Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Speciale Mass Effect

Speciale Mass Effect

Il mio nome è John Shepard

Speciale
A cura di Marco “Dr. Frank N Furter” Pellini del 14/01/2010
In questa generazione videoludica dove tutto corre e tutto viene consumato in fretta e furia in attesa del prossimo grande brand, esistono titoli ai quali va dedicato un lasso di tempo abbastanza lungo per essere apprezzati in ogni loro sfaccettatura. Uno di questi è sicuramente Mass Effect: il titolo dei ragazzi di Bioware ha portato i videogiocatori di tutto il mondo attraverso un universo infinito, talmente ben strutturato e ricco di dettagli da sembrar vero. A supportare una struttura simile ci vuole una trama degna di tal nome, una storia che non si fermi all’eroe protagonista indaffarato per salvare il mondo, ma che porti il giocatore a riflettere sulle sue scelte e sulle conseguenze che queste ultime avranno. Lo scopo di questo speciale è quello di rinfrescare la memoria di chi ha giocato e amato Mass Effect in modo tale da arrivare alla fine di Gennaio pronti per ritornare a tutto quello che fu lasciato in sospeso due anni or sono.
Chiaramente, nello speciale verrà completamente svelata la storia del primo capitolo e consigliamo caldamente a chiunque se lo sia perso di vivere quella bellissima esperienza in prima persona.

La via verso le stelle
Corre l'anno 2183. Il progresso tecnologico che ha da sempre affiancato la storia dell'animale uomo ha da pochi decenni fatto un enorme balzo tecnologico in avanti, grazie al ritrovamento sul pianeta Marte dei resti di una sonda spaziale, la quale risulta appartenere ad una razza aliena da lungo estinta, i Prothean. Grazie a tecniche di retro-ingegneria, nel giro di pochi decenni la vita umana ha cominciato a proliferare in tutto il sistema solare e poi sempre più lontano, soprattutto per merito dei Mass Relay, immensi portali che permettono di viaggiare a velocità prima impensabili.
Come è naturale, grazie alla capacità di esplorare la galassia l'umanità entra in contatto con un gran numero di specie aliene. Come troppo spesso accade, l'incontro tra due culture così diverse si trasforma in uno scontro, la Guerra del Primo Contatto, durante la quale la neonata Allenza Umana, organizzazione politico-militare destinata a supervisionare gli interessi dell'umanità nell'universo, si scontrerà con l'Impero Turian per il controllo di alcune colonie periferiche. A fermare questo breve, ma cruento conflitto ci penserà il Consiglio, organo supremo nella Galassia.
A distanza di anni da questo turbolento ingresso nella comunità intergalattica i rapporti tra le diverse razze sono diventati perlopiù pacifici, ma, nonostante questo, all'umanità non viene concesso un seggio nel Consiglio, non riconoscendo il crescente potere e prestigio che l'Alleanza sta velocemente guadagnando. Quest'ultimo, con sede nella capitale della Cittadella, è composto da soli tre rappresentanti delle popolazioni leader: le Asari, un'antica razza monosessuata di sole femmine antropomorfe, i Salarian, simili ad anfibi e poco longevi ed i Turian, esseri dalle sembianze rettili. Diretta emanazione del Consiglio sono gli Spettri, super agenti segreti dotati dei massimi poteri politici e militari, perlopiù impiegati in missioni segretissime e ad alto rischio.
In questo contesto ci troviamo ad interpretare John Shepard, un militare veterano dell'Alleanza già famoso per essere l'unico sopravvissuto di una recente e sanguinosa battaglia, Primo Ufficiale della nave da guerra SSV Normandy. Il suo comandante, David Anderson, lo chiama in missione per un compito di fondamentale importanza: il recupero di una delle preziose sonde Prothean, rinvenuta nei pressi di una remota colonia umana.

La prima fallimentare missione...
La squadra comandata dal Comandante Shepard arriva dunque su Eden Prime, colonia terrestre situata in una fascia dell'universo considerata "a rischio" nonostante la supposta pace che dovrebbe persistere nella galassia. Avvicinandosi al punto prestabilito faremo la conoscenza della soldatessa terrestre Ashely Williams e assisteremo alla comparsa dei Geth, entità cibernetiche di cui non si avevano notizie da oltre duecento anni. L'avventura si complica ulteriormente quando il team ritrova il corpo dello Spettro Turian Nihlus, supervisore della missione umana. Presto scopriranno che ad ucciderlo è stato un altro essere della sua specie, Saren, anch'egli agente Spettro e considerato una leggenda vivente in tutto l'universo per i suoi lunghi anni di servizio costellati di notevoli imprese e successi. Una volta arrivati di fronte alla sonda succede l'impensabile: Shepard, nel tentativo di salvare Ashley, viene investito da una tempesta celebrale contenente informazioni sui Prothean e il motivo della loro scomparsa; purtroppo le immagini sono sfocate, incomprensibili per la mente umana.

