Recensione di Captain America: Il Super Soldato

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     NDS
  • Genere:

     Action-Adventure
  • Sviluppatore:

     Sega
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Completamente in italiano
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     15 Luglio 2011 - 28 ottobre 2011 3DS
- Gameplay ben assortito
- Capitan America ben caratterizzato
- Divertente per qualche ora
- Il prezzo budget gioca a suo favore
- Tecnicamente si poteva fare di più
- Sfondi copiati in più occasioni
- Alcune volte la giocabilità è imprecisa
- IA nemica quasi assente
- Manca lo scontro tra i rivali di sempre
Loading the player ...
A cura di (Darkzibo) del
Nato nel 1941, più come elemento di propaganda contro il regime nazista che come semplice supereroe, Captain America è stato probabilmente uno degli eroi più amati da parte del popolo statunitense, soprattutto perchè incarnava gli ideali di patria, coraggio e abnegazione. La prima copertina del fumetto, che vedeva Cap sferrare un pugno ad Hitler, è l’emblema di ciò che rappresentava il personaggio di Simon e Kirby, creato per contrastare il nazismo che, all’epoca, stava imperversando in tutta Europa. Adesso, a settant’anni dalla sua nascita, esce nelle sale il film che celebra le gesta di Steven Rogers, alias Capitan America. Poteva mancare la trasposizione videoludica? Evidentemente no, ecco quindi la versione per Nintendo DS che abbiamo testato.

Il Super Soldato
La storia di questo gioco basato sulle gesta di Cap, è molto semplificata ed evita il classico percorso psicologico presente nel lungometraggio e a cui ci hanno abituato i comics – movie, in cui si vede come l’eroe diventa tale, con tutte le sue paure. Giusto per dovere di cronaca, Steven Rogers, inizialmente soldato coraggioso, ma mingherlino verrà utilizzato, proprio per la sua fermezza morale, per un esperimento nel quale gli verrà somministrato il Siero del Super Soldato, che lo trasformerà in Capitan America.
Durante il gioco, guiderete un Capitan America all’epoca della Seconda Guerra Mondiale, già potenziato e in grado di sfidare da subito le orde dell’Hydra. Questo è una divisione dell'esercito nazista altamente preparata, spietata e guidata da Teschio Rosso, figura votata alla ricerca artefatti mistici. Insieme ai suoi scagnozzi, tra cui il dottor Zola, cercherà di perseguire i suoi sordidi obiettivi, nonostante l'opposizione del nostro eroe. Senza considerare oltretutto l’intervento ambiguo di Zemo, non presente nel film (ma nei fumetti), tradito sì dal rosso antagonista, ma comunque avversario del vostro eroe. Teschio Rosso è deciso ad eliminare, grazie all’aiuto di Zola, anche lo stesso Hitler per impadronirsi di tutto il mondo tramite il cosiddetto ‘Fattore Z’, un’arma misteriosa, ideata dal Barone Zemo, che dovrebbe essere tanto potente quanto distruttiva. Cap non è comunque un one-man-show, ma è affiancato da personaggi secondari di grande importanza, come il fedelissimo amico Bucky, Howard Stark, padre di Tony Stark, futuro Iron Man e la bella Peggy.
Captain America: il Super Soldato, si configura come un platform in grado di mescolare componenti tipici di questo genere con sezioni puramente action e stealth. Durante il vostro percorso apprenderete nuove abilità, che renderanno il protagonista più performante e in grado di liberarsi facilmente degli inebetiti nemici. Le fasi platform, oltre alla risoluzione di facili enigmi e puzzle, tramite l’attivazione di computer, aperture di porte e impiego dello scudo, comprendono anche sezioni di run e jump, dove dovrete evitare il fuoco di copertura dell’Hydra, con livelli percorsi in tutta velocità, in cui l’eroe a stelle e strisce correrà automaticamente. Compito del giocatore sarà quello di fargli superare ostacoli e nemici al volo, recuperando medaglie per guadagnare punti, con il solo scopo di migliorare il proprio punteggio (ricordate Canabalt per Iphone?), oltre a quello di proseguimento nell'avventura.
Le sezioni action, rigorosamente separate dalle altre, prevedono l’impiego di tutte le abilità apprese inizialmente da Cap: i combattimenti saranno sempre frenetici e piacevoli, e le mosse del super eroe, che comprendono uppercut, attacchi all’indietro, attacchi in picchiata, prese e susseguenti lanci dei nemici, spazzate e via dicendo, sono di facile esecuzione. Queste abilità consentiranno al giocatore di eseguire combo che andranno ad incrementare la barra blu, la quale, se riempita a metà, farà effettuare all’eroe, con la pressione del tasto L, un attacco che libererà la schermata dai nemici mentre, se riempita completamente, aumenterà in maniera esponenziale le potenzialità espresse dall’eroe. Sicuramente un contro- senso, perché l’attacco con la barra della forza a metà è decisamente più efficace del secondo. Durante il vostro viaggio troverete poi le fiale del super soldato: una volta che ne avrete raccolte sei queste allungheranno la barra energetica e quindi la resistenza di Cap. I livelli che prevedono l’introduzione in un edificio in maniera furtiva, mostrano una modalità stealth fin troppo semplificata, con guardie inefficaci e telecamere pressoché inutili. Inoltre non si capisce il perché, una volta identificati da un nemico, si debba ricominciare il livello, quando nella sezione action Cap si diletta a fronteggiare moltissimi soldati senza problemi. Durante le vostre missioni (che assumeranno il termine militaresco di ‘operazioni’) sarete poi chiamati ad accorrere in salvataggio dei soldati catturati dalle truppe dell’Hydra, mai posti in zone difficili da raggiungere. Oltre a queste sezioni in cui si suddivide il gameplay di Captain America: il Super Soldato, saranno presenti dei minigiochi che si dimostreranno utili o per aprire un portone o una botola oppure per disattivare i computer. Sarete chiamati quindi a sfruttare il touch screen, che solitamente è impiegato come mappa e riassunto dei Dossier recuperati e dei soldati salvati, muovendo velocemente il pennino su e giù per aprire qualcosa o toccando a ritmo tre stelle per bloccare i computer.
La giocabilità si attesta su buoni livelli, con comandi che risponderanno immediatamente alla sollecitazione dei pulsanti anche se abbiamo notato una profonda imprecisione durante i salti, che spesso tradiscono il giocatore, soprattutto in presenza di piattaforme piccole. Molto adeguate le abilità acrobatiche del Capitano, che si destreggerà in salti altissimi (tenendo premuto giù con B) e sarà in grado di arrampicarsi sulle sporgenze oppure correre per un breve tratto sulle pareti e saltare da un muro all’altro, riportando alla mente più il collega Spider-Man che il patriottico eroe di casa Marvel.
Anche se dovrete ripetere alcuni livelli in certe occasioni, a causa dell’impossibilità di salvare i progressi in ogni momento, il gioco durerà circa tre ore. Se poi vorrete ripetere la campagna per trovare tutti i dossier e salvare tutti i soldati, anche se ne dubitiamo, la longevità del titolo crescerà, anche se di poco.

