Recensione di Bubble Bobble Revolution

Copertina Videogioco Bubble Bobble R
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Puzzle game
  • Data uscita:

     Disponibile
- C'è Bubble Bobble - Gameplay ripetitivo
- Realizzazione Tecnica Mediocre
A cura di (rspecial1) del
Uno dei classici della storia dei videogiochi è tornato ancora una volta a cercare di allietare le nostre giornate, questa volta sul Nintendo DS e con un appellativo che lascia intendere grandi cambiamenti. Certamente Taito avrà fatto un lavoro minuzioso e sfruttato a dovere le grandi capacità della piccola meraviglia della società di Kyoto per regalarci a distanza di ventenni il gameplay del suo capolavoro…o no?

Tornano Bub e Bob!
Bubble Bobble Revolution rappresenta una riedizione del mitico puzzle game uscito nel 1986 nelle sale giochi di tutto il mondo, per essere più esatti dopo aver visto il titolo del gioco e toccato il touch screen vi verrà data la possibilità di scegliere se giocare con la versione classica o con quella realizzata appositamente per il Nintendo DS. Per chi non conoscesse Bubble Bobble c’è ben poco da spiegare, vi ritroverete di fronte ad una serie di 100 livelli nei quali, nei panni di uno dei nostri simpaticissimi draghetti, dovrete uccidere tutti i nemici presenti sparando loro le famosissime bolle; un must per i nostalgici ed i retrogamers ma che la maggior parte dei giocatori non giocherà per più di un paio di volte visto che il “piatto forte” di questa rivoluzione è nella nuova versione di Bubble Bobble. Come da tradizione anche qui dovremo affrontare ben 100 livelli, questa volta però non potremo visualizzare uno stages completamente su uno schermo poiché sono stati resi molto più grandi occupando quindi ambo i monitor del Nintendo DS solo per una parte; ebbene l’unica caratteristica utilizzata della console è proprio il fatto di avere due schermi, ma in realtà nessuna funzione di touch screen od altro è stato implementato dai programmatori. Andiamo però a vedere le novità presenti nel gioco principale, anche perché non sembra essere cambiato molto ad una prima partita; oltre al classico sparo della bolla col quale catturare i nemici da eliminare facendola esplodere in un secondo momento potrete caricare una bolla ancora più grande, circa il triplo di quella normale. In ogni livello poi ci saranno dei bonus all’interno di alcune delle sfere che fluttuano in giro, ad esempio basterà farne scoppiare una con dell’acqua per creare un piccolo corso che spazzi via tutti, od una col fuoco per lanciare fiamme in giro ecc. ecc. Una delle poche novità realmente interessanti del gioco è relativa ai boss che incroceremo ogni dieci livelli e che dovranno essere abbattuti a suon di bolle. Purtroppo non sono presenti altre modalità, oltre quella wireless per giocare con un compagno che però sarà effettuabile solo se in possesso di due copie del gioco e non tramite download, triste visto che il game in se non è proprio il massimo della tecnica e che questa possibilità avrebbe giovato alla longevità del prodotto.

I records sono tutto!
Tecnicamente questa nuova versione a doppio schermo si presenta con dei personaggi animati molto bene e con degli effetti grafici come il fuoco, l’acqua ed i fulmini realizzati discretamente. I fondali sono molto colorati, anche se statici, ed in generale la sensazione è quella di trovarsi di fronte un titolo per Gameboy Advance di prima generazione, quindi non il massimo della vita. Belli i boss, grossi ed animati adeguatamente sono una delle poche note veramente positive del comparto tecnico. Le musichette sono ripetitive ed alla lunga fastidiose, mentre gli effetti sonori sono nella norma anche se troppo simili tra di essi e di conseguenza deludenti.
Recensione Videogioco BUBBLE BOBBLE REVOLUTION scritta da RSPECIAL1 Un titolo come quello prodotto dalla Taito è rivolto ad un pubblico di appassionati di puzzle game, che cerca più nella realizzazione del punteggio più alto lo scopo di ogni partita invece che per terminarli e basta. Il problema principale di Bubble Bobble Revolution è che non sfrutta minimamente le capacità del Nintendo DS, con una realizzazione tecnica che sfigurerebbe su GameBoy Advance ed un gameplay che nonostante qualche restyling rimane troppo ancorato ai canoni del passato e di conseguenza troppo classico per i giorni nostri e per la console su cui è uscito. Di sicuro gli amanti del classico lo adoreranno e non dovrebbero lasciarselo scappare, tutti gli altri invece possono rivolgersi altrove.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.