Recensione di Yu-Gi-Oh! Duel Monsters World Championship 2007

- Giocabile interamente con il pennino
- Ci sono tutte le carte di Yu-gi-oh
- Menù per la creazione del deck intuitivo e pratico
- E' un simulatore completo
- Sfide Wi-Fi random molto lente
- Grafica spoglia
- I mostri sono molto statici durante il combattimento
A cura di (dotty) del
Esce in giappone un nuovo titolo dedicato allo strategico gioco di carte di Yu-gi-oh, reso famoso dall'anime e dal manga di Kazuki Takahashi. La bella notizia è che la versione giapponese ha al suo interno anche la lingua italiana, perciò chi non riesce a resistere all'attesa dell'uscita in italia può tranquillamente acquistarlo import anche senza saper riconoscere un ideogramma.
Per Nintendo DS questo è il terzo episodio, ma non preoccupatevi se non avete giocato ai capitoli precedenti poiché tra di loro non c'è nessuna continuità.

In questo gioco impersoneremo noi stessi (all'inizio della partita sarà infatti possibile creare un nostro personaggio scegliendo il viso e lo stile dei capelli) e tutto ciò che dovremo fare, sarà sfidarci a duello con i nostri avversari. Dal menù è possibile selezionare la sfida contro la cpu o wireless (collegando più Nintendo DS vicini o online attraverso la wi-fi connection).
Lo scopo del gioco è molto semplice: aggiudicarsi la vittoria azzerando il life points dell'avversario (che di norma sono 8000 a testa).


Il menù iniziale
In Yu-Gi-Oh! Duel Monsters World Championship 2007 non c'è una storia da seguire, nè una mappa per cercare duellanti e luoghi da visitare. Tutto quello che ci serve è a portata di mano nel menù principale: Duello libero, Sfida, Menù comunicazioni, Menù amici, Menù duellante, Negozio, Corso introduttivo, Opzioni.
Ora guardiamo in maniera più approfondita ciascuna sezione:
Selezionando il "duello libero" potremo sfidarci contro la cpu scegliendo dalla lista il nostro avversario a seconda del livello di difficoltà.
La modalità "sfida" si suddivide a sua volta in "Duello limitato", "Duello a tema", "Duello enigma."
Duello limitato : ogni sfida ha un "limite" che può essere rappresentato dal numero massimo delle carte da inserire nel deck o nel tipo di carte ammesse (solo mostri luce, trappole proibite, magie proibite, ecc...).
Duello a tema: Ogni duello ha un obbiettivo da completare, come "Attiva 10 carte magia durante un duello" o "Vinci un duello con 1000 Life Pints o meno" oppure "Esegui 5 Evocazioni Speciali durante un duello" ecc...
Duello Enigma: il duello enigma consiste in una sorta di puzzle da risolvere. Dovremo infatti riuscire a vincere entro il turno con le sole carte che abbiamo a disposizione nella situazione che ci viene proposta. Alcuni enigmi metteranno a dura prova le nostre capacità logiche, e a causa del numero, spesso esiguo, di carte a disposizione, non sarà facile portare a termine la prova.
Dal Menù comunicazioni ci si può collegare, attraverso la connessione wi-fi, con altri possessori di Yu-Gi-Oh Duel Monsters World Championship 2007 sfidandoci online con gli amici registrati tramite scambio del codice amico, o cercando un avversario qualsiasi nel mondo. E' inoltre possibile accedere ai "download" resi disponibili, da cui, per quanto ho visto fino ad ora, potremo scaricare gli aggiornamenti all'elenco di carte, dei duelli enigma aggiuntivi, dei nuovi avversari e altro ancora.
Dal Menù amici si potrà ovviamente eseguire tutto ciò che riguarda l'inserimenti dei codici amico.
Selezionando il Menù Duellante avremo accesso al nostro deck, con la possibilità quindi di costruirci la nostra strategia di carte, controllare le ricette, l'elenco delle carte e la lista di quelle proibite/limitate.
Per ampliare il nostro Deck dovremo recarci al Negozio, nel quale, spendendo i punti guadagnati durante i duelli, potremo comprare le bustine contenenti le carte. I "mazzi" di carte acquistabili sono tutti disponibili da subito: questo significa che non dovremo sudare più di tanto prima di riuscire a costruirci il deck che desideriamo.
La modalità di costruzione del deck è identica a quella di Yu-gi-oh GX Spirit Caller, intuitiva e pratica, in cui è possibile "evidenziare" le carte che vogliamo tenerci a mente per un'eventuale inserimento nel deck mentre le carte appena acquistate sono segnate da un punto esclamativo così da poterle riconoscere all'interno della lunga lista (mancanza che si sentiva molto in Yu-Gi-Oh! Nightmare Troubador).
Il Corso introduttivo permetterà ai meno pratici di conoscere tutto ciò che riguarda Yu-Gi-Oh attraverso alcuni duelli guidati. Le spiegazioni sono molto chiare e con un po' di pratica anche i più impreparati riusciranno facilmente a capire il meccanismo di questo gioco che, anche se inizialmente può sembrare complicato, una volta presa la mano risulta abbastanza semplice.

