Speciale Le Specifiche Tecniche di Nintendo Switch

A cura di (DjPralla) del
Tramite il sito ufficiale di Nintendo arrivano delle nuove informazioni per quanto riguarda le caratteristiche tecniche di Switch. Purtroppo non si parla di frequenze, banda passante o qual si voglia riferimento stretto alle prestazioni computazionali della console, ma si tratta di uno sguardo più analitico alla struttura fisica e alla dotazione di input e output.


La Console
Per cominciare abbiamo le dimensioni della console in sé, 102 mm x 239 mm x 13,9 mm che arrivano 28,4 mm nel punto più spesso, dalla punta degli stick analogici alle protuberanze dei pulsanti ZL/ZR. Se andiamo quindi a paragonare la nuova console con la precedente di casa Nintendo, e più nello specifico il solo GamePad (135 mm × 259 mm × 23 mm), si nota come ci sia stato un grande lavoro di ingegnerizzazione perché, là dove c’era solamente un controller costruito per lo più in plastica, ora risiede l’intera console, con tanto di ventole di raffreddamento e un corpo completamente in metallo. Anche il peso è a favore della console convertibile che si ferma a 398 grammi, mentre il controller di WiiU arrivava fino a 491. Scorrendo le altre caratteristiche è possibile notare un WiFi che supporta fino allo standard AC, che assicura quindi la possibilità di collegarsi alla rete tramite la banda di 5 GHz e di conseguenza uno scambio di dati ad alta velocità, in modo da poter sfruttare al meglio le connessioni su fibra ormai in propagazione. Per chi invece non vuole rinunciare alle prestazioni del cavo, potrà collegarsi tramite Lan, ma solo con un adattatore acquistabile separatamente. Per il bluetooth è presente il supporto fino al 4.1, ma non è specificato se potrà essere utilizzato per collegare delle cuffie wireless o verrà impiegato esclusivamente per l’interconnessione con i Joy-con. Restando sul versante audio si segnala l’assenza di un’uscita ottica, in quanto tutto il flusso passerà solamente tramite HDMI. Interessante notare come la descrizione del foro per le cuffie riporti “Per collegare cuffie, auricolari o microfoni comunemente in commercio” in quanto Nintendo ha sempre lasciato intendere che la chat vocale passerà esclusivamente tramite l’applicazione per smartphone, mentre la presenza dell’ingresso compatibile anche con i microfoni fa ben sperare che sia presente anche una forma più standard di comunicazione in gioco. All’infuori delle dovute precisazioni su come sia possibile utilizzare solamente le cartucce per Nintendo Switch e non quelle di altre console, in fondo alla lista spunta la capienza della batteria che è di 4310 mAh, poco sotto alla media dei tablet attualmente in commerci, che infatti può garantire sei ore di utilizzo in gioco, che scendono a 3,5 giocando a The Legend of Zelda Breath of the Wild. Il tempo necessario per fare da zero al massimo della carica, inoltre, è di 3 ore, dove si sarebbe potuto sperare molto meno visto che USB Type-C è diventato noto negli ultimi anni soprattutto per la funzionalità di ricarica rapida. Ultima nota negativa, ma necessaria al fine di avere un prodotto dal look molto più high-tech rispetto ai suoi predecessori, la batteria non è rimovibile e quindi sostituibile; nel caso in cui doveste avere problemi negli anni, sarete costretti a spedire la console a Nintendo che provvederà a sostituire la batteria a pagamento.


La Base
Per quanto riguarda invece la base, che altro non è che un hub USB-C con un involucro che sostiene la console, ci sono due porte USB 2.0 laterali, utili solo per la ricarica del controller Pro, mentre bisogna aprire il retro per rivelare la altre tre porte: la prima è ovviamente un’altra USB-C che questa volta andrà a collegarsi alla presa di corrente, poi c’è una porta HDMI capace di far passare immagini ad un massimo di 1080p a 60 fotogrammi per secondo, mentre per ultima c’è, di nuovo, una porta USB. Quest’ultima sarà 2.0 nel momento in cui estrarrete la base dalla confezione, ma Nintendo pianifica di farla diventare 3.0 con futuri aggiornamenti. Questo significa che gli ingegneri della grande N stanno comunque pensando a un passaggio dati consistente tramite questa porta, lasciando quindi speranza per l’eventuale possibilità di scaricare i giochi su di un hard disk esterno che funzioni così da archivio dal quale attingere i giochi che si vuole portare con sé e lasciare quelli inutilizzati.


