto. Al di là di qualche macchinosità nella fase di sincronizzazione, una volta entrati nel gruppo, sfidarsi in tornei, gare e battaglie è stato qualcosa di immediato e di divertentissimo. L’unico appunto è lo splitscreen sulla stessa console portatile, una sistemazione di fortuna che ha richiesto una vicinanza eccessiva allo schermo da 6 pollici e comunque non ha permesso di avere lo stesso controllo del mezzo che avremmo avuto con Switch tutta per noi.
Anche i controlli subiscono lo stesso trattamento, con il joycon singolo che non perde in funzionalità ma purtroppo in ergonomia, risultando non sempre comodissimo e talvolta anche non preciso come avremmo voluto.
Non solo, perchè al di là delle possibilità offerte dal multiplayer, la natura ibrida della console ci permette davvero di giocare in ogni dove, così non abbiamo più scuse per arrivare impreparati al torneo della domenica oppure allo sfidone del giovedì sera, scapoli contro ammogliati.
  • [+] Inedite modalità battaglia
    [+] Contenuti a non finire
    [+] Lifting grafico

Mario Kart 8 ha finalmente trovato nella versione Deluxe, ma principalmente in Switch il suo habitat naturale. I contenuti sono tutti quelli che tra gioco base e DLC sono stati inseriti nel tempo in Mario Kart 8, più altri ancora inediti. Il multigiocatore non ha praticamente alcun limite e l'aggiunta di ulteriori modalità battaglia non fa che ampliare l'offerta anche su questo fronte. In attesa di poter dare un giudizio definitivo e parlarvene in maniera più approfondita, torniamo a driftare a destra e a manca sui circuiti nella categoria 200cc.

0 COMMENTI