Le regole di Dual Monsters
Ogni battaglia è suddivisa in 6 fasi:
Draw fase: è la prima fase e consiste nel pescare una carta dal deck aggiungendola alla propria mano
Standby fase: è una fase di "attesa" in cui l'avversario può attivare eventualmente delle carte o possono attivarsi effetti di carte già in campo.
Main fase 1: è la fase principale in cui possiamo posizionare e attivare carte sul campo, evocare mostri o cambiar loro la posizione di battaglia.
Battle fase: durante questa fase possiamo attaccare l'avversario. Non è più possibile effettuare evocazioni o attivare carte magia a meno che non si tratti di magie "rapide"
Main fase 2: se non è stato evocato nessun mostro durante la main fase 1 è possibile farlo durante questa fase del turno. Inoltre è consentito posizionare o attivare carte magia e cambiare la posizione di battaglia delle creature se queste non hanno attaccato durante la fase di battaglia.
End fase: selezionando questo tasto il turno passa all'avversario.
Le fasi sono elencate sulla sinistra dello schermo e facilmente selezionabili con il pennino.

Tecnicamente
Per quanto riguarda la grafica, questo gioco non è proprio "il top": le rappresentazioni dei personaggi sono disegnate molto bene... Tutto il resto però è davvero scarno e poco curato a partire dalle icone che compongono il menù iniziale e le altre immagini che incontreremo nelle varie sezioni decisamente grezze e approssimative (come gli ormai affezionati omini stilizzati...)
Le animazioni dei personagi si limitano al cambio di espressione quando questi subiscono un danno o quando invece sono loro a infliggere un colpo.
Durante il duello, ogni mostro ha la sua rappresentazione virtuale sul campo, ma a anche i loro movimenti sono molto limitari e soprattutto, non prendono minimamente parte alla bataglia...tutto ciò che fanno è rimanere sul campo e al momento dell'attacco affiancarsi alla carta dell'avversario. Stop. Non c'è dinamicità nella battaglia. Da una parte è giustificabile vista l'enorme quantità di carte riprodotte...ma dall'altra rende anche abbastanza inutile la loro presenza sul campo.
Il sonoro ha il difetto che si riscontrava anche nei titoli precedenti: estremamente ripetitivo. Dopo pochi duelli potremo dire di aver ascoltato tutto il repertorio di musiche e suoni che, sebbene non siano niente male, alle lunghe sarà difficile non iniziare ad odiare!
Ottimo dal punto di vista della longevità in quanto ipoteticamente infinito! L'unico limite è il nostro interesse per questo gioco di carte.

Le due facce della medaglia
La totale assenza della "story mode" può rappresentare un difetto per chi vuole calarsi in un'avventura e scoprire piano piano ciò che offre il gioco, ma d'altra parte ci permette di avere un semplice e completo simulatore del gioco di carte, ideale per sfide veloci senza il peso dei talvolta lunghi e inutili dialoghi e di interminabili introduzioni.
C'è inoltre da dire che la storia costruita dietro ai due precedenti titoli usciti per Nintendo Ds non era nulla di esaltante. Anche la grafica di luoghi e persone lasciava molto a desiderare (spesso i personaggi, così come noi stessi, erano rappresentati da alcuni omini informi)...personalmente andavo avanti nell'attesa del momento del duello; anche se certo, il fatto di non avere tutto disponibile dall'inizio era uno dei motivi che spingeva il giocatore a impegnarsi, migliorarsi ed andare avanti nel gioco.
Per quanto mi riguarda, preferisco Yu-gi-oh in questa veste, è praticamente la rappresentazione virtuale del gioco di carte reale, con qualcosina di più! Ovvero la possibilità di sfidarsi online in qualunque momento, poter acquistare le carte senza spendere un centesimo (almeno non reale), un'interessante nonché molto stimolante modalità "sfida". Senza contare il fatto che potremo giocare in qualunque momento della giornata e in qualsiasi posto.
Recensione Videogioco YU-GI-OH! DUEL MONSTERS WORLD CHAMPIONSHIP 2007 scritta da DOTTY Il nuovo titolo della serie Yu-Gi-Oh soddisferà chi si avvicina per la prima volta a questo gioco di carte immediato e divertente.
Esistono però delle carenze tecniche che, a mio giudizio, pregiudicano fortemente un altrimenti ottimo voto finale: le animazioni delle evocazioni, ad esempio, sono quanto di più scarno concepibile. Capisco che siamo su una console portatile, ma che senso hanno delle figure 3D renderizzate a bassa risoluzione che hanno un movimento di 2 frame? Oltre tutto sono le medesime del primissimo Yu-Gi-Oh e ciò le rende ancor più inaccettabili.
Titolo consigliato un po' a tutti i fan della serie (tranne coloro che hanno già Spirit Caller che troverebbero praticamente lo stesso gioco) ma bacchettata sulle manine degli sviluppatori dediti al riciclone.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.