DLC Dragon Age: Origins - Il Picco del Soldato

Copertina Videogioco Dragon Age DLC
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Bioware
  • Distributore:

     Electronic Arts
  • Lingua:

     italiano (sottotitoli)
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Dispponibile
- Un'oretta aggiuntiva da trascorrere nelle magiche terre del Ferelden
- Abilità ed equipaggiamento extra
- L'aggiunta del baule è comoda per chi possiede le versioni console di Dragon Age
- Troppo breve
- Una missione secondaria che non incide sulla trama principale di gioco
A cura di (Fabfab) del
Anche i più distratti tra i giocatori di Dragon Age avranno notato che nell'accampamento presso il quale facciamo riposare il nostro eroe tra un'avventura e l'altra staziona uno strano tipo che risponde al nome di Levy Dryden, il quale ha assolutamente bisogno del nostro aiuto per risolvere un certo problema. A quanto pare il buon vecchio Duncan aveva promesso che se ne sarebbe occupato non appena risolta la faccenda della Prole Oscura, ma sappiamo tutti com'è finita, quindi ora la patata bollente passa a noi...

La fortezza perduta
Quello che preme a Levy è fare luce sul passato della propria famiglia, che annovera tra i propri antenati un illustre membro dei Custodi Grigi. Per conseguire il suo scopo ha bisogno di raggiungere ed esplorare il Picco del Soldato, un'antica fortezza dei Custodi da tempo abbandonata, nascosta da qualche parte nelle labirintiche valli delle montagne a nord del Ferelden. Nessuno ormai conosce più la strada, nessuno a parte Levy, che l'ha appresa a seguito di alcuni strani sogni.
Se decideremo di aiutarlo, dovremo sborsare i circa 6 euro richiesti da EA e scaricare il contenuto aggiuntivo: una volta installato apparirà sulla mappa una nuova località, a nord-ovest di Denerim, che darà accesso alla relativa missione (dunque per affrontarla occorre potersi ancora muovere liberamente nella mappa di gioco). Cos'è accaduto un secolo prima tra i guardiani capitanati da Sophia Dryden e il re Arland? Sono vere le leggende che parlano della mitica spada del comandante Asturian, che sarebbe ancora nascosta nella fortezza? Chi ha squarciato il Velo che separa il nostro mondo da quello dei demoni?

Una breve aggiunta
La missione del Picco del Soldato non è dissimile dalle altre già presenti nel gioco, ed anzi si caratterizza per la sua brevità: difficilmente infatti il giocatore impiegherà più di un'oretta prima di venire a capo di tutti i misteri della fortezza. E' un peccato, perchè la trama non è male e al giocatore vengono lasciate diverse scelte su come concludere la storia. Tuttavia le vicende non intaccano minimamente la narrazione principale, ed alla fine i vantaggi per il giocatore sono limitati: un po' di esperienza in più, qualche abilità extra, alcune nuove armi ed armature. Inoltre una volta conclusa la missione, il Picco del Soldato diventa sempre accessibile: qui troveremo un nuovo negozio ed un fabbro, oltre ad un baule nel quale depositare tutti gli oggetti che vogliamo conservare, liberando spazio nell'inventario di gioco. Peccato che non sia proprio comodissimo andare ogni volta a Picco del Soldato per depositare e recuperare oggetti: inoltre per i possessori della versione pc esiste già una mod ufficiale che aggiunge un baule dall'identica funzione direttamente nell'accampamento del giocatore, opzione decisamente più comoda.
Recensione Videogioco DRAGON AGE: ORIGINS - IL PICCO DEL SOLDATO scritta da FABFAB La missione aggiuntiva del Picco del Soldato (Warden's Keep in originale) era già prevista al momento dell'uscita del gioco: il personaggio di Levy Dryden, che da il via al tutto, è infatti da subito presente nell'accampamento del giocatore, con tanto di punto esclamativo sulla testa. Solo che per aiutarlo occorre prima sborsare circa 6 euro di moneta sonante.
Alla fine il discorso che si può fare è equivalente a quanto detto a suo tempo per l'espansione di Mass Effect (Bring down the sky): il prezzo non è particolarmante alto e molti appassionati pagheranno volentieri pur di rimanere qualche minuto di più in compagnia degli indimenticabili personaggi di Dragon Age. Di certo alla Bioware potevano impegnarsi un poco di più e dare vita ad una missione che fosse quantomeno lunga e complessa come quelle della quest principale, il che avrebbe maggiormente giustificato l'esborso richiesto.
Messa così com'è adesso sembra un contenuto speciale, di quelli da inserire come bonus gratuito all'interno della confezione, convertito frettolosamente in acquisto tanto per amore di speculazione.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.