Recensione di Super Mario Land 2: 6 Golden Coins

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     3DS
  • Genere:

     Platform
  • Sviluppatore:

     Nintendo
  • Lingua:

     Inglese
  • Giocatori:

     1
  • Costo:

     4,00 €
- Tecnicamente buono
- Giocabilità di alto livello
- C'è Wario !
- Alcuni bug e rallentamenti
- Breve
A cura di (Darkzibo) del
La presenza della Virtual Console su Nintendo 3DS ha permesso a molti giocatori di provare per la prima volta o recuperare molti titoli della console che, per tanti anni, è stata la più venduta della storia: il famoso Game Boy. Anche questa volta Nintendo, in attesa del prossimo Super Mario 3D Land, ha deciso di far rivivere all’utenza una di quelle pietre miliari che hanno fatto la storia della console portatile in bianco e nero: stiamo parlando di Super Mario Land 2: 6 Golden Coins.

Mario e Wario
Il secondo episodio della serie Super Mario Land su Game Boy, vede ancora una volta come protagonista il baffuto idraulico alle prese con la sua antitesi, comparsa per la prima volta in questo episodio: Wario. Se, infatti, Mario è da sempre rappresentato con un volto ‘pacioccoso’, occhi grandi e un aspetto rassicurante, Wario rispecchia quello che è la mascotte Nintendo in versione malvagia, con baffi sparati, un nasone rosso, orecchie a punta e uno sguardo malvagio, talmente esagerato da divenire anch’esso simpatico. Non per nulla, Nintendo dedicherà a Wario il seguito del gioco in analisi, Super Mario Land 3, meglio conosciuto con il nome di Wario Land.
Tornando al titolo in questione, la trama sarà molto scontata, con la terra di Mario conquistata da Wario, il quale ha ipnotizzato gli abitanti di Mario Land scagliandoli contro il panciuto idraulico e conquistando il suo castello. Per accedervi, Mario dovrà conquistare tutte le sei monete alle quali corrispondo altrettante location, suddivise, a loro volta, in livelli. Non esiste uno schema fisso per affrontare il gioco: la mappa, oltre ad essere immediatamente esplorabile, consente di affrontare gli stage nell’ordine che il giocatore preferirà, garantendo, in questo modo, una discreta libertà di azione.
Il gameplay si propone come il classico platform bidimensionale vecchio stile, dotato di una giocabilità immediata e priva di inutili fronzoli. A differenza del predecessore per Game Boy, questo episodio vedrà un Mario ‘ristrutturato’, dotato di nuove capacità e upgrade. Infatti, oltre al classico salto, potrà eseguire balzi avvitati e, tramite la carota che gli farà crescere conigliesche orecchie sul cappello, volare per un breve periodo di tempo, in modo da raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili. Non mancherà altresì l’ormai storico fungo e il fiore di fuoco che consentirà a Mario di lanciare palle incandescenti che, per fortuna, a differenza di Super Mario Land, rispettano la classica traiettoria spegnendosi sulle pareti e non rimbalzando su di esse come accedeva nel predecessore. La stella vi donerà, ancora una volta, l’invincibilità per pochi istanti mentre le monete potranno essere giovate in una slot machine per guadagnare vite aggiuntive.
Ogni mondo è formato da un numero variabile di livelli (alla fine di ognuno sarà presente la classica campana che, una volta suonata, vi farà accedere ad un’area bonus), mai difficili, e da un boss finale, custode di una delle sei monete. Ogni zona avrà determinate caratteristiche e di conseguenza anche i nemici, a parte i classici goomba e koopa, rispecchieranno lo stile del luogo che li ospitano. Ecco, quindi, formiche giganti e insetti nel macro mondo, robot giocattoli nella Mario Zone, zucche e fantasmi nella Pumpkin Zone, pesci e squali nella Turtle Zone. Parliamoci chiaro, per gli amanti del genere, Super Mario Land 2 è un gioco semplice, con livelli adatti ad una console portatile, ovvero completabili in poco tempo e con boss di fine livello ben caratterizzati, ma facilissimi da abbattere, senza alcun intoppo, dato che vi basterà saltare sul loro capoccione per tre volte. Insomma una sfida un po’ troppo veloce per gli amanti del genere, che si risolverà al massimo in un’ora e mezza.

Finalmente Mario
Dal punto di vista grafico, Super Mario Land 2 rivoluziona lo stile del primo episodio e propone un Mario più definito e meglio caratterizzato con sprite decisamente più grandi e dettagliati. I nemici, che hanno goduto dello stesso restyling e il loro aspetto si adatta al mondo in cui essi si trovano, sono molto vari e particolareggiati anche se le loro movenze sono spesso ripetitive e limitate. Le ambientazioni, pur proponendo livelli non molto vasti, sono sempre piacevoli da visitare, condite dalle classiche piattaforme e dallo stile unico di Nintendo. La forza che fu di questo titolo, infatti, era rappresentata dal fatto di somigliare molto, graficamente parlando, alla controparte dell’epoca per SNES, ovvero Super Mario World. Ci spiace notare come, nel gioco scaricato dalla Virtual Console per Nintendo 3DS, siano presenti inspiegabili rallentamenti che si posso notare in più di un’occasione e che infastidiscono l’esperienza ludica.
La colonna sonora è decisamente curata con motivetti che vi risuoneranno in testa per molto tempo. Ai vecchi giocatori, torneranno in mente le musiche che hanno accompagnato le spensierate giornate impiegate a giocare e rigiocare molte volte Super Mario Land 2, per molto tempo uno dei migliori giochi per Game Boy. Unica pecca del sonoro è rappresentata dal motivetto della stella dell’invincibilità che, se nel precedente episodio era un simpatico ‘can-can’, stavolta è un suono anonimo e fastidioso.
Recensione Videogioco SUPER MARIO LAND 2: 6 GOLDEN COINS scritta da DARKZIBO Giocando a Super Mario Land 2 a distanza di tanti anni, ci si può render conto del perchè questo gioco, su un sistema come Game Boy, si sia conquistato un posto d’onore nella memoria e nel cuore dei ragazzini di un tempo. Una grafica spettacolare, una giocabilità da urlo e due personaggi storici come Mario e Wario, sono stati gli ingredienti di uno dei più grandi successi per il vecchio portatile in bianco e nero di Nintendo. Purtroppo non possiamo esimerci dal constatare una longevità fin troppo breve che, se ben si adatta per le caratteristiche delle console portatili, che prepongono immediatezza e velocità, contrasta con le esigenze attuali dell’utente medio. Resta comunque il fatto che Super Mario Land 2 è un titolo da provare almeno una volta nella vita. Certo, non ci stancheremo mai di ricordare a Nintendo che una politica più razionale dei costi e aggiornamenti più costanti della Virtual console per Nintendo 3DS, potrebbero permettere la diffusione di questi grandi giochi che di diritto entrano nella comune memoria videoludica.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.