La Cittadella
Dopo la fallimentare missione su Eden Prime l'equipaggio della Normandy si dirige verso La Cittadella, capitale della comunità galattica. Ad attenderli c'è l'ambasciatore terrestre Udina, infervorato per il mancato recupero della sonda su Eden Prime. Il Consiglio della Cittadella chiede spiegazioni a Shepard, il quale afferma che è stato Saren a uccidere Nihlus e ad allearsi con i Geth. Dopo una prima udienza respinta per mancanza di prove oggettive della colpevolezza di Saren, il nostro comandante parte alla ricerca di nuovi indizi incriminanti utili a convincere il Consiglio, tanto della sua versione dei fatti quanto delle sue eccezionali qualità e doti di comando.
Grazie all'aiuto di diversi comprimari, Shepard riesce ben presto ad entrare in possesso di una registrazione che rivela la piena responsabilità di Saren per i fatti avvenuti su Eden Prime e la sua intenzione di liberare i Razziatori tramite l'utilizzo di un artefatto alieno conosciuto come Il Condotto; per quanto non vi siano informazioni chiare su cosa questo significhi, la minaccia è sufficiente a convincere il Consiglio a sospendere lo status di Spettro di Saren e ad incaricare Shepard di fermarlo ad ogni costo. Shepard diventa quindi il primo agente Spettro di razza umana della storia.
Per impedire a Saren di far tornare i Razziatori, Shepard dovrà trovare il Condotto prima di lui. Una volta ottenuto il controllo della Normandy, potrete visitare i pianeti di Feros, Noveria e Therum in cerca di indizi. Scoprirete dunque che la matriarca Asari, Benezia, madre di una delle vostre compagne, è stata corrotta da Saren per fare il lavoro sporco. Su Feros invece avrete a che fare con una strana creatura chiamata Thorian, dalla quale ricaverete il Cifratore, un oggetto in grado di aiutarvi a comprendere il significato delle immagini trasmesse dalla sonda Prothean su Eden Prime.

Virmire
La storia continua su Virmire pianeta apparentemente tranquillo ma, a quanto pare, ultimo nascondiglio di Saren. Questo corpo celeste si rivelerà più importante di quanto possiate immaginare: all'interno troverete una base utilizzata dai Geth ma soprattutto scoprirete la vera natura della Sovereign. Quest'ultima è l'enorme astronave visibile sin dai primi momenti di gioco su Eden Prime, purtroppo però non è solo un mero ammasso di ferro, ma un essere vivente, un enorme Razziatore. Tramite il suo potere telepatico ha fatto breccia nel cervello di Saren riducendo a zero la sua forza di volontà in modo da usarla a suo piacimento. Dopo queste terribili rivelazioni, il gruppo scappa da Virmire prima che la bomba piazzata da Saren faccia piazza pulita dei testimoni.

Ilos
La Normandy si trasferirà su Ilos, pianeta dimenticato e poco conosciuto, che però si rivelerà la chiave dell'intera storia. Al suo interno ci sono rovine Prothean ancora funzionanti e una memoria artificiale pronta a spiegare cosa successe migliaia di anni prima. La Cittadella, i portali galattici per spostarsi da un punto all'altro dell'universo e tutta la tecnologia Prothean, in realtà sono opera dei Razziatori. Questi famelici alieni avevano allestito la stessa trappola a intere civiltà sin dalla notte dei tempi, ripetendo ogni volta il medesimo iter. Decine e decine di popoli giunti alla loro massima espansione venivano adescati e poi sterminati dai Razziatori. Sempre su Ilos è presente un portale galattico che porta direttamente alla Cittadella; Shepard e i suoi si gettano all'inseguimento di Saren in modo da fermarlo una volta per tutte.

Ritorno alla Cittadella
L'epilogo vede La Cittadella come scenario di uno scontro aereo e terrestre violentissimo. Ogni astronave è impiegata nella lotta anche se l'attacco a sorpresa dei Razziatori sembra averli messi in una posizione di vantaggio. Shepard dovrà vedersela con Saren per un ultimo e serrato scontro; nonostante il Turian sia controllato dalla Sovereing, il nostro comandante riesce ad avere la meglio e mette fine all'attacco nemico. Tutti sono grati al comandante terrestre per il grande gesto, ma i Razziatori non sono affatto stati sconfitti definitivamente. La Sovereign era solo il primo di loro, altri ne arriveranno, prepararsi alla guerra è indispensabile.

Il nostro veloce riassunto della complessa sceneggiatura di Mass Effect ha cercato di toccare i punti salienti della storia senza dilungarsi eccessivamente. Si potrebbero scrivere pagine e pagine per raccontare ogni sfumatura, ogni personaggio incontrato, ci vorrebbe troppo tempo e il risultato sarebbe oltremodo noioso. Attualmente è possibile recuperare il primo episodio ad un prezzo decisamente basso, un modo perfetto per sopportare i giorni che ci separano dal 29 Gennaio 2010, giorno d'uscita di Mass Effect 2.

0 COMMENTI