Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Disney Friends

Disney Friends

Amici da accudire !

NDS

Puzzle game

Disney Interactive

disponibile

A cura di del
Quando Nintendo propose sul mercato Nintendogs, difficilmente avrebbe mai potuto pensare di creare un brand che sarebbe stato così imitato: Catz, Tigerz, My Horse e Me sono solo alcuni dei molteplici esempi che potremmo fare a conferma di questa realtà. Il titolo che si andrà ad analizzare, Disney Friends, si accosta a questo genere con una particolarità interessante che potrebbe piacere anche ai non appassionati di questo genere di giochi.

Volare verso la fantasia
La vostra avventura incomincerà quando Campanellino, la fedele fatina di Peter Pan, busserà alla finestra e vi esorterà a volare via con lei. Durante il viaggio, che si concluderà al castello della Bella Addormentata, vi spiegherà il perché di questo fantastico viaggio: siete stati scelti come Guardiani. Ma di cosa? Semplice, dovrete accudire personaggi fantastici provenienti dal mondo Disney. Andando con ordine, vi prenderete cura di alcuni rappresentativi personaggi di questo favoloso universo: l’alieno con tre occhi di Toy Story (che fungerà da tutorial), Stitch, Doris, il pesce blu di ‘Alla ricerca di Nemo’, Winnie The Pooh e il piccolo Simba, protagonista de ‘Il Re Leone’. Il vostro compito sarà quello di accudire questi simpatici personaggi e vi sarà possibile farlo in diversi modi. Potrete impiegare lo stilo con il quale accarezzare il protagonista di turno sfregando il touch screen e nutrirlo, farlo giocare, portarlo a nanna oppure accedere ad un comodo menù dove trovare giocattoli e frasi con cui interagire con lui. Lo farete divertire anche tramite alcuni mini – giochi (come suonare il banjo o colorare alcuni album virtuali) ma lo potrete anche richiamare nel caso faccia qualcosa di sbagliato picchiando con il pennino sul touch screen. Ricordate questa regola: mai esagerare. Se lo punirete troppo infatti, difficilmente seguirà i vostri ordini e cercate di non tenerlo sveglio fino a tardi. Il tempo è scandito come nella realtà dall’orologio interno della console e, pertanto, durante i vari orari della giornata sarete chiamati a portare a termine operazioni per curare al meglio il vostro eroe, come dargli il cibo nelle ore dei pasti o farlo andare a dormire la sera. Per aiutarvi nei vostri intenti gestionali, Disney Friends vi offre l’occasione di impiegare il microfono per comunicare con il personaggio Disney di turno tramite semplici comandi: Ciao, Arrivederci, Amico e via dicendo. Insomma, si tratta di un dialogo ridotto all’osso ma di sicura comprensione da parte della controparte virtuale. Ogni volta che il personaggio sarà circondato di stelle, riempirete una barra che andrà ad incrementare i vostri punti guardiano (tramite i quali acquisirete nuove opportunità di gioco). Campanellino resterà sempre con voi e in ogni momento potrete accedere al suo negozio per acquistare alcuni extra come giocattoli, gadgets e cibo (tutto aggiornabile con la connesione Nintendo Wi-fi). Tutto si potrà comprare tramite le monete D cumulabili tramite l’aumento del prestigio guardiano e la vittoria nei minigiochi. Tutto quello che abbiamo scritto finora vi farà pensare che il gameplay è quasi identico a quello di Nitnendogs. Medesime opportunità e stesso impiego del pennino e del microfono fanno di Disney Friends l’unica alternativa davvero valida, in questo campo, al colosso canino di Nintendo. Sono presenti alcuni difetti, e il primo riguarda proprio l’interazione vocale con il personaggio accudito dato che i comandi permessi dal microfono, seppur sbloccabili in seguito, sono davvero pochi. Anche i personaggi, seppur perfetti nei movimenti e nella caratterizzazione (Stitch è fenomenale), sono forse un po’ pochi e non riescono a garantire molte ore di divertimento dedicate, comunque, principalmente ad utenza giovane. La precisione del pennino, unita ai comandi che vi permetteranno di muovervi tramite una visuale in soggettiva nelle stanze del castello, forniscono una buona combinazione in grado di fare di Disney Friends un titolo accessibile a chiunque.

Un viaggio nella fantasia
L'apparato grafico può essere identificato su due piani distinti: uno che caratterizza i personaggi e un’altro che si occupa delle ambientazioni. Partendo dal primo, che è anche il migliore, non potrete non notare come i personaggi qui rappresentati siano ben realizzati, divertenti e riescano a trasmettere, tramite i poligoni che li compongono e le texture che li coprono, tutta la tenerezza vista nei cartoni animati. Sicuramente i programmatori hanno fatto molta attenzione a non commettere sbagli nel campo grafico facendo leva sul fatto che numerosi giovani utenti avrebbero sicuramente apprezzato maggiormente un titolo in cui i loro beniamini apparivano ben fatti. Le ambientazioni sono fiabesche e colorate ma forse un po’ troppo limitate per quanto riguarda la vastità. Nonostante questo difetto e le texture un po’ sgranate, la grafica ambientale compie bene il suo lavoro di contorno nella gestione del vostro piccolo amico.
Il comparto sonoro può fare sponda sull’impiego delle voci dei personaggi che risponderanno ai vostri ordini. A parte questa caratteristica, la colonna sonora resta un po’ anonima e priva di profondità. La domanda viene da sé: dove sono le colonne sonore splendide degli originali film Disney? Questa lacuna potrà comunque passare in secondo piano se l'atmosfera del titolo vi attirerà a sè.
  • + Quattro personaggi memorabili Disney
    + Gestione semplice
    + Personaggi particolareggiati
    + Buon impiego dello stilo
  • - Microfono sfruttato male
    - Con qualche personaggio in più sarebbe stato il massimo
voto
7,2

Con meraviglia si può affermare che Disney Friends è il gioco che forse si dimostra essere la migliore alternativa a Nintendogs con personaggi di sicuro impatto e ben definiti. I menù di interazione sono semplici e accessibili a tutte le varie fasce di giocatori anche se, purtroppo, lo stesso non si può dire del microfono che soffre di comandi fin troppo semplicistici (anche se di sicura comprensione da parte del personaggio virtuale). Un neo evidente è l’ampiezza degli ambienti che, comunque, passerà in secondo piano se saprete apprezzare il lavoro della software house che ha confezionato un prodotto di sicuro valore ma, forse, rivolto un po’ troppo ai giovani. Nel caso rientriate nella categoria dei piccoli utenti e foste stanchi di accudire cani virtuali, sappiate che gli amici del mondo Disney vi stanno aspettando.

0 COMMENTI