Anteprima di Il Padrino 2

Copertina Videogioco Il Padrino 2
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     EA
  • Distributore:

     EA
  • Data uscita:

     10 Aprile 2009
Loading the player ...
A cura di Claudio Consoli (Shiryo) del
A poco più di un mese dal recente hands-on presso gli studi milanesi di EA, torniamo a parlare de Il Padrino 2, titolo sviluppato da EA Redwood Shores. Dopo un'ulteriore sessione di gioco, questa volta focalizzata sulla gestione tattica della Famiglia e delle attività presenti nelle vie della New York virtuale che abbiamo avuto modo di visitare, vediamo quali sono state le nostre impressioni.

L’impottante è 'a famigghia
Dopo aver dato al protagonista l’aspetto fisico preferito tramite un editor tanto semplice quanto completo, abbiamo avuto modo di affrontare le missioni introduttive, raggiungendo poi la nostra base operativa a New York, nei dintorni della quale si estendono numerose vie ricche di attività illecite ed esercizi privati che possono diventare fonte di business per la nostra Famiglia.
La scalata al potere nella Grande Mela prevede, infatti, di riscuotere pizzo presso i vari commercianti e ristoratori presenti, oltre che impossessarsi dei vari racket inizialmente sotto controllo delle famiglie rivali. Una simile impresa, partendo dal nulla, non può essere certo realizzata da soli, per questo il neo acquisito status di Don ci ha permesso di esercitare un certo carisma presso numerosi malviventi specializzati che non hanno perso occasione per proporsi di entrare nella nostra squadra. Parlando con questi loschi figuri, infatti, è possibile scoprire le loro principali abilità, che spaziano da quelle di medico, indispensabili per curare compagni feriti negli scontri a fuoco, a quelle di tecnico utili per interagire con sistemi elettromeccanici di varia natura; fino ad arrivare perfino allo scassinatore, all’esperto di esplosivi e addirittura all’esperto di incendi. Ognuno di questi personaggi potrà occupare quello che inizialmente è il solo posto disponibile al nostro fianco: sarà nel prosieguo dell'avventura che potremmo poi avere vicini altri malviventi che potranno rendersi utili in più di un'occasione.
La configurazione ad albero offerta dal titolo ci ha visti sulla punta dell’abete, riuscendo a riempire prima della fine dell’hands-on, l’intera fila bassa dello stesso che comprende i membri di basso rango. Per alcuni di questi abbiamo avuto modo di acquistare dei potenziamenti rendendo, nello specifico, l’esperto di demolizioni anche un ottimo medico da campo.
Nel proseguire verso il controllo delle tre città disponibili nella versione completa, i membri dei ranghi più bassi che avranno ottenuto i potenziamenti migliori potranno diventare capi, e salire ulteriormente di livello sino ad arrivare a farci da spalla; per quanto sia stato possibile provare nel tempo a disposizione, possiamo affermare che è piuttosto divertente gestire i vari “guaglioni” arrivando ad avere il proprio preferito ed investendo i soldi della Famiglia per farlo crescere.

Ricorda, è solo business
Avere soldi per i propri cari e per i propri picciotti significa necessitare di introiti; ne Il Padrino 2 il modo migliore per ottenerne è dare una "scossa" al mercato: questo avviene percuotendo fisicamente chiunque non si dimostri disponibile a cedere le proprie attività o semplicemente si rifiuti di rimpinguare le nostre casse dopo una richiesta esplicita. Spaventare un proprietario è un’operazione da compiersi tirando qualche pugno ben assestato grazie ai grilletti del Pad, o effettuando prese con le quali spingere il malcapitato di turno contro muri o altri elementi dello scenario. Attenzione, però, a non perdere il controllo della situazione: se intimorire l’esercente di turno al primo livello di un apposito indicatore significa raggiungere l’obiettivo prefissato, esagerare superando il secondo livello potrà portare a una reazione incontrollata della vittima o, addirittura, alla sua morte. Durante la prova effettuata, distratti dall’affascinante accompagnatrice seminuda di un arrogante proprietario di Night Club, abbiamo esagerato nell’opera di convincimento finendo per ammazzare il povero sventurato, ritrovandoci senza quattrini e con la polizia subito alle nostre calcagna. Purtroppo c'è da segnalare che in questa preview, l'interazione con gli elementi dello scenario è risultata piuttosto problematica dal momento che si è reso necessario posizionarsi in punti ben precisi con la conseguente mancanza di immediatezza nell'azione di gioco. Un problema non trascurabile che speriamo venga risolto in fase di relaese finale.
Riscattare pizzi o prendere il possesso di attività non sono le uniche attività da svolgere per il successo; saranno disponibili numerose zone di prostituzione da prendere in gestione, oltre che un sistema di contrabbando di armi illegali e droga ancora da svelare.
Tra le varie possibilità abbiamo trovato particolarmente interessante la presenza di una sorta di sistema di “favori”; spostandoci per la città abbiamo incontrato personaggi contrassegnati da appositi indicatori che, dopo aver parlato con noi, ci hanno invitati a colpire degli obiettivi secondo modus operandi prestabiliti, per guadagnarsi la loro simpatia. In un caso l’obiettivo in questione si è rivelato essere un’uomo apparentemente innocuo che abbiamo dovuto eliminare senza usare armi, mentre in un altro abbiamo dovuto far saltare in aria un negozio. in qualsiasi caso la ricompensa sarà sempre all’altezza della fatica:non per nulla l’aver portato a termine un paio di incarichi particolarmente difficili ci ha dato modo di scoprire la posizione di uno dei membri di una Famiglia rivale che ha così avuto poche opportunità di difendersi dall’inaspettato nostro attacco.
Completati degli obiettivi e dopo aver esteso la nostra influenza su determinate zone, è necessario mandare degli uomini di guardia affinché le difendano da attacchi di rivali in cerca di successo. Il sistema in questo caso prevede di poter sceglierequanti più guardiani preferiamo, considerando che ognuno di loro pretende un giusto salario e che le nostre entrate sono limitate alla qualità delle attività che controlliamo
Questo sistema di pagamento, in aggiunta alla necessità di spendere soldi per potenziare gli alleati, crea un sistema economico all’interno del gioco che motiva il giocatore all’accumulo di denaroe che, di conseguenza, rende importante e divertente fare quello che il gioco vuole che si faccia: Business ad ogni costo.
Da notare che il portare a termine varie attività di uno stesso genere, oltre che generare soldi e potere, rende disponibili particolari upgrade come giubbotti antiproiettile o automobili corazzate: niente di meglio per motivare a completare missioni altrimenti non obbligatorie.