I Joy-Con
Anche per i Joy-Con la lista delle caratteristiche tecniche non lascia trasparire grandi novità, ma sottolinea quanto le dimensioni di questi controller siano contenute. All’infuori della dotazione ormai classica di tasti, il Joy-Con sinistro presenta il così detto “Pulsante di cattura” che stando alle informazioni ufficiali servirà a catturare immagini di gioco. Curioso come in questo passaggio non venga ribadito il fatto che in futuro sarà anche possibile catturare video, oltre che alle semplici immagini, visto che sia per quanto riguarda le SD che le USB è stato ben specificato l’arrivo dei nuovi supporti tramite aggiornamento software. Specularmente, sul Joy-Con destro il posto è preso dal tasto Home che, come su WiiU, si illuminerà qualora dovessero arrivare delle notifiche. Oltre a HD Rumble e alla meno chiacchierata telecamera a infrarossi, le specifiche indugiano sulla batteria e sulle relative prestazioni: all’interno dei Joy-Con risiede una batteria da 525 mAh, un quantitativo più che sufficiente a garantire le 20 ore d’autonomia dichiarate, tenendo conto che la maggior parte degli smartwatch garantiscono più di una giornata di lavoro, con batterie poco più piccole e con schermi costantemente accesi. Nonostante la bassa capacità, anche qui i tempi di ricarica paiono particolarmente dilatati, in quanto la carica completa avverrà dopo 3,5 ore. Come già detto per la console, anche per i Joy-Con non è possibile accedere alla batteria e si dovrà quindi fare affidamento direttamente a Nintendo.


I Laccetti e il Grip
Proseguendo la dotazione presente all’interno della confezione, troviamo i laccetti da porre ai Joy-Con quando vengono utilizzati staccati dalla console, in modo tale da evitare di scagliarli contro i televisori come gli albori di Wii ci hanno insegnato. Oltre a una mera funzione di prevenzione, questi laccetti tornano utili perché danno una forma più facilmente raggiungibile ai tasti SR e SL. Per riconoscere velocemente il destro dal sinistro, potrete fare riferimento ai simboli “+” e “-“ posti nella parte alta, che andranno ad affiancarsi alla controparte presente sui Joy-Con. Per ultimo in confezione troviamo il Joy-Con Grip, accessorio nel quale inserire i due Joy-Con al fine di aumentarne l’ergonomia. Oltre alla possibilità di collegare un laccetto nella parte posteriore, purtroppo le specifiche tecniche finiscono qua, in quanto questo Grip non ha una batteria e quindi non ricaricherà i Joy-Con; per questo sarà necessario l’acquisto di un secondo Grip appositamente pensato per la ricarica dei controller.
Recensione Videogioco LE SPECIFICHE TECNICHE DI NINTENDO SWITCH scritta da DJPRALLA Manca un mese ormai alla data d’uscita ufficiale di Nintendo Switch e con questi nuovi dettagli forniti direttamente da Nintendo è possibile farsi un’idea di come si potrà posizionare nei nostri salotti, risolvendo qualche dubbio e ponendo interessanti possibilità per il futuro. Per avere un’infarinatura più dettagliata sulle varie specifiche vi consigliamo di vedere il video di discussione che abbiamo creato per voi.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 40 - Visualizza sul forum
  • Killduke
    Killduke
    Livello: 1
    Post: 9
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Bisogna rallegrarsi, perché di espertoni che vogliono insegnare ai produttori come si fanno le console ne è pieno il mondo. Invece di gente stupida che non le sa fare ce n'è veramente poca...
  • 19andrea75
    19andrea75
    Livello: 5
    Post: 444
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    vi ringrazio Mattepanta e Yodaime
  • Yondaime
    Yondaime
    Livello: 3
    Post: 705
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gentarozzo

