Recensione di Space Invaders Extreme 2

Copertina Videogioco Space 2 Nds
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Sparatutto
  • Data uscita:

     Autunno 2009
- Buon comparto grafico ed ottimo sonoro
- Divertente e frenetico
- Buona longevità, se vi prenderà.
- Alcune fasi leggermente confuse
- Non per tutti
A cura di (Jack Right) del
Space Invaders (Supēsu Inbēdā in Giappone), è probabilmente uno dei giochi arcade più imitati e geniali della storia videoludica. Datato 1978, e creato da Toshihiro Nishicado, pioniere e uomo importantissimo di Taito, si basava su di un concept molto semplice, che i più giovani tra voi forse non hanno mai avuto la possibilità di sperimentare. In realtà, giocando un qualsiasi sparatutto ad ambientazione spaziale (ma non solo), dovremmo tener conto che esso è soltanto una delle migliaia di evoluzioni che il capolavoro Taito suggerì alla concorrenza. In pratica in Space Invaders controllavate una navicella (in realtà una specie di triangolo arrotondato) che poteva essere spostata solo a destra e a sinistra. Dotata di un cannone, era suo compito (e quindi vostro) distruggere le orde di alieni che dall’alto si sarebbero progressivamente avvicinate per distruggervi. Ogni tanto un disco volante attraversava la parte alta dello schermo; colpendolo, avreste guadagnato più punti. Queste dinamiche restano invariate (pur arrcchendosi notevolmente) in Space Invaders Extreme 2, seguito del noto Space Invaders Extreme, buon titolo da cui questo seguito pare riprendere molte delle dinamiche peculiari.

Spara, spara, spara!!
Le modalità di gioco a disposizione del giocatore sono tre: Attacco a punti, Attacco a tempo e Multigiocatore. Attacco a punti è la modalità principale, poiché ricalca in maniera maggiore l’originale spirito del gioco. Totalizzare un punteggio altissimo e vedere di conseguenza il proprio nome sul ranking giornaliero era, insomma, la massima aspirazione del classico giocatore di Space Invaders. Attraverso questa modalità, che è poi una sorta di campagna, affronteremo svariati stage di seguito e senza sosta, onde arrivare allo scontro finale con il sempre cubettoso boss finale. Il software salverà automaticamente ogni vostro progresso ma, se perderete tutte le vite a vostra disposizione, ricomincerete da capo il livello. Incrementerete i vostri punteggi effettuando, come nel precedente capitolo, le famose combo. Colpendo quattro o più nemici dello stesso colore, otterrete cannoni più potenti. Una delle armi che maggiormente vi darà grande soddisfazione distruttiva sarà il cannone derivante dagli alieni blu. Esso sarà costituito da un temporaneo e continuo “getto” di fuoco blu da indirizzare contro i nemici. Quest’arma rallenterà notevolmente la vostra navicella, ma difficilmente lascerà qualcosa ancora libero di scorrazzare sullo schermo. Interessante anche l’arma derivante dagli esseri spaziali verdi: il vostro cannone sparerà colpi verdi molto più potenti e vasti del normale. Altre armi salteranno fuori durante le battaglie, ed alcune saranno davvero originali e divertenti.
In secondo piano (sul primo schermo) si staglieranno spesso altri nemici, più grandi dei principali, che non sarà necessario per forza distruggere. Essi rappresenteranno in pratica una sorta di “minigioco complementare al gioco principale”, e la loro distruzione comporterà pertanto punti aggiuntivi e modifiche nella situazione di gioco principale.
Molte saranno le trovate interessanti che, giocando a Space Invaders Extreme 2, certamente troverete, e queste non faranno che assegnare un valore aggiunto al vostro divertimento. La modalità “attacco a punti” potrà essere giocata anche in modalità facile, dove i nemici saranno meno agguerriti ed il numero dei vostri cannoni infinito. Molto frenetico sarà poi “l’attacco a tempo”, simile in quanto a dinamiche all’attacco a punti, ma basato maggiormente sulla velocità di sterminio delle orde. Le opzioni vi consentiranno di cambiare la luminosità dello schermo, la distanza tra i due schermi, abilitare o disabilitare gli effetti e modicare il numero di cannoni a propria disposizione. La modalità multi giocatore del titolo prevede uno scontro con un amico con WiFi, o sfide VS contro chiunque nel mondo si connetta tramite WFC. Purtroppo al momento della recensione non abbiamo trovato molti sfidanti in rete.

Techno e Psichedelia
L’aspetto tecnico del gioco è probabilmente quello più interessante. Se da un lato i nemici, i boss e la vostra stessa navicella non sono un granchè, essendo spesso cubettosi ed animati in maniera molto semplice, dall’altro certe esplosioni, giochi di luce ed effetti rendono quest’esperienza di gioco davvero unica. I motivi grafici che sottintenderanno il vostro giocare, si riveleranno davvero appaganti anche se, un certo sfoggio di virtuosismo grafico negli sfondi spaziali che affronterete, a volte rischierà di rendere l’azione un po’ confusa. Beneinteso: le astronavi nemiche, i colpi da esse sparati e i vostri saranno sempre ben visibili e raramente potrà capitarvi di perdere una partita a causa dell' estrema confusione nello schermo ma, detto ciò, un rincorrersi a volte eccessivo di animazioni in background renderà un po’ problematici certi passaggi.
Le musiche Techno ben si sposano con la frenesia dell’azione: i vostri spari produrranno suoni che si sommeranno (come nel primo episodio del resto) alle musiche, così da generare una perfetta sintonia grafico-sonora. Del resto stiamo parlando di un gioco prodotto da Square Enix, una certa mancanza di inventiva e creatività ci sarebbe parsa quantomeno strana.
Recensione Videogioco SPACE INVADERS EXTREME 2 scritta da JACK RIGHT Space Invaders Extreme 2, pur non discostandosi troppo dal primo capitolo (uscito circa un anno fa) può tranquillamente essere definito come un gioco di buon livello. Rispetto all’Extreme 1, offre una serie di nuovi stage (un buon numero), nuove musiche capaci di proiettarvi ancora di più nell’atmosfera atipica ed unica del titolo, nuove armi, nuovi ed agguerriti nemici ed un design simile al precedente, ma migliorato. Detto questo, e ribadito che la longevità del gioco è alta anche in virtù dei fattori rigiocabilità e multiplayer, non ce la sentiamo di consigliarlo a tutti. La dinamica ludica che lo sottende è in fondo molto semplice: valutando attentamente si tratta di sparare muovendo il cannone a destra e a sinistra. Ricordando che la genialità stà spesso nella semplicità, ed apprezzando notevolmente il lavoro svolto dagli sviluppatori, vi esortiamo, se non avete mai provato uno dei titoli della serie, a cercare di provarlo prima di procedere con l’acquisto.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.