Anteprima di Resident Evil: The Mercenaries 3D

Copertina Videogioco RE Mercenaries 3
  • Piattaforme:

     3DS
  • Genere:

     Survival horror
  • Sviluppatore:

     Capcom
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 2 (Multiplayer online)
  • Data uscita:

     1 Luglio 2011
ASPETTATIVE
- Ambientazioni tratte dal quarto e quinto capitolo della serie
- Graficamente eccellente
- Piacerà a coloro che hanno apprezzato la modalità Mercenari nei precedenti episodi
- Cooperativa online
Loading the player ...
A cura di Antonello Buzzi (AWesker) del
La saga di Resident Evil è, da almeno quindici anni a questa parte, una delle serie di punta Capcom, ed non è quindi una grande sorpresa che la software house nipponica abbia deciso di esordire sulla nuova console Nintendo con un paio di prodotti appartenenti a questa storica saga: Revelations e The Mercenaries 3D. In quest’articolo ci soffermeremo sul secondo titolo in questione che, dal nome stesso, fa capire immediatamente ai fan il tipo di gioco che si troveranno di fronte.

Run And Gun a tutto spiano
Com’era prevedibile, il gameplay si basa essenzialmente sulla modalità Mercenari, introdotta come extra nel terzo capitolo della serie e poi espansa nei successivi episodi in maniera massiccia, con tanto di introduzione al multiplayer online in Resident Evil 5. Si tratterà, dunque, di un classico sparatutto in terza persona in cui dovremo affrontare ondate di avversari con difficoltà crescente, cercando di accumulare più punti possibili e rimanere vivi fino allo scadere del tempo a disposizione. I personaggi selezionabili presentati sino ad ora sono quattro (Jack Krauser, Hunk, Chris Redfield e Jill Valentine – ognuno dotato di proprie armi personalizzate), ma come di consueto non è da escludere la presenza di ulteriori character sbloccabili in un secondo momento, ottenendo determinati risultati. Saranno presenti inoltre diverse mappe basate principalmente sul quarto e quinto capitolo, quindi tenevi pronti a rivisitare villaggi e castelli spagnoli, così come baraccopoli africane, ma anche laboratori, grotte e altro ancora. Gli stage saranno ricchi di appigli, scale, porte da aprire ed eventualmente bloccare per rallentare l’inesorabile avanzata dei mostri in agguato e mantenere il ritmo di gioco ad un livello molto alto. La chiave per la sopravvivenza sarà, infatti, continuare a muoversi e usare qualsiasi mezzo a nostra disposizione per non finire circondati, e andare così incontro all’inevitabile schermata di Game Over.
I controlli si presenteranno secondo uno schema abbastanza classico. Il pad analogico sarà utile per muovere il nostro alter ego virtuale, mentre combinazioni dei tasti frontali e dorsali serviranno per raccogliere oggetti, prendere la mira e così via. Piccola novità rispetto ai predecessori è la capacità di sparare e camminare allo stesso tempo, cosa che rende il prodotto un vero e proprio sparatutto e facilita sicuramente le cose quando si è circondati da un gran numero di nemici contemporaneamente. La presenza, inoltre, dell’inventario nello schermo touch inferiore della console permette un facile accesso alle armi e agli oggetti raccolti senza interrompere l’azione di gioco. L’unico appunto riguarda la visuale in prima persona, che consente di mirare in libertà, ma purtroppo perdendo la possibilità di muoversi allo stesso tempo, una scelta davvero poco saggia.
Da menzionare il supporto alla Nintendo Wi-Fi Connection, sia per registrare i nostri risultati su leaderboard mondiali, sia per partecipare a partite in cooperativa con altri giocatori, opzione che sicuramente permetterà di aumentare la longevità complessiva del prodotto.

Mercenari in tre dimensioni
Dal punto di vista visivo, il lavoro svolto dagli abili programmatori Capcom appare di ottima fattura. Il motore grafico, derivante dall’MT Framework utilizzato su PC e console, è stato ben adattato alle caratteristiche tecniche del nuovo portatile Nintendo, mostrando ottimi modelli poligonali, ambienti di gioco vasti, buon dettaglio delle texture e degli effetti particellari nel complesso. Il frame rate si mantiene inoltre abbastanza solido, cosa fondamentale per garantire un’esperienza di gioco godibile, soprattutto visto il gameplay del titolo. Inutile dire che, grazie alla capacità 3D della macchina, il tutto risulterà ancora più immersivo.
Recensione Videogioco RESIDENT EVIL: THE MERCENARIES 3D scritta da AWESKER Resident Evil: The Mercenaries 3D è un prodotto che ripropone “stand-alone” la modalità Mercenari già disponibile nei precedenti capitoli della saga, aggiungendo nuovi personaggi, armi e ambientazioni. Saranno quindi delusi i fan che cercano un’avventura con lo stile cui Capcom ci ha abituati, ma allo stesso tempo chi si è divertito a fare record su record nei passati episodi, troverà nel titolo nuovo pane per i suoi denti. Non ci rimane che restare in attesa di ulteriori informazioni circa la longevità complessiva (character e mappe disponibili in totale) e la qualità del gioco online, elementi fondamentali per valutare la durata del videogame nel lungo periodo. Ricordiamo che l’uscita è attesa per un generico 2011 in esclusiva su Nintendo 3DS.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967