Recensione di Giulia Passione Maestra: In gita Scolastica

Copertina Videogioco Giulia in gita
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Simulazione
  • Distributore:

     Ubisoft Italia
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1,4 : 3+
  • Data uscita:

     Disp.
- Adatto ad un pubblico di piccolissimi
- Adatto per ripassare nozioni scolastiche di base
- Grafica e sonoro puliti e chiari
- Non molto longevo
- Dopo un po' ripetitivo
A cura di (Jack Right) del
Dopo il successo del recente Giulia Passione Maestra, Magic Pocket ed Ubisoft lanciano questo In gita scolastica. La serie Giulia è una delle più vendute su Nintendo DS e, seppure la qualità generale della stessa sia piuttosto bassa, alcuni episodi valgono certamente più di altri. Il “passione maestra”, ad esempio, ci stupì in virtù della sua carica educativa che si esplicava anche attraverso la scelta di consigliare ai propri alunni la strada scolastica da seguire. Il software non era ovviamente un trainer scolastico particolarmente complesso, ma le buone intenzioni degli sviluppatori ci spinsero ad assegnargli la sufficienza. Scopriamo assieme se questo “seguito” potrà godere dello stesso trattamento.

Care gite scolastiche…
In realtà non si tratterà di una gita scolastica vera e propria, quanto piuttosto di lezioni extrascolastiche in una sorta di campo scuola. Impersonerete la maestra Giulia e, attraverso una serie di missioni, allenerete la vostra classe in modo possa vincere il premio settimanale contro le altre. Interrogando i ragazzi, il software vi proporrà una domanda, e sceglierete quale bambino dovrà rispondere; i bambini che alzeranno spontaneamente il braccio vi garantiranno più punti. A volte dovrete badare alla classe: i bambini parleranno, giocheranno, si faranno i dispetti o, addirittura, balleranno sul tavolo (a volte le loro azioni vi strapperanno qualche risata) e starà a voi, “richiamandoli” con lo stilo, placarli. Attenzione però a non richiamare un alunno che in quel momento non stà comportandosi male o perderete punti. Altra prova sarà la gara di corsa: scelto il bambino che vorrete far cimentare nella prova dal vostro team, dovrete incoraggiarlo a correre più veloce possibile applaudendolo e facendo il tifo. Effettuerete queste azioni attraverso l’interazione con il Touch Screen ed eseguendo convenientemente certi movimenti. Vincendo le gare otterrete, oltre ad un uno dei sette pezzi della mappa del tesoro settimanale, anche una bandiera: vincendone 40 sbloccherete il trofeo corrispondente. Durante la notte dovrete assicurarvi che i bambini dormano. Saranno divisi in 3 stanze ed entrando in ciascuna di esse verificherete che non siano ancora svegli. Se li troverete in piedi potrete fischiare sul microfono e ricomporli. Vostro compito sarà, inoltre, spegnere la luce e cercare con la torcia eventuali oggetti che nascosti dai nottambuli pargoli. Compiendo bene questo tipo mi mansioni otterrete i premi, come ad esempio caramelle per incoraggiare i bambini il giorno seguente nelle attività.
Divertente sarà la fase del “compito in classe”: Dopo aver consegnato i fogli agli studenti, dovrete badare attentamente che essi non sbircino sotto al tavolo i foglietti (o dal compito del vicino di banco). Superata questa fase passerete alla correzione: sceglierete un fanciullo e verificherete con lo stilo le risposte da lui date. Infine gli metterete una sorta di voto. In questa fase sarà opportuno non sbagliare o saranno persi punti. Le prove saranno svariate, vi sarà ad esempio l’arrampicata, in cui dovrete, dopo aver scelto quattro bambini, aiutarli a salire stando bene attenti a non farli cadere. Dopo che tre freccie si saranno disegnate sulla testa degli allievi, essi scivoleranno. Occorrerà pertanto attenzione e tempismo. I minigiochi, insomma, sono presenti in buon numero e discreta varietà, ovvio che alla lunga il titolo annoierà il giocatore. La componente educativa di Passione Maestra è stata un po’ smorzata da minigiochi di carattere pratico, come la corsa, ma questo rende il titolo un poco più dinamico del precedente.

Un campo scuola a misura di bambino
La veste grafica del gioco è molto semplice, ma funzionale. Le animazioni dei ragazzi sono volutamente immediate, gli scenari colorati e divertenti. Senza dubbio si sarebbe potuto fare molto di più, ma forse gli sviluppatori di Magic Pocket hanno avuto a cuore maggiormente l’immediatezza visiva che, per un bambino, è comunque importante. Il tutto ricorda un libro colorato e sicuramente, nella sua estrema semplicità, sarà apprezzato dai più piccoli.
Il titolo si dedica a bambini di età molto piccola, ed anche le musiche sono in linea con questo tipo di progetto.
Recensione Videogioco GIULIA PASSIONE MAESTRA: IN GITA SCOLASTICA scritta da JACK RIGHT Anche questa volta siamo piuttosto soddisfatti. Il valore educativo del titolo, unito ad una componente “action” più marcata rispetto al precedente Giulia passione Maestra, lo rende un gioco tutto sommato consigliabile ai bambini (soprattutto bambine) piccoli. Tramite esso ripasseranno alcune nozioni base in materia scolastica e godranno di un gioco carino che, senza tanta superbia, mostrerà loro il lato più bello dell’attività scolastica.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.