    Ho capito... però quello che mi domandavo e ti domandavo... con quelle carateristiche, come pensavi di creare una console che ti permette sessioni lunghe come la PSP?
    non so più come spiegartelo...a me del lato portatile non interessa molto, dico solo che chi farà grande uso in quella maniera con sessioni di gioco simili alle mie ma in mobilità valuterà se è soddisfatto della batteria. la risposta originale era riferita ad un utente che chiedeva chi mai farebbe sessioni da oltre 3,5 ore.
  • Gentarozzo
    Gentarozzo
    Livello: 6
    Post: 5592
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Yondaime

    non ho fatto paragoni con la PSP, non ho fatto alcun commento sulle specifiche della console, ho solo parlato di sessioni di gioco e citato la PSP in funzione del gioco Monster Hunter per via del tempo che gli ho dedicato. se uno fa sessioni di gioco lunghe e prevede di usarla molto in modalità portatile credo che valuterà la durata della carica per quelle che sono le sue esigenze e modi d'uso.
    Ho capito... però quello che mi domandavo e ti domandavo... con quelle carateristiche, come pensavi di creare una console che ti permette sessioni lunghe come la PSP?
  • mattepanta
    mattepanta
    Livello: 5
    Post: 1642
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Minollo64

    Dopo sei mesi di che la usi quasi tutti i giorni per circa 2 ore quanto durerà? E' questa la lamentela, o meglio, il grosso punto interrogativo.
    Le batterie al litio non hanno effetto memoria, quindi ricaricarla tutti i giorni non avrà effetti nocivi ( sempre meglio evitare le ricariche dal 2% al 100% comunque). Basti pensare ai cellulari, a come li "maltrattiamo". E nonostante tutto non è che dopo 6 mesi butti la batteria... Hanno solamente un degrado temporale, cioè tendono a perdere pian piano capacità massima (si parla di percentuali relativamente importanti giusto se caricate al massimo e lasciate a temperature elevate senza utilizzarle, che è la situazione peggiore, quindi molto meno in condizioni normali)
  • mattepanta
    mattepanta
    Livello: 5
    Post: 1642
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da 19andrea75

    ciao una domandina , ma per ricaricare la console in modalità portatile , sarà necessario staccare l'alimentatore dalla base, o si potrà ricaricarla anche con il carica batterie della maggioranza dei cellulari attuali? ciao a tutti
    Basta una qualsiasi alimentazione da mandare in input dalla presa usb-c, come quello dei cellulari
  • Yondaime
    Yondaime
    Livello: 3
    Post: 705
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da 19andrea75

    ciao una domandina , ma per ricaricare la console in modalità portatile , sarà necessario staccare l'alimentatore dalla base, o si potrà ricaricarla anche con il carica batterie della maggioranza dei cellulari attuali? ciao a tutti
    a quanto ho capito la ricarica si fa con l'alimentatore in dotazione posizionando la console nella dock, oppure può essere fatta tramite usb type C anche console alla mano ma a giudicare dalle descrizioni non mi pare che la console abbia una sua specifica porta per collegare un alimentatore per ricaricarla diversamente. vediamo però se qualcuno ha più chiara la questione.
  • Yondaime
    Yondaime
    Livello: 3
    Post: 705
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gentarozzo

