Recensione di Pictoimage

Copertina Videogioco Pictoimage
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Puzzle game
  • Data uscita:

     Agosto 2008
- La versione videoludica di Pictionary!
- Ben fatta la modalità multiplayer
- Imparare a disegnare è divertente
- Semplice ma curato
- Non adatto a tutti
- Limitato in virtù della sua stessa struttura di base
A cura di (Benenath) del
Cosa è Pictionary? Si tratta di un gioco di società, non molto famoso a dire il vero, ideato nel 1985 che consiste nel decifrare dei disegni ed indovinare cosa rappresentano. Ecco, questo è proprio l’obiettivo di Pictoimage, nuovo titolo di Sega che vuole riproporre, videoludicamente parlando, il famoso gioco da tavolo sul doppio schermo di Nintendo DS.

Indovina un po’ che cosa ho disegnato!
La struttura di Pictoimage è abbastanza semplici. Il simpatico e coloratissimo menu del gioco sviluppato da Sega ci mette subito di fronte ad opzioni single player e multiplayer. Soffermandoci prima su quelle dedicate al giocatore singolo, le modalità di gioco permettono di cimentarsi subito con il Pictoimage, dove l’obiettivo è indovinare cosa hanno disegnato giocatori di tutto il mondo e di tutte le età per un totale di 201 tavole. Durante questa sessione di gioco i due schermi della console assumono funzionalità differenti: quello superiore mostrerà, poco per volta, il disegno da indovinare; mentre in quello inferiore andrete a scrivere, con il pennino, la figura che secondo voi è rappresentata dallo schizzo. A seconda dei tentativi utilizzati per indovinare otterrete un certo numero di punti che, sommandosi, vi regaleranno, ad un punteggio prefissato, nuovi accessori per la modalità “Galleria”.
Infatti, oltre a questo, Pictoimage offre delle vere e proprie lezioni di disegno su figure più o meno semplici come animali, oggetti, cibo e altro, con un ottimo tutorial che vi segue passo per passo nelle vostre realizzazioni. “Imparare” a disegnare certe figure non comporterà solo una sorta di soddisfazione personale, ma vi permetterà anche di realizzare ottimi disegni nella modalità “Galleria”, ove vi viene permesso di disegnare liberamente per poi salvare il vostro capolavoro nella memoria della cartuccia. L’utilizzo del touch-screen per realizzare le tavole non presenta grossi problemi risultando anzi molto preciso e raramente frustante nel caso in cui qualcosa dovesse sfuggirvi. Inoltre, le lettere dell’alfabeto vengono riconosciute facilmente dal software di gioco. Parlando invece delle modalità multiplayer in locale e wireless, esse hanno il merito di incrementare un po’ il fattore longevità, ovviamente già limitato per la natura stessa del prodotto. In “Pictoimage per Due”, che si svolge su una console, due giocatori a turno disegneranno una figura, suggerita dalla CPU, la quale dovrà poi essere indovinata dal concorrente entro un limite di tempo prefissato.

Un gioco per tanti
Il meglio viene però dalla modalità wireless fino ad otto giocatori, divisa in ben cinque differenti tipologie di gioco:

-Gioco Classico: Un giocatore disegna e gli altri indovinano, per un massimo di otto partecipanti.
-Gioco a squadre: I giocatori si dividono in coppie per sfidarsi, dedicato a quattro, sei o otto partecipanti.
-Gara immagini: I partecipanti lavoreranno insieme per aiutare la CPU a terminare il disegno.
-Gioco a punti: Un numero che va da 3 ad 8 giocatori deve rispondere velocemente per scalare la classifica
-Passaparola: Un lavoro di squadra dedicato al disegno con l’utilizzo del passaparola.

E' necessaria una sola cartuccia di gioco e tanti DS quanti sono i vostri amici.

Disegno e disegno
Per quanto riguarda il comparto tecnico, la grafica non risulta un aspetto determinante vista la particolare struttura del gioco. Possiamo comunque dare un parere solo sull'aspetto del menu, che risulta allegro, colorato e ben curato.
Il onoro semplice, ma adatto, temi musicali rilassanti e dolci perfetti per una bella sessione di disegno magari in un noioso pomeriggio autunnale o prima di andare a letto la sera.
Recensione Videogioco PICTOIMAGE scritta da BENENATH Del titolo non c’è molto altro da dire, perché effettivamente quello che offre è già stato tutto esaminato in sede di recensione. Il nostro parere è che Pictoimage indubbiamente merita la sufficienza, perché comunque raggiunge facilmente il suo obiettivo e propone anche delle simpatiche alternative ludiche e una modalità multiplayer ben fatta e studiata. Certo il target di pubblico è limitato a chi ama il disegno o il gioco da tavolo, ma si tratta comunque di un party game divertente e che non lascerà deluso nessuno. Una piccola perla che vi consigliamo almeno di provare, perlomeno per un tributo alle nobili e mai dimenticate arti del disegno.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.