‘Parole grosse per un uomo che giace a terra’
Captain America: il Super Soldato propone un buon comparto grafico, con il protagonista praticamente perfetto nelle movenze e nelle acrobazie e dotato di tutti gli accessori estetici che lo contraddistinguono. I poligoni che lo compongono sono molto pochi, ma le texture risultano ben fatte e con una palette di colori ben assortita. Il gioco scorre in maniera piuttosto fluida, eccezion fatta per alcune sezioni piuttosto concitate, in cui sono presenti evidenti rallentamenti. I nemici sono praticamente quasi tutti simili, distinti solamente per il colore degli abiti, mentre i boss sono pressoché insignificanti e non ci permettono di godere neanche dello scontro epico tra Cap e Teschio Rosso. I livelli sono molto ampi, anche se si notano alcune imperfezioni, come poligoni che si rompono ed elementi dello sfondo che tendono a ripetersi. Forse i programmatori di Griptonite hanno preferito concentrarsi sulla fattura di Cap, piuttosto che sul resto.
Il comparto audio, oltre a godere di una colonna sonora ben adattata, impiega un parlato in inglese (con sottotitoli in italiano e dialoghi ben tradotti) ma, per quanto riguarda gli effetti sonori, ascolterete rumori gracchianti che sfruttano decisamente male l’audio di Nintendo DS.
Recensione Videogioco CAPTAIN AMERICA: IL SUPER SOLDATO scritta da DARKZIBO Captain America: il Super Soldato si dimostra come il classico tie – in, che cavalca il successo del lungometraggio che rappresenta uscito al cinema. Oltre a un gameplay ben congegnato con diverse varianti, i livelli si dimostrano molto simili tra di loro e il grado di sfida non è alto. Tecnicamente vi ritroverete con una buona realizzazione del protagonista che fa però a pugni con il resto della realizzazione che, a parte la struttura dei livelli, dimostra carenze evidenti. Certamente abbiamo visto altri giochi ricavati dal film fatti decisamente peggio e, in questo caso, un titolo come quello appena analizzato, farà comunque la gioia dei fans dell’eroe più patriottico del mondo perché questa versione per Nintendo DS è migliore, per quanto riguarda il gameplay, di quelle per le console maggiori. Resta, però, la sensazione di un'operazione che avrebbe potuto dare di più al mondo dei videogiochi.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.