    Sono confuso dalla tua risposta. Ho solo detto "perché usi la psp come paragone?" molto semplicemente.
    non ho fatto paragoni con la PSP, non ho fatto alcun commento sulle specifiche della console, ho solo parlato di sessioni di gioco e citato la PSP in funzione del gioco Monster Hunter per via del tempo che gli ho dedicato. se uno fa sessioni di gioco lunghe e prevede di usarla molto in modalità portatile credo che valuterà la durata della carica per quelle che sono le sue esigenze e modi d'uso.
  • 19andrea75
    19andrea75
    Livello: 5
    Post: 444
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    ciao una domandina , ma per ricaricare la console in modalità portatile , sarà necessario staccare l'alimentatore dalla base, o si potrà ricaricarla anche con il carica batterie della maggioranza dei cellulari attuali? ciao a tutti
  • Gentarozzo
    Gentarozzo
    Livello: 6
    Post: 5592
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Yondaime

    il tuo è il miglior commento di sempre, ti stimo per questo . parlavo di durata delle sessioni di gioco e sei riuscito ad intuire miei ipotetici risentimenti nei confronti delle specifiche tecniche. marca della tua sfera di cristallo? P.S. io sono molto interessato e la console l'ho anche prenotata
    Sono confuso dalla tua risposta. Ho solo detto "perché usi la psp come paragone?" molto semplicemente.
  • Yondaime
    Yondaime
    Livello: 3
    Post: 705
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Gentarozzo

    Io... ad ogni modo non capisco i vostri paragoni. PSvita o PSP che siano hanno uno schermo da 6,2? Non mi pare... per quanto riguarda la sola PSP non è nemmno touch. Entrambe le console SONY non penso proprio abbiano le stesse prestazioni hardware e TUTTE queste cose assieme scaricano la batteria in maniera spaventosa (specialmente lo schermo). Creare una portatile richiede equilibrio... peso, schermo, illuminazione, prestazioni, caratteristiche, batteria... probabilmente Switch offrirà una pessima esperienza nel tempo, ma le specifiche su carta a me sembrano ottime.
    il tuo è il miglior commento di sempre, ti stimo per questo . parlavo di durata delle sessioni di gioco e sei riuscito ad intuire miei ipotetici risentimenti nei confronti delle specifiche tecniche. marca della tua sfera di cristallo? P.S. io sono molto interessato e la console l'ho anche prenotata
  • bonsetter
    bonsetter
    Livello: 1
    Post: 20
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    [QUOTE]cosa avrebbe sbagliato? ha provato la console? sai come ci girano i giochi? per voi Nintendo fa sempre le cose sbagliate.... me ci gioco la mano che il tuo problema e l'ennesimo problema di chi sfotte nvidia tegra senza neanche avendolo mai usato uno. bah.[/QUOTE] Una mano persa. Non leggo nella presentazione dei dettagli tecnici l'allocamento per la sim, necessaria per giocare online in mobilità. Ah non c'è. Delirante. Assolutamente delirante. Non leggo di funzioni tablet, elementari nel presentare un prodotto che chiaramente strizza l'occhio alla modernità e alla portabilità. La batteria è inferiore a quella dei tablet che non devono far girare un gioco come Zelda. Cosa ci voleva a metterne una con maggiori prestazioni (anche velocità di ricarica)? Parliamo dell'assenza della chat vocale? E no, la cosa ridicola dell'app su smartphone è meglio non citarla neanche. Si fa più bella figura a dire che la chat vocale non c'è e basta. Parliamo in definitiva del messaggio merce di questo prodotto: se uno vuole una console e giocare su grande schermo, la feature è sprecata. Se uno vuole una console portatile, vuole durabilità e giochi di un certo tipo e qua non sembrano per ora esserci. E' di fatto una console casalinga che puoi portarti anche a spasso. Tutti sognavano di giocare videogames a spasso su 6 pollici quando il mercato delle tv ora viaggia su dimensioni 50+ e ultra hd. Ma finalmente potremo giocare giochi che fanno dell'atmosfera e dello stile (Zelda ad esempio) su 6 pollici sul pullman. E ci sarebbero altri particolari di cui discutere che sono assurdi ma credo di aver detto abbastanza. Io la comprerò, perchè a Mario e Zelda ci devo giocare, e sono sempre stato amante di Nintendo più di chiunque per il suo software, disprezzo invece Sony e Microsoft. Ma le console Nintendo non le sa più fare, facesse il software su altre console a questo punto. Questo Switch nasce vecchio e "stupido" (la cosa delle usb 2.0 che con aggiornamenti diventeranno 3.0 cosa può essere se non stupidità pura?). Non vecchio per la gpu di cui frega nulla. Ma perchè dopo la batosta di Wii U, va a ripetere gli stessi errori trascurando del tutto le indicazioni del mercato e il buon senso. Tutto sbagliato, come dicevo.
  • DjPralla
    DjPralla
    Livello: 7
    Post: 5
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da tadzio75

