Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Mario Kart 8 Deluxe

Mario Kart 8 Deluxe

Torniamo in pista

Provato
A cura di del
Mario Kart 8 è per Nintendo una delle più grandi dimostrazioni di come un brand vissuto possa continuare a brillare, anni di distanza dall’uscita dell'originale, se supportato da un ottimo lavoro di restyling e ammodernamento. Ovviamente un gioco di tale calibro, poco sfruttato a causa delle vendite della console di riferimento, doveva ritrovare nuova luce in un contesto che gli permettesse di brillare maggiormente. Questo contesto si chiama Switch, una console che attraverso la sua estrema duttilità può esibirsi in ogni forma e colore di multiplayer: competitivo e cooperativo, online e locale. Viene da sé convincersi che, una volta approdati a questo connubio, entrambi possano finalmente esaltarsi.

Tutti i contenuti e un comparto tecnico aggiornato
Durante la prova a Londra siamo riusciti a effettuare tre partite in totale, due nella modalità Gran Prix e una invece nella nuova rivisitazione della modalità battaglia con i palloncini. La prima l’abbiamo giocata in 8 attorno un tavolo, tutti con il proprio Switch, tutti collegati fra di loro in wifi. Non ci sono stati rallentamenti di alcun tipo e le partite sono filate assolutamente lisce. In questo caso la configurazione non prevedeva altra strumentazione se non quella della console nella sua forma handheld. Mario Kart 8 Deluxe ci è stato detto girasse a 720p a 60fps sullo schermo portatile e 1080p sempre a 60fps su quello collegato alla dock. Il risultato in entrambi i casi ci ha convinto parecchio; il miglioramento grafico è tangibile rispetto alla versione su Wii U, e questo è solo una delle varie aggiunte che troveremo in questo Mario Kart 8 Deluxe. Troveremo anche tutti i contenuti aggiuntivi che sono stati rilasciati sulla versione originale, quindi tutti i veicoli, i personaggi e i circuiti. A questi poi ne sono stati aggiunti degli altri così da renderlo davvero completo e definitivo: il ragazzo e la ragazza Inkling di Splatoon, Re Boo, Tartosso e Bowser Junior, solo per citare i personaggi, periferia urbana e kartodromo, palazzo di Luigi e percorso di guerra 1, per quanto riguarda i percorsi.

Qualche novità pratica
C’è anche una modifica al gameplay, leggera nel nome ma pesantissima nei fatti, ovvero l’aggiunta di un secondo oggetto da tenere in serbo prima di colpire, fra questi ritroveremo poi vecchie conoscenze come Boo e la piuma. Le già instabili posizioni durante la gara ora cambieranno da un momento all’altro ancora più facilmente e fino all’ultimo ogni posizione rimarrà tutto fuorchè certa. Per ultima, la novità più interessante relativa ai contenuti, ovvero le due nuove modalità battaglia: palloncini e Bob-omba a tappeta. Abbiamo avuto modo di provare la prima che si è svolta in una mappa indicativamente simmetrica (così ci è parsa), ambientata nella periferia urbana di Splatoon – i cui personaggi, come già detto, troveremo nel roster. Su e giù per salite e discese, ci siamo persi nel gioco rilasciando oggetti per azzerare i palloncini dei nemici. Una volta ultimati quelli di un personaggio la partita termina e si calcolano eliminazioni e palloncini rimasti, andando a stilare la classifica finale.

Switch è il centro di tutto
Oltre a quello che abbiamo detto, la grande evoluzione di Mario Kart 8 Deluxe è da riscontrare proprio nelle capacità di Switch. Abbiamo giocato in molte delle configurazioni disponibili per il multiplayer: in due su una stessa console con lo schermo portatile con i due joycon, in due con la dock uno con il controller pro e l’altro con un joycon, singolarmente con la console handheld. In tutte le configurazioni abbiamo sempre avuto la sensazione di giocare al meglio. Dobbiamo comunque fare due appunti: il primo sulla dimensione e il posizionamento dei tasti dorsali del joycon nel suo orientamento orizzontale, da metabolizzare in quanto insoliti e diversi dagli altri che troviamo sulla console. Il secondo sulla possibilità di giocare in quattro sullo stesso schermo, tecnicamente possibile, ma in fin dei conti poco pratica data la diagonale di 3,1” che avrebbe ciascuna delle quattro sezioni.
  • [+] Mario Kart 8, versione definitiva
    [+] Sembra pensato per Switch
    [+] Comparto tecnico aggiornato

Mario Kart 8 è un gioco che, a pensarci bene, sembra un vestito disegnato perfettamente sulle misure di Switch. Il porting di questa versione Deluxe appare dunque ben più che giustificato, soprattutto considerata la formula che arricchisce il gioco originale di tutti i DLC e di altri nuovi elementi sia lato contenuti sia lato gameplay. Le potenzialità multiplayer sembrano infinite e il rivisitato comparto tecnico spinge il titolo a 1080p 60fps con la dock collegata. Purtroppo non troveremo questo titolo al lancio, ma potremo metterci le mani sopra solamente dal 28 aprile.

0 COMMENTI