Recensione di Need for Speed Most Wanted

Copertina Videogioco N4S MW
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Guida
  • Sviluppatore:

     EA Canada
  • Data uscita:

     15 novembre 2005
- Belle Musiche - Gameplay poco curato
- IA non brillante
A cura di (rspecial1) del
Come ogni anno la Electronic Arts propone i suoi famosissimi franchise in tempo per le feste natalizie, come non attendersi quindi una versione anche per la console a doppio schermo della Nintendo di uno dei racing game più attesi della stagione, ovvero Need for Speed Most Wanted. Sebbene non sia proprio il genere perfetto per una console portatile dopo la conversione di Underground 2 e conoscendo la politica della società americana era lecito attendersi questo ennesimo episodio, le perplessità ovviamente sono tutte sul tipo di gioco che ci ritroveremo di fronte: se sarà il classico update annuale a cui siamo abituati ormai da anni oppure un prodotto con delle innovazioni nel gameplay che non guastano mai.

Corse clandestine…
Diversamente dalle versioni per console casalinghe per il Nintendo DS (ma anche per PSP) non vi ritroverete per una immensa città a girovagare in cerca di sfidanti ma avrete una struttura di gioco più classica, con sfide da affrontare in diversi circuiti e solo con determinati tipi di gare. Ovviamente la modalità principale sarà quella carriera attraverso i cui progressi sarà possibile sbloccare le nuove vetture da acquistare od i nuovi pezzi e disegni da applicare alla propria vettura per tunizzarla al meglio. Come sempre quindi lo spirito della serie Underground non è andato perso ma stavolta è stato mischiato con i vecchi episodi della serie di Need for Speed con la presenza della polizia stradale pronta a darvi la caccia in caso compiate troppe infrazioni o gare illegali. Il titolo vi metterà contro i migliori piloti della città, affrontando varie sfide per riuscire ad acquistare sempre più soldi e punti rispetto fino a diventare il migliore di tutti, quindi passerete a combattere contro il meno bravo di tutti, Taz, fino a sfidare il mitico Razar passando per le corse contro Sol, Orga, Terry e molti altri. Da segnalare che prima di poter sfidare i “Boss” sarà necessario affrontare alcuni scenari che vi porteranno a gare di varia natura. Oltre la carriera e la classica modalità multigiocatore troviamo anche la gara veloce, ovvero avremo la possibilità di effettuare singole sfide contro la cpu per migliorare i nostri tempi o per fare maggiore pratica con i circuiti, ma anche una sfida contro noi stessi se sceglieremo di correre con i check point che come da tradizione dovranno essere superati prima dello scadere del tempo. Poche opzioni e non molto varie quindi che aggiunte ad un limitato numero di veicoli a nostra disposizione, una volta sbloccati ed acquistati, non rendono il titolo di certo molto longevo. Ma andiamo più nel dettaglio ad analizzare cosa non va in questo titolo, perché ve lo dico subito… non è certo il miglior gioco di guida per Nintendo DS e più in generale per le console portatili.

Le magagne!
Come ogni gioco di guida la differenza nel gameplay è fatta dalla manovrabilità dei veicoli, il resto viene dopo. Purtroppo è proprio questo il punto debole del titolo della Electronic Arts, la macchina spesso e volentieri è inguidabile, basta infatti pensare che se si va ad impattare da qualche parte la vettura impazzisce e sarà dura riprenderne il controllo evitando l’effetto “flipper”. Quasi impossibile poi effettuare determinate curve a gomito o comunque troppo strette da prendere a velocità decenti, a tutto questo va ad influire anche l’IA della CPU e della polizia. In teoria il gioco dovrebbe proporre una sfida avvincente con delle gare adeguate e con gli sbirri pronti ad inseguirvi se v’intercettano… in teoria; in pratica i vostri avversari saranno altalenanti, passando da veri assi del volante a delle ciofeche che non riusciranno a distaccarvi neanche se vi fermerete in qualche bar a bere un caffè; in quanto alla polizia invece bisognerebbe insegnare loro che se uno gli sbatte contro o gli sfreccia a velocità elevate proprio di fianco dovrebbe partire un inseguimento od un minimo di tentativo nel cercare di bloccare il criminale, non certo continuare la propria “passeggiata” per il circuito come se nulla fosse. Difetti non indifferenti che rendono questo Most Wanted spesso frustrante e poco divertente da giocare anche per gli amanti del genere o della serie.

Gioca che ti passa!
Tecnicamente la nuova edizione di N4S per Nintendo DS si presenta con un motore grafico non molto diverso da quello del precedente capitolo, con delle vetture quindi ben modellate e simili a quelle della realtà, con tanto di effetto di lucentezza che non guasta mai, e delle piste piene di particolari (sarà possibile distruggere tutti i cartelli, birilli ed oggetti vari sparsi per i percorsi) ed un ottimo uso delle textures, di buona qualità e definizione. Peccato però che l’effetto nebbia sia sempre in agguato, troppo spesso, che il pop up sia eccessivo in alcuni circuiti con lunghi rettilinei e che le collisioni delle vetture siano ridicole e di quanto più irrealistico ci sia. Anche gli effetti grafici sono pochissimi, neanche le scintille se striscerete la fiancata contro un muro o contro il guard rail sono presenti… elementi ormai standard del genere. Le musiche sono belle ed orecchiabili, in stile con la serie mentre pessimi alcuni effetti sonori, che oltre ad essere campionati in malo modo non ricreano l’effetto desiderato, come ad esempio il rumore degli scontri o delle strisciate sui bordi pista. Come da sempre però l’aspetto migliore del gioco è la sua interfaccia, realizzata molto bene, elegante e con in bella vista tutte le opzioni che mette a disposizione il gioco, il tutto in puro stile Electronic Arts.
Recensione Videogioco NEED FOR SPEED MOST WANTED scritta da RSPECIAL1 Questo Most Wanted si presenta come un titolo davvero mediocre e che lascia il tempo che trova, passando come un gioco tra i tanti nella massa di racing game a disposizione del Nintendo DS. Oltre ad alcuni difetti di natura tecnica, comunque sorvolabili, le pecche maggiori riguardano proprio il gameplay e la sua macchinosità ed il senso di divertimento che trasmette al giocatore… quasi nullo. Gioco quindi di cui non consigliamo l’acquisto agli amanti dei racing games e che i fan della serie dovrebbero provare prima di tuffarsi ad occhi chiusi su questo prodotto solo per il nome che porta.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.