    non menzionate affatto che tipo di chip. Nell´articolo precedente molto vaghi "Tegra" (quale?), adesso nemmeno lo menzionate. Mi pare essere una articolo molto povero, ma forse non avete ulteriori dati a riguardo (e va detto esplicitamente, se non li avete
    Mi spiace ma purtroppo Nintendo è sempre stata estremamente ermetica per quanto riguarda questi dettagli, quindi si dovrà aspettare l'uscita è un analisi dettagliata dei componenti una volta aperta. Lo scopo di questo approfondimento è quello di analizzare un po' i dati tecnici ufficiali come le dimensioni, le porte e le varie compatibilità. Quando ne sapremo di più torneremo a parlarne, per ora è un vaghissimo Tegra. Che poi io personalmente penso che sia un X1 non più di tanto modificato, è un'altra cosa.
  • ciccio357
    ciccio357
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da XCOM

    mmm diciamo che l'unica cosa che non mi convince sono le batterie fisse che non si possono sostituire per il resto andrebbe più che bene,parlo al condizionale perchè bisogna vedere la potenza da questo dipende lo sviluppo di terze parti,se non è abbastanza potente molti sviluppatori ci penseranno bene prima di produrre un gioco,naturalmente tutto cambia se la console ha un enorme successo,tutto è relativo,quello che è certo è che Nintendo stessa disse vediamo come và quando ancora non si sapeva niente ed è chiaro che il fattore sorpresa serve a favore di un aquisto sul momento,se ci pensiamo bene una miriade di persone là comprerà a prescindere,molti al day one senza nemmeno conoscere il parco titoli,una volta dicevo beati loro,quando ero bambino crescendo ho capito il valore di un aquisto,tu non compri un prodotto ma lò certifichi come qualità anche per il futuro,questo significa che tutto quello che passa oppure non dipende da noi,in gran parte le aziende non si preoccupano più quando riescono almeno a saldare il bilancio senza finire in rosso poi se ti ritrovi una console senza giochi puoi lamentarti quanto vuoi ma si chiamano scelte e sono libere.
    E ridaglie con ste batterie fisse .... Smartphone , Tablet top di gamma di svariate marche sbagliano tutti ...... E ci risiamo anche con la storia della potenza vs terze parti... Ma ora dico ogni giorno una notizia di un gioco in sviluppo ad oggi si parla di circa una sessantina di giochi molti entro il 2017 ..e ancora devo leggere questa roba? La nuova nintendo non gareggia con le altre due consolle ma corre una gara a se , di conseguenza molti dei giochi presenti su PC e PS4 e XBox probabilmente non vedranno mai la luce su Switch e quei pochi che lo faranno avranno una grafica inferiore , la nintendo avrà un parco giochi di terze parti più che buono ( dai rumor che si leggono ogni giorno) ma adatti al tipo di macchina . Personalmente la comprerò e giocherò con i miei figli come ho sempre fatto con le consolle nintendo ..e quando il gioco si fa duro ci pensa il mio PC..

  • Livello: 1
    Post:
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da bonsetter

    Tutto. Nintendo ha sbagliato tutto lo sbagliabile. E mi duole molto dirlo
    cosa avrebbe sbagliato? ha provato la console? sai come ci girano i giochi? per voi Nintendo fa sempre le cose sbagliate.... me ci gioco la mano che il tuo problema e l'ennesimo problema di chi sfotte nvidia tegra senza neanche avendolo mai usato uno. bah.
caricamento in corso...
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.