Sparatorie e mazzate
Le fasi di incursione nei vari locali e quelle di guerriglia urbana si sono rivelate divertenti, anche grazie ad un ottimo controllo del personaggio. Le sparatorie ci hanno permesso di utilizzare revolver, fucili a pompa e mitragliatori in pieno stile mafioso, agevolati da un sistema di puntamento semi automatico che prevede di sparare tramite reticolo libero spostando il mirino con l’analogico destro, oppure di agganciare un bersaglio e limitare lo spostamento del reticolo alla sagoma della persona, permettendo di colpire punti sensibili come braccia, gambe o testa. Grazie a questo sistema le armi utilizzate hanno permesso di far fuori agevolmente diversi avversari finendo per devastare gli interni di numerose attività durante le sparatorie, cosi come di effettuare precisi headshot approcciando il nemico con maggiore tattica. E' presente la possibilità di sfruttare adeguate coperture, ma dobbiamo ammettere che il sistema necessita ancora di qualche miglioramento, dato che non sempre i vari elementi dello scenario si sono dimostrati utilizzabili, finendo per lasciarci allo scoperto nel tentativo di sfruttarli e subendo gravi danni a causa di tentativi non andati a buon fine.
Anche nel caso di sparatorie la gestione dei compagni si rivela utile, dato che avremmo modo di impartire semplici comandi. Divertente notare che nel caso lo scambio di pallottole avvenga davanti ad uno dei proprietari, sia poi sufficiente parlargli per ottenere denaro, senza dover ricorrere ad alcuna percossa, essendo lo stesso già terrorizzato a sufficienza.

Cosa c’è sotto?
Titolo criptico per introdurre un accenno al comparto grafico, dove per “sotto” ci riferiamo al motore grafico, lo stesso dell’ottimo Dead Space. L'engine in questione, che paradossalmente si chiama proprio Godfather Engine, è stato opportunamente riveduto e modificato al fine di permettere una buona resa in spazi decisamente più ampi dei ristretti corridoi spaziali del titolo horror di EA. La qualità è piuttosto buona considerando il genere di gioco, con modelli poligonali credibili e soprattutto volti ben realizzato ed ottimamente animati. Le autovetture appaiono anch’esse realizzate discretamente e con buoni riflessi sulla carrozzeria, mentre gradevoli sono le esplosioni e gli effetti di spari ed urti. Senza ovviamente dimenticare il sangue che va a macchiare le vetture quando si investono degli ignari passanti o degli avversari. La città mostra una scala cromatica colorata e realistica con un ottimo impatto visivo, seppur si noti a tratti una linea di orizzonte piuttosto ravvicinata.
La prova effettuata, nonostante scene ricche di caos, proiettili ed innocenti in fuga da ogni parte, non ha mostrato evidenti cali di frame-rate.

Famiglia Worldwide
Per quanto durante la prova non vi sia stato modo di testare con mano, EA ha reso noto che il titolo vanterà un comparto multiplayer valido: in merito le ultime novità sono solo sulla modalità Don Control, che verrà implementata a titolo già pubblicato come contenuto scaricabile gratuito. Questa modalità dovrebbe integrare le sessioni multiplayer a quelle single player: ogni giocatore potrà sfidare altri 15 contendenti online mettendo in palio quanto di guadagnato in single player. Ogni Don potrà reclutare altri membri nella sua famiglia, pagandoli lautamente, ma nel caso di sconfitta perderà parte di quanto guadagnato nella propria campagna single player. Una buona idea, le cui funzionalità approfondiremo meglio appena ce ne sarà occasione.
Recensione Videogioco IL PADRINO 2 scritta da SHIRYO Il Padrino 2 propone diversi elementi inediti per il genere Free-Roaming, unendoli ad alcuni già visti ma comunque ben implementati. La versione testata, in inglese con umoristiche battute e parolacce in italiano, sarà tradotta completamente nella nostra lingua madre; la speranza è che venga trovato un espediente per mantenere lo slang originale, magari facendo pronunciare in inglese qualche parola al fine di rendere al meglio la personalità italo-americana dei protagonisti. Considerando che il prodotto è recentemente entrato in fase gold, possiamo solo sperare che qualche difetto evidenziato, comunque non particolarmente grave, sia stato