Anteprima di Dead Rising 2

Copertina Videogioco Dead Rising 2
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Capcom
  • Distributore:

     Halifax
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-2
  • Data uscita:

     Disponibile dal 24 settembre 2010
Loading the player ...
A cura di (Zephiro) del
Gli zombie son tornati
Correva l’anno 2006, il mercato vedeva il proliferarsi di titoli d’azione per lo più cloni di altri ben più blasonati, quando Capcom decise di pubblicare il primo capitolo di Dead Rising. Nei panni del fotoreporter Frank West dovevamo cercare di sopravvivere per settantadue ore (corrispondenti a sei ore reali) in un centro commerciale assaltato da zombie. Nonostante il plot fosse molto stringato, il successo fu enorme a causa della notevole varietà offerta in termini di gameplay. Era possibile, infatti, trascorrere il tempo come più preferivamo, uccidendo a più non posso, cercando nuovi strumenti di morte o andando semplicemente a fondo nella trama. Prendendo spunto a piene mani dai clichè tipici dei film horror di un tempo, ciò che risultò piacevole furono l’irresistibile ironia con cui veniva servito il tutto e la non serietà del gameplay che riusciva a garantire molte ore di divertimento libero. Sono trascorsi alcuni anni da allora, ma seppur all'interno di un mercato videoludico in costante mutamento e alla ricerca di sempre nuovi standard, DR può essere definito come una delle realtà meglio riuscite del recente periodo, ancor oggi apprezzato da numerosi giocatori. L'idea di volerne proporre un seguito appare quindi ambiziosa e in prospettiva molto interessante.

Benvenuti a Fortune City
Dopo i successi del primo capitolo, uscito in esclusiva per Xbox360, Capcom cerca di rinnovarsi puntando su un team di sviluppo canadese per garantire ampi margini di miglioramento al gioco: riuscirà Dead Rising 2 a bissare il successo del primo episodio? Cerchiamo di scoprirne insieme le carte vincenti.
Abbandonato il centro commerciale di Willamette, fantomatica città che faceva da teatro al primo episodio, la location prevista per questo capitolo ricalca in maniera più o meno fedele un altro grande fenomeno tipico del costume americano, un simil-casino. La vicenda si svolgerà in tale Fortune City, il cui accostamento alla celeberrima Las Vegas è quantomeno banale, e seguirà di alcuni anni il corso degli eventi lasciati in sospeso alla fine del primo capitolo. L’invasione, infatti, non è stata contenuta, pertanto gli zombie saranno liberi di vagare all’esterno di Willamette, fino ad occupare appunto Fortune City, dove ovviamente avrà inizio l'avventura. Le notizie sulla trama purtroppo si fermano qua, ma già dai primi screen rilasciati appare evidente che la nuova location non mancherà di fascino e atmosfera.
Punto forte di questo episodio sarà nuovamente la varietà con cui sarete liberi di agire, grazie alla possibilità di utilizzare innumerevoli oggetti dello scenario come armi improprie; è stato aumentato, inoltre notevolmente anche il numero di zombie che presidieranno la cittadina, si parla infatti di circa diecimila morti viventi da massacrare, quasi il doppio rispetto al predecessore.
Lo sviluppo da parte di Blue Castle Games è stato deciso da Capcom per dotare il gioco di un più ampio margine di visibilità e ampliare le prospettive di gioco. In una recente intervista a Keiji Inafune, infatti, il leader design di Capcom ha espresso la volontà del colosso giapponese di espandere ulteriormente la già notevole fetta di mercato di cui gode. Affidarsi ad un team occidentale pone nuovi punti di vista rispetto agli standard orientali, introduce meccaniche di gioco ampliate e dona ovviamente nuove potenzialità al titolo, cercando oltremodo di incontrare i gusti dei gamers di tutto il mondo, da cui deriva anche la scelta dello sviluppo multipiattaforma. Capcom è intenzionata a dar vita ad un nuovo franchise sulla falsariga di Resident Evil, dal gameplay più vario e dal contorno sicuramente meno impegnativo narrativamente parlando, anche se suscettibile di molte sorprese.

Solo contro tutti
Nei piani degli sviluppatori vi è infatti la volontà di proporre un'esperienza ludica intensa ma allo stesso tempo ricca di nuove soluzioni, in grado di rendere il gioco interessante per diverse tipologie di utenti e proponendo una maggiore libertà d'azione supportata dai tanti nuovi strumenti ed oggetti con cui sarà possibile interagire, pur rapportandosi ad un più elevato livello di sfida nell'arco dell'avventura. Ad oggi purtroppo sono emersi ancora pochi dettagli circa la possibilità di un'eventuale modalità multiplayer online, tuttavia l'esperienza in single player potrebbe risutare già sontuosa quanto basta coinvolgere ad alti livelli.
Nonostante lo sviluppo del titolo sia ancora ad una fase embrionale, appare evidente che notevoli sforzi saranno concentrati nel rendere il gioco molto impegnativo, sperando che il tutto non si riveli frustrante o supportato da una curva d'apprendimento troppo articolata. Le situazioni con cui interagire, così come l'elevato numero di creature da affrontare, potrebbero infatti rappresentare una vera e propria minaccia amplificata ed in grado di sorprendere anche chi aveva avuto modo di giocare al primo episodio, grazie a dinamiche di attacco implementate da zero e che necessiteranno di essere scoperte prima di poter adottare le necessarie contromisure.
In perfetta sitonia con il capitolo precedente, Dead Rising 2 potrebbe quindi rivelarsi un prodotto dotato di un ritmo molto sostenuto e qualitativamente molto apprezzabile, in grado di conquistare nuovi appassionati nonostante una trame che potebbe celare meno sorprese rispetto al passato, senza comunque risultare troppo scontata o noiosa.
Le poche immagini ufficiali a corredo lasciano trasparire sin da ora una notevole cura nel dettaglio delle ambientazioni, con particolare merito alle espressioni del protagonista davvero appaganti. I giochi di luce delineano al meglio la cura riposta nell 'illuminazione e nella qualità delle texture, anche se il titolo è in una fase piuttosto primordiale dello sviluppo per poter sbilanciarsi troppo su dettagli tecnici.
Blue Castle Games ha un compito non certo facile, ma potrebbe riuscire a reinventare un prodotto in grado di risultare immersivo e ben caratterizzato per dinamiche. Lo scenario più ampio e permissivo a livello di aree da esplorare permetterà di abbinare alle angoscianti sensazioni del primo episodio un'atmosfera ricca di tensione e approfodita per azioni a disposizione del protagonista. Ovviamente è ancora presto per spingersi oltre con considerazioni più approfondite, tuttavia le premesse iniziali fanno ben sperare verso un risultato che si preannuncia decisamente degno d'essere seguito con la massima attenzione.
Recensione Videogioco DEAD RISING 2 scritta da ZEPHIRO Dopo lo strepitoso successo del primo capitolo ripetersi non sarà semplice, tuttavia c’è da considerare che il gioco ha un enorme potenziale considerando la freschezza del gameplay offerto e la varietà prevista. Considerando l’esperienza di Capcom nel settore e la sua supervisione al lavoro svolto dai ragazzi canadesi, le possibilità che Dead Rising 2 possa rinnovare il genere appaiano piuttosto elevate, in virtù dell’originalità del plot e della struttura offerta. Lo stile quasi demenziale di certe situazioni, e la scelta di utilizzare oggetti piuttosto strani come armi, potrebbero decretare il gradimento del pubblico che oramai è abituato a produzioni dall'aspetto più serioso. Resta da capire quanto l'utenza globale sappia apprezzare le novità e il divertimento offerto dal titolo, senza badare troppo al background offerto dalla trama, che in fin dei conti si rivela essere un mero pretesto per dare libero sfogo alla nostra sete di distruzione. Restate con noi per saperne di più sui dettagli futuri di questo attesissimo sequel.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.