Anteprima di The Beatles: Rock Band

Copertina Videogioco The Beatles Rock Band
  • Piattaforme:

     PS3, WII, Xbox 360
  • Genere:

     Rhythm Game
  • Sviluppatore:

     Harmonix
  • Distributore:

     Electronic Arts
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1 - 4
  • Data uscita:

     9/9/2009
ASPETTATIVE
- I Beatles rappresentano la storia della musica moderna
- Possibilità di utilizzare strumenti simili a quelli originali suonati dal famoso gruppo
- Tracklist eccellente
Loading the player ...
A cura di (Star Platinum) del
L’edizione 2009 dell’E3 non è stata contraddistinta soltanto dal ritorno di grandi classici o dalla presentazione di serie originali e destinate a mostrarsi con maggiori dettagli solo nei mesi a venire, ma ha portato anche alcune sorprese di rilievo. In occasione della conferenza tenuta da Microsoft alla presentazione di The Beatles: Rock Band erano presenti addirittura due nomi importanti quali Paul McCartney e Ringo Starr, senza dimenticare Yoko Ono e Olivia Harrison, signore che gli appassionati di musica ricorderanno senza fatica alcuna, in virtù del legame indiretto con lo storico gruppo.
Nonostante l’annuncio del gioco sia avvenuto in un contesto ben preciso, il titolo sarà pubblicato in contemporanea per Nintendo Wii, PlayStation 3 e Xbox 360. Scopriamo insieme quali saranno le caratteristiche salienti di questa nuova edizione della serie che ormai da qualche tempo accompagna gli appassionati di musica.

Rinnovamento e tradizione
Portando su schermo in versione videoludica, uno dei gruppi più famosi di tutti i tempi, la serie ha cercato parzialmente distaccarsi da tematiche e generi musicali ormai fin troppo inflazionati, nel tentativo di proporre qualche piccola novità abbinata ad una serie di brani non certo moderni in senso stretto, ma entrati ormai nell’immaginario collettivo ed apprezzati indistintamente dagli appassionati di musica di mezzo mondo. L’importanza di questo elemento può essere apprezzata fin d’ora, in quanto basta sapere che la track list inizialmente prevista comprenderà ben quarantacinque canzoni tratte dalla storia dei Beatles, numero che sarà possibile incrementare successivamente alla pubblicazione del gioco, attraverso i pacchetti aggiuntivi che, come da prassi ormai consolidata, si renderanno disponibili in futuro. Tra i contenuti già noti che saranno rilasciati in un secondo tempo sappiamo già della presenza dell’intero album Abbey Road, cui se ne aggiungeranno molti altri a conferma della volontà degli sviluppatori di proporre un’esperienza ludica che riesca a risultare completa in particolar modo dal punto di vista della discografia proposta, senza dimenticare quindi nessuna canzone importante.
Una delle principali novità presentate, che probabilmente sarà descritta in tutti i dettagli solo nelle prossime settimane, consisterà nella possibilità di poter affrontare ogni esibizione fino ad un massimo di sei giocatori contemporaneamente, almeno per quanto riguarda le versioni PS3 e Xbox 360. Non è chiaro se ciò si renderà possibile a prescindere dal brano selezionato, oppure se vi saranno dei vincoli, tuttavia la possibilità di poter suddividere i compiti tra il canto e l’utilizzo degli strumenti standard (chitarra, batteria e basso) appare molto intrigante e potrebbe innescare dinamiche interessanti arricchendo di parecchio il coinvolgimento. Tutto ciò apre inoltre le porte ad un approccio per certi versi più tecnico, che potrebbe far felici tutti gli appassionati di canto.
Considerando la particolare composizione dei Beatles, non vi sarà un unico registro da seguire, ma il tutto si articolerà in base alla modulazione delle tre modalità di voce richieste, ossia quella del cantante solista cui si accompagneranno altre due voci seguendo livelli canori differenti. Il tutto dovrebbe portare quindi all'esigenza di attenersi su una precisione ancora maggiore ampliando la possibilità di rendere uniche le proprie performance anche in funzione delle doti dei singoli elementi che saranno impegnati a cantare.

Musica con stile
Come anticipato in precedenza, il fatto di potersi esibire attraverso un numero maggiore di ruoli corrisponderà anche a delle statistiche individuali incrementate rispetto al passato. Tale scelta è stata fatta per consentire di controllare le proprie esibizioni non soltanto a livello di corrispondenza delle note, ma anche in relazione alle prestazioni canore ottenute dalle tre voci e alla sintonia necessaria per ottenere bonus. Indubbiamente sarà necessario possedere, oltre che intonazione, anche un certo feeling con i propri compagni per raggiungere i migliori risultati. Tuttavia il potenziale a disposizione dovrebbe permettere di vivere un’esperienza ludica ancor più coinvolgente che in passato, a beneficio del divertimento.
I Beatles non sono però noti al pubblico solo per la grande qualità dei propri brani, ma anche per il fatto di essere passati attraverso numerose mode e periodi culturali. A tal proposito appare molto intelligente l’idea di accompagnare ogni vostra performance con uno stile grafico ben distinto ed in stretta relazione alle originali tendenze di quegli anni, attraverso una sorta di “videoclip” evocativi che risulteranno fedeli riproduzioni di tutti i luoghi e del look adottato di volta in volta dalla celebre band di Liverpool in ognuna delle tappe storiche che ne hanno contraddistinto il successo attraverso gli anni. Non vi saranno unicamente ambientazioni reali, ma anche alcune prese direttamente dai video dell’epoca.
Cercando di coinvolgere quanti più fan possibili, non vi saranno brani da ottenere attraverso il completamento di obiettivi, ma ogni cosa sarà immediatamente disponibile a beneficio di tutti gli appassionati. Questa scelta, sulla carta valida, potrebbe però rivelarsi come un’arma a doppio taglio se considerata nell’ottica di un livello di sfida che per natura stessa dei brani presenti non appare certo come il più impegnativo mai raggiunto dalla serie, soprattutto per chi fosse già esperto delle dinamiche proposte, ma bisognerà attendere per verificare questi dubbi.
Molto bella anche se puramente estetica è la possibilità di avvalersi di strumenti riprodotti seguendo lo stile di quelli originali realmente utilizzati dai Beatles, un piccolo tocco di classe pensato più per i collezionisti e per chi ancora non li possiede che non per reali motivazioni tecniche.
Il potenziale a disposizione è certamente ottimo, così come molto valida appare la tracklist. Se anche la struttura ludica riuscirà ancora una volta a lasciarsi apprezzare nonostante la scarsa originalità che ormai accompagna la serie si potrà parlare di un prodotto molto interessante, da tenere in considerazione come primo titolo da assaporare dopo l’estate, trasformando il 9 Settembre in una data speciale.
Recensione Videogioco THE BEATLES: ROCK BAND  scritta da STAR PLATINUM Nonostante la serie non possa certo essere considerata come una produzione originale, a fronte di dinamiche già ampiamente mostrate nel recente passato, The Beatles: Rock Band potrebbe riuscire a coinvolgere un ampio ventaglio di giocatori in virtù dell’importanza del gruppo rappresentato e di canzoni che hanno fatto la storia della musica.
Se anche a livello di contenuti e di gameplay il gioco mostrerà una buona solidità, si potrà certamente parlare di un ottimo prodotto. Sperando che l’attesa venga ripagata nel migliore dei modi, non resta che attendere la fine dell’estate per un mese di settembre all’insegna della musica. Restate sintonizzati per tutti i futuri aggiornamenti.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.