Recensione di Mr Bean

Copertina Videogioco mr bean
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Avventura
  • Sviluppatore:

     Blast! Entertainment
- Mr. Bean !
- Graficamente valido
- Colonna sonora ben realizzata
- Monotono
- Facile
- Ambientazioni povere
- Giocabilità poco calibrata
A cura di (Darkzibo) del
Si può tranquillamente affermare che Mr Bean sia stato, ed è tutt’ora, uno dei personaggi comici più conosciuti e apprezzati nel mondo. Dietro ‘il signor Fagiolo’ si cela nientemeno che il grande Rowan Atkinson, attore comico dotato di una mimica eccezionale trasportata sul cinico Mr. Bean. In effetti il protagonista dell’omonima serie, che vanta moltissimi episodi memorabili e due lungometraggi, si distingue per i gesti un po’ goffi, per la sua sottile cattiveria nei confronti di tutti (bambini o fidanzata poco conta), per il completo marrone e l’orsetto Teddy, inseparabile amico di pezza. Nel 2002 Mr Bean è divenuto cartone animato e, come può notare chiunque abbia visto almeno un episodio di questa serie, pare che il protagonista sembra divenuto più buono, meno politicamente scorretto e con qualche positivo proposito in più. Proprio su questa serie animata, doppiata dallo stesso Rowan Atkinson, si basa il titolo in questione.

Mister Bean Holiday
Il titolo tratta sostanzialmente delle avventure di Mr. Bean e della sua banda di amici – nemici presenti nel cartone e si configura come un platform orizzontale con grafica 3D, in stile Pandemonium. Purtroppo, sin dalle prime battute, si può capire come il gioco sia dedicato a un pubblico molto giovane, dal momento che risulta composto da ambientazioni di facile accesso e di enigmi fin troppo banali. Impersonando Mr.Bean attraverserete tutti i luoghi caratteristici del cartoon, ricercando pezzi di puzzle, orsi Teddy e chiavi utili per aprire bauli o porte. Saranno inoltre impiegabili alcuni oggetti come lo spray, utile per sterminare le api e una padella per praticare un po’ di tennis con le stesse. I comandi sono piuttosto semplici e intuitivi, e prevedono un pulsante per saltare, uno per attaccare con le ‘armi’ sopracitate e un altro per afferrare gli oggetti da spostare. I livelli risultano piuttosto lineari, poveri di idee innovative: i classici oggetti da spostare per aprire un percorso, le chiavi per scoperchiare i bauli e le molle per saltare in punti altrimenti inaccessibili sono clichè che hanno fatto la storia del mondo videoludico. Poi bisogna anche sottolineare alcune cose assurde per Mr Bean, come la presenza di alcune stalagmiti che sbucano letteralmente fuori dal terreno in perfetto stile Indiana Jones. Molto meglio la trovata dell’immancabile rastrello appoggiato a terra, pronto a stamparsi sul volto del protagonista una volta schiacciato. Peccato che anche il recupero dei vari oggetti risulti spesso noioso, privo di un vero scopo se non l'attivazione di qualche minigioco. A proposito di questi ultimi, non pensiate che il titolo venga risollevato dalla loro presenza. Ci troviamo infatti di fronte a giochi talmente semplici anche per un bambino. Troverete, per esempio, un puzzle banale che si complicherà leggermente con il proseguo della modalità storia e il classico acchiappa la talpa dove, muniti di pennino dovrete stordire le talpe che escono dai buchi presenti nel terreno. A proposito del pennino, noterete come sia poco impiegato e, quando richiesto nei minigiochi, poco preciso. Per il resto la giocabilità è inficiata da un profondo senso di difficoltà e lentezza nelle movenze del protagonista.
La longevità potrebbe risultare interessante con 12 livelli, però, di contro, la ripetitività continua dell'azione può stancare prima del dovuto.

Cartoni animati
Per quanto riguarda la tecnica non ci troviamo di fronte a un capolavoro, ma la grafica 3D è ben resa soprattutto grazie ai pochi poligoni ricoperti da leggere texture in cel-shading. E’ comunuqe opportuno distinguere due piani di valutazione per la grafica: il protagonista e l’ambientazione. Mr Bean è riproposto con le medesime movenze (seppur dinficiate dai controlli) viste nel cartoon e le stesse espressioni divertenti. Ilivelli invece sono davvero poveri, scarsamente adornati e poco colorati.
La colonna sonora è ben curata e riporta per bene le tracce ascoltate nel cartone animato, anche se gli effetti non sono, di contro, entusiasmanti.
Recensione Videogioco MR BEAN scritta da DARKZIBO Mr. Bean è un prodotto destinato a un pubblico molto giovane: non sono presenti enigmi complicati e i minigiochi sono semplicissimi. Sicuramente dal punto di vista tecnico non ci troviamo di fronte a un capolavoro, anche se l’atmosfera del cartoon, con qualche gag in meno, è ben riproposta. Il protagonista è caratterizzato secondo quanto visto in televisione, anche se la giocabilità è troppo lenta e il pennino impiegato nei minigiochi è impreciso. Mr Bean, non era meglio restare in tv con tutte quelle piccole cattiverie che ti hanno sempre caratterizzato e ti hanno reso unico?
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.