Recensione di Zoo Tycoon 2

Copertina Videogioco Zoo Tycoon 2
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Strategico
  • Sviluppatore:

     Blue Fang Games
  • Distributore:

     THQ
  • Data uscita:

     Disponibile
- Molti animali disponibili e relativi habitat
- Gameplay semplice e intuitivo
- Eccessivamente lineare
- Non particolarmente longevo
A cura di (Spetz) del
Dopo essere apparsi su PC nel 2001, gli animali di Zoo Tycoon 2 hanno fatto il loro ritorno, questa volta in versione portatile per Nintendo DS. I ragazzi di Blue Fang Games hanno ripreso le meccaniche consolidate dei precedenti capitoli, adattandoli al doppio schermo e alla presenza del pennino, utilizzato per selezionare i numerosi oggetti e le funzioni disponibili durante il gioco. Come in passato quindi si dovrà gestire uno zoo in tutti i suoi aspetti pratici ed economici, con l’obbiettivo di far vivere bene gli animali che lo popolano e di soddisfare le esigenze dei visitatori.

Vengano signori, lo zoo apre i battenti!
La modalità principale è denominata Campagna ed è suddivisa in varie sezioni con difficoltà crescente. Si parte con il Tutorial, nel quale vengono forniti i rudimenti per poter comprendere il funzionamento dei recinti e le necessità di ogni animale, per poi passare agli obbiettivi veri e propri, ognuno suddiviso in tre scenari dalla difficoltà crescente.
Gli aspetti più importanti sono legati alla scelta del bioma adatto per l’animale in questione, che varia sia per la tipologia di terreno da impiegare che per elementi come la vegetazione o il materiale di cui sono composte le rocce. Solo ricreando in modo fedele l’habitat originario si potrà far sentire a loro agio le bestie. Ma le differenze non si limitano al questi aspetti: è infatti possibile scegliere tra vari tipi di recinto, sia in legno che in plastica, o ancora in pietra e in ferro, e numerosi dipendenti addetti ad ogni gabbia, che si preoccuperanno di distribuire il cibo adeguato agli animali e di mantenere ordinato l’ambiente. Non tutti vengono pagati allo stesso modo, pertanto più alto è il compenso settimanale, migliore risulterà l’aspetto dell’intero zoo.
Il sistema di controllo è affidato quasi completamente al pennino, per mezzo del quale si aprono i menù, si dispongono sul terreno i sentieri, i recinti, gli animali e tutti gli altri oggetti connessi. La visuale dall’alto permette di controllare a dovere tutta il perimetro del complesso, ed è possibile muoversi per la mappa sia utilizzando lo stilo che ricorrendo ai tasti direzionali, tutto sommato più comodi da sfruttare, in particolare quando sullo schermo ci sono molti oggetti, animali e visitatori.
Il menù di gioco si suddivide in due categorie, la prima legata alla gestione concreta delle strutture e al loro allestimento, mentre la seconda serve per controllare i dati relativi alle spese sostenute e alle entrate registrate. Si parte con un budget prestabilito che si riduce progressivamente aggiungendo servizi e ampliando il numero di attrazioni disponibili, ma che viene poi allo stesso tempo integrato dalle numerose entrate derivanti dal prezzo dei biglietti di ingresso e dalle strutture di ristorazione e souvenir attivabili in numero variabile lungo i sentieri del parco. Mentre nelle prime fasi è possibile selezionare solo determinati servizi, come il Fast Food o il chiosco per le bibite, successivamente se ne sbloccano altri, come il Ristorante, o gli edifici per la preparazione di scatti fotografici in compagnia dei cuccioli. La stessa funzione si applica a tutti gli altri elementi e anche gli animali più rari, oltre ad essere molto più costosi rispetto alle controparti più comuni, possono essere inseriti tra le attrazioni solo dopo aver provveduto a finanziare dei programmi di studio specifici su alcune specie. Quello che riuscirete a sbloccare si manterrà tale solamente per tutto l’arco della missione in corso, mentre passando agli scenari successivi si ripartirà completamente da zero.

Animali da ogni latitudine
Il successo è determinato dall’esecuzione dei compiti che vengono assegnati, e dalla creazione di ambienti accattivanti ed efficaci per il pubblico, tali da far accrescere la valutazione complessiva data ad ogni recinto, e di conseguenza anche quella di cui gode l’intero complesso che state allestendo. Per comprendere il livello di gradimento degli animali è sufficiente cliccare sugli esemplari e automaticamente si aprirà una scheda dettagliata che descrive tutte le esigenze e il grado di soddisfazione. Sono piuttosto comode, da questo punto di vista, le emoticon che indicano il livello di appagamento, e possono variare da un’espressione decisamente disgustata ad una pienamente sorridente e felice; nel primo caso apparirà anche un’icona sopra alla testa degli animali, che segnala la necessità di intervenire personalmente attraverso una serie di minigiochi che consentono di coccolarli, di pulire e sistemare il recinto, di spazzolarli e infine dare loro il cibo preferito per far sì che il gradimento ritorni a dei livelli medio-alti.
Le medesime statistiche sono visibili per i visitatori, che dimostreranno un grande interesse nel caso in cui le attrazioni siano fuori dal comune e le strutture di contorno adeguate a soddisfare il ristoro e l’acquisto di gadget e foto ricordo.

In alternativa alla Campagna si può optare per la modalità Libera dove si determinano liberamente il tipo di bioma di riferimento tra ben nove tipologie disponibili (di cui tre da sbloccare), la quantità di denaro iniziale con cui partire nella costruzione della propria struttura e la sua valutazione, basata sul sistema a stelle e che consente di usufruire di un numero di oggetti e animali da acquistare, progressivamente più elevato.
Tra i contenuti extra si possono ammirare i premi e riconoscimenti ottenuti (in totale 16), nell’apposita stanza dei trofei, oppure sbloccare 36 carte, una per ogni tipologia di animale presente nel gioco, contenenti una serie di schede che descrivono le loro caratteristiche fisiche, le abitudini e l’habitat in cui sono abituati a vivere. Infine è prevista la condivisione del proprio zoo con altri utenti attraverso lo scambio wireless dei dati.
Recensione Videogioco ZOO TYCOON 2 scritta da SPETZ Zoo Tycoon 2 è un prodotto interessante per tutti gli amanti degli animali, in quanto si propone di comunicare l’origine di ogni specie presente all’interno del gioco, descrivendo il tipo di habitat ideale e le abitudini che queste creature mantengono quando si trovano in natura. Viene anche proposta un’idea pulita di zoo, priva di qualsiasi forma di sfruttamento o violenza nei confronti delle creature che ci vivono, ma anzi promuovendo temi come la ricerca e la tutela delle specie in via d’estinzione. Pur non essendo dotato di particolari velleità, il gioco risulta a tratti piacevole, anche se purtroppo viziato da un’eccessiva linearità di fondo che non permette di affrontare situazioni molto dissimili tra loro e da una longevità sicuramente limitata. Ci sentiamo quindi di consigliarlo a tutti coloro che intendano trascorrere qualche ora in assoluto relax, godendo di un’atmosfera dai toni allegri e distesi.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.