Recensione di 1-2-Switch

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     SWITCH
  • Genere:

     Party game
  • Sviluppatore:

     Nintendo
  • Data uscita:

     3 marzo 2017
- Giocare senza schermo, si può
- I Joycon funzionano molto bene
- Prezzo troppo elevato
- Nessuna forma di Single Player pervenuta
- Anche in compagnia ha una longevità scarsina
A cura di (Buddybar) del
Se ripensiamo al recente passato di Nintendo Wii non possiamo non ricordare come il successo di questa console fosse dovuto, oltre che dall’hardware a suo modo rivoluzionario, anche dalla sua applicazione pratica e immediata, che i milioni di futuri giocatori hanno potuto conoscere grazie agli infiniti spot passati alla TV dove si poteva giocare a tennis in salotto, fare a cazzotti virtualmente con il fratellino oppure imbucare con un eagle la palla della vittoria. 
La promessa era quella che, una volta aperta e collegata la console, tutto era lì a portata di WiiMote; per molti la Wii, infatti, più che una console, era semplicemente Wii Sports, un titolo  in grado di trainare le vendite come pochi altri nella storia. Oggi, a qualche anno di distanza, ci ritroviamo con Switch, una console che ha tantissimo da dimostrare, e che a modo suo sta direzionando il mondo del gaming verso lidi ben definiti. 
Lato interazione, HD Rumble, sensori di movimento sempre più precisi e portabilità sono aspetti che non vanno sottovalutati e richiedono una dimostrazione pratica per essere concreti agli occhi dei videogiocatori. Il più innovativo è di sicuro il poter giocare senza guardare lo schermo, semplicemente basandosi sui feedback audio e tattili che la console è in grado di trasmettere. A dimostrare queste funzionalità è accorso in nostro aiuto 1-2-Switch, party-game dalla natura “competitiva” giocabile soltanto a patto di essere in due sotto lo stesso tetto. 


Giochiamo senza schermo!
1-2-Switch fa sfidare due o più giocatori divisi in squadre a diversi minigiochi che mettono alla prova la rapidità, la precisione, la reattività e il ritmo di ciascuno. In totale le diverse prove sono 28, ognuna caratterizzata da un valore della sua “cattiveria” misurato in peperoncini, da 1 fino a 5. La varietà non è certo scarsa, con alcune di esse davvero riuscite e “innovative”, in grado di dimostrare le capacità dell’HD Rumble come quella delle scatole cinesi, mentre altre più classiche che ripropongono intramontabili evergreen del motion controlling, come il cattura la bandiera. 
Al loro interno possiamo davvero trovare qualunque tipo di esperienza: mungere le mucche è in grado di mettere in mostra le diverse intensità di vibrazione che il controller è in grado di riprodurre, abbinandole al riconoscimento del movimento in verticale. Agita la bottiglia invece abbina le funzionalità dell’accelerometro con quelle del sensore infrarossi, e così via.


L’aspetto più interessante è che il gioco arriva davvero a offrire un sistema di controlli completamente slegato dallo schermo, dove la vibrazione e la precisione dei sensori riescono a sostituire in larga parte gli stimoli visivi.
Riconoscendo tutti questi pregi dobbiamo anche ammettere che purtroppo la portata ludica del progetto è ridotta dal fatto che le modalità disponibili sono sostanzialmente 3: una che ci fa scegliere i minigiochi ad ogni nuova partita, l’altra propone i minigiochi in maniera casuale e l’ultima che consiste in un più ampio e organizzato gioco a squadre, che in realtà risulta semplicemente un gioco dell’oca, in cui tra lanci dei dadi e minigiochi, si giungerà alla vittoria di una o dell’altra squadra.


Non è tutto oro ciò che vibra
Se si dovesse entrare nel meccanismo del gioco si finirebbe anche con il divertirsi, ma solo per sessioni brevi prima di scadere nella ripetitività dei meccanismi alla base di tutta l’offerta ludica. Le attività sono tutte incorniciate da orpelli grafici e da video introduttivi ben realizzati, tra cui alcuni molto divertenti. Purtroppo a volte manca un po’ di chiarezza, tanto che le indicazioni di chi ci aveva già giocato erano comunque la principale fonte di apprendimento, per il resto possiamo comunque reputarci soddisfatti. Purtroppo il gioco è affrontabile solo in due o più giocatori e non esiste nemmeno una modalità in singolo tramite cui provare i vari minigiochi ed eventualmente allenarsi in vista del match del sabato sera, ma l’aspetto realmente non giustificabile è da identificare nel prezzo. Capiamo la volontà degli sviluppatori di dare un valore alle funzionalità di Switch, ma ci sentiamo anche di dire con fermezza che il prodotto avrebbe potuto essere inserito nel pacchetto della console per impreziosire l’offerta piuttosto che essere venduto a parte. A queste condizioni, purtroppo, 1-2-Switch, per quanto divertente, non è sufficiente a giustificarne l’acquisto.
Recensione Videogioco 1-2-SWITCH scritta da BUDDYBAR Ci siamo presi un po' di tempo per questa recensione, più che altro per trovare le occasioni per provare il gioco in compagnia e con la giusta atmosfera così da non essere presi dal pregiudizio del giocatore hardcore. Nonostante ciò, 1 2 Switch non ha la stessa potenza comunicativa di Wii Sports. Il prezzo troppo alto e un'offerta ludica scarsa non sono in grado di giustificare l'acquisto di un prodotto che, per quanto funzionante, ha come unico obiettivo quello di dimostrare le potenzialità di Switch e della nuova generazione di motion-controllers.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 11 - Visualizza sul forum
  • Blade Runner 80
    Blade Runner 80
    Livello: 4
    Post: 5580
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    I giochi di lancio del Nintendo Swepps: Zelda e 1 2 Shit. Dalle stelle alle stalle!
  • Dream84
    Dream84
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Elphizo

    venderà poco e sarà surclassato da Zelda, e questo aiuterà la Switch a crearsi un bacino di utenza di livello un po' più alto rispetto alla Wii. Forse Nintendo voleva proprio vedere quale fosse la forza commerciale di questo tipo di titoli al giorno d'oggi, voleva vedere quanta gente avrebbe comprato Switch per giochi casual o per giochi un po' più seri, e spero che capisca al volo come muoversi in futuro, visto il risultato abbastanza palese.
    Non credere, non sta vendendo affatto male; il gioco fa schifo ma pensa a quanta gente ha comprato Wii Fit, il mondo è pieno di casual gamer che lo compreranno per le serate con gli amici.
  • MrSkellington
    MrSkellington
    Livello: 7
    Post: 5998
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Elphizo

    Mah...Pretesto per riempire un po' la line up dei titoli di lancio. Di base il concetto non sarebbe nemmeno da buttare, per un party game, ma è stato pure implementato male e sbrigativamente. È inevitabile poi rapportare l'intrattenimento offerto al prezzo richiesto, e non può che venirne fuori male. Dal mio punto di vista non è un male; voglio dire: venderà poco e sarà surclassato da Zelda, e questo aiuterà la Switch a crearsi un bacino di utenza di livello un po' più alto rispetto alla Wii. Forse Nintendo voleva proprio vedere quale fosse la forza commerciale di questo tipo di titoli al giorno d'oggi, voleva vedere quanta gente avrebbe comprato Switch per giochi casual o per giochi un po' più seri, e spero che capisca al volo come muoversi in futuro, visto il risultato abbastanza palese.
    In realtà nn mi risulta sia andato così male, complice la mancanza di alternative sono sicuro che l'abbia preso anche molta gente che in altre circostanze nn l'avrebbe considerato. Cmq penso rimarrà un unicum, da quel che hanno mostrato finora nn mi sembra che vogliano trasformare switch in una console per famiglie, anzi
  • Elphizo
    Elphizo
    Livello: 5
    Post: 764
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Mah...Pretesto per riempire un po' la line up dei titoli di lancio. Di base il concetto non sarebbe nemmeno da buttare, per un party game, ma è stato pure implementato male e sbrigativamente. È inevitabile poi rapportare l'intrattenimento offerto al prezzo richiesto, e non può che venirne fuori male. Dal mio punto di vista non è un male; voglio dire: venderà poco e sarà surclassato da Zelda, e questo aiuterà la Switch a crearsi un bacino di utenza di livello un po' più alto rispetto alla Wii. Forse Nintendo voleva proprio vedere quale fosse la forza commerciale di questo tipo di titoli al giorno d'oggi, voleva vedere quanta gente avrebbe comprato Switch per giochi casual o per giochi un po' più seri, e spero che capisca al volo come muoversi in futuro, visto il risultato abbastanza palese.
  • Erny89
    Erny89
    Livello: 9
    Post: 1854
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    la faccia di mario nel video durante la prova diceva tutto anche senza la recensione
  • Gia91
    Gia91
    Livello: 3
    Post: 30
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Questo gioco mi da‘ incredibilmente di ‘‘usa e getta‘‘. Non vedo come possa giustificare una simile spesa quando allo stesso prezzo si possono comprare giochi ben piu‘ longevi e interessanti.
  • Rippingjack27
    Rippingjack27
    Livello: 6
    Post: 3274
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gentarozzo

    Nintendoland era uno spasso assurdo in multi... peccato non aver fatto una cosa simile con Switch.
    io sono ancora qua che aspetto invano Nintendoland 2 T_T
  • Gentarozzo
    Gentarozzo
    Livello: 6
    Post: 5592
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da White Wolf

    L'ho preso a 9.90 dando dentro un gioco finito tramite una promo. In compagnia fa esattamente ciò che deve fare...diverte (e molto)...e ci puoi fare delle serate con gli amici...che credo sia l'obiettivo preposto dal gioco. Personalmente gli elargirei un 6,5, in virtù del prezzo esorbitante...altrimenti al prezzo giusto o in bundle con la console un 7 ci stava. Molto meglio era stato Nintendoland in bundle con WiiU, in effetti.
    Nintendoland era uno spasso assurdo in multi... peccato non aver fatto una cosa simile con Switch.
  • White Wolf
    White Wolf
    Livello: 6
    Post: 4275
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    L'ho preso a 9.90 dando dentro un gioco finito tramite una promo. In compagnia fa esattamente ciò che deve fare...diverte (e molto)...e ci puoi fare delle serate con gli amici...che credo sia l'obiettivo preposto dal gioco. Personalmente gli elargirei un 6,5, in virtù del prezzo esorbitante...altrimenti al prezzo giusto o in bundle con la console un 7 ci stava. Molto meglio era stato Nintendoland in bundle con WiiU, in effetti.
  • Lo zio Zen
    Lo zio Zen
    Livello: 1
    Post: 77
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Asuma
    Secondo me doveva uscire solo in digitale con il prezzo di 5 Euro o massimo 10 Euro e la cosa poteva avere un minimo di senso.
    Secondo me invece non doveva uscire a prescindere. Sarebbe stato di gran lunga molto, molto piu efficace un nuovo Wario Ware, e hanno pure il coraggio di farci i bundle. Sarei andato da Nintendo a dirglielo ma non posso, dppotutto, sono loro i japan, ci potevano benissimo arrivare senza sforzi
  • Asuma
    Asuma
    Livello: 5
    Post: 930
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Secondo me doveva uscire solo in digitale con il prezzo di 5 Euro o massimo 10 Euro e la cosa poteva avere un minimo di senso.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.