Anteprima di Risen

Copertina Videogioco Risen
  • Piattaforme:

     PC, Xbox 360
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     Piranha Bytes
  • Data uscita:

     Disponibile
Loading the player ...
A cura di Marco Pellini (Dr. Frank N Furter) del
Risen si presenta al grande pubblico sfruttando l’occasione della Game Developers Convetion 2009. Questo gioco di ruolo, sviluppato dai ragazzi di Deep Silver, cerca di trasportare il giocatore all’interno di un mondo fatato, vivo, il quale risponda in maniera realistica ad ogni azione e decisione che prenderete.

Cosa aspettarsi?
Risen vanta un’ambientazione immaginaria e medievaleggiante, caratterizzata da una natura che riporta alla mente il nostro Mediterraneo. La storia prende il via con il protagonista a bordo di una nave che incrocia in acque straniere; la tranquilla navigazione è bruscamente interrotta da un incidente, in seguito al quale l'imbarcazione subisce dei danni irreparabili fino ad essere distrutta completamente. Il nostro eroe si ritrova dunque naufrago su di un’isola misteriosa, circondato dai corpi senza vita dei suoi compagni sulla spiaggia. Sfortunatamente, l'isola è teatro di un conflitto che vede due fazioni in combattersi per il controllo territoriale; se ciò non bastasse, a peggiorare la situazione interverranno spaventose apparizioni di mostri ed altri strani incidenti, i quali rendono l’esplorazione dell’isola un vero e proprio azzardo. Il primo aspetto positivo di Risen è la libertà data al giocatore, il quale avrà un ampio raggio di scelte su come affrontare l’avventura. Il mondo circostante è stato creato appositamente per essere percepito come “reale”, “vivo” e reattivo alle vostre scelte. Da quanto abbiamo potuto osservare, la libertà di scelta sarà pressoché totale: nel caso in cui vogliate dare sfogo ai vostri istinti più bassi e crudeli non dovrete fare altro che uccidere ogni creatura e/o personaggio del gioco, e questo non comprometterà la struttura del gameplay, che si adatterà dinamicamente alla personalità del vostro alter-ego. D’altra parte avrete occasione di adoperarvi in senso positivo, aiutando le persone in difficoltà ottenendo così la loro fiducia e, in alcuni casi, ritrovarvele al vostro fianco come compagne.

Le due fazioni
Come abbiamo già accennato in precedenza, sull’isola sono presenti due fazioni rivali. La prima è chiamata l’“Inquisizione”, un ordine clericale con l’incarico di esplorare il territorio per studiare la strana apparizione dei mostri. L’altra non ha ancora un nome, ma da quanto è stato lasciato intendere è un’organizzazione fuori legge atta ad esplorare caverne ed anfratti alla ricerca di manufatti da piazzare sul mercato nero. Entrambi gli schieramenti celano lati “nascosti”: l’Inquisizione, ad esempio, sembra che costringa i giovani abitanti dell’isola ad entrare nelle sue fila. Di contro, l’altra sponda appare quella più “umana”, in quanto i ricavati delle vendite della refurtiva sono utilizzati solo per il sostentamento della fazione stessa. Ad un certo punto del gioco l’utente sarà portato a scegliere con quale delle due fazioni schierarsi, cambiando radicalmente gli sviluppi della trama e del gameplay successivo. Gli sviluppatori hanno parlato di ben sessanta ore di storia per entrambe le parti, portando così la longevità e la rigiocabilità a livelli molto alti.
Parte della rigiocabilità è data dalle differenti missioni che vi verranno assegnate; ci saranno diverse quest da affrontare, come ad esempio indagare su di una serie di misteriosi omicidi sull’isola, oppure ripulire la foresta da un branco di lupi, per poi scoprire che al loro posto potreste ritrovarci altre creature o un gruppo di esseri umani. In altre occasioni sarete chiamati a sfruttare una particolare abilità come la magia, oppure ad infiltrarvi senza farsi intercettare e così via. Nonostante non esistano classi specifiche per il personaggio, i giocatori potranno scegliere quale professione intraprendere, e conseguentemente scegliere di incrementare le statistiche riguardanti quest’ultima. A prescindere da quello che deciderete, ci sarà un numero impressionante di opzioni a disposizione del giocatore: queste spaziano dagli stili di combattimento, alle magie ed abilità che potrete utilizzare. Pur essendo in grado di affrontare una qualsiasi battaglia, non è detto che dobbiate per forza entrare in contatto con ogni creatura e, soprattutto, combatterla. Ad esempio, è stato mostrato un punto in cui un lupo feroce era preso dal suo banchettare col corpo di un povero agricoltore; in quel caso la bestia non si è accorta della nostra presenza poiché concentrata sul suo pasto.
Le ambientazioni viste fino ad ora erano prevalentemente esterne: foreste ed aree paludose su tutte. Questo è sicuramente un aspetto “forzato” dalla location dell’isola, nonostante ciò gli sviluppatori hanno assicurato la presenza di aree interne come templi, rovine e altro ancora generati casualmente ad ogni nuova partita in modo da regalare sempre una diversa esperienza di gioco.
Recensione Videogioco RISEN scritta da DR. FRANK N FURTER Durante la presentazione gli sviluppatori hanno utilizzato la versione PC del titolo. Attualmente l’unica console prevista per Risen è Xbox360. I ragazzi di Deep Silver hanno dichiarato che stanno impiegando tempo e risorse per realizzare un sistema di combattimento adeguato e per integrare al meglio altre meccaniche di gioco basilari, affinché il titolo lavori bene su entrambe le piattaforme. Risen è previsto per l’ultima parte del 2009, vedremo se le promesse dei programmatori verranno mantenute e se Deep Silver sarà in grado di regalarci quel mondo magico che in tanti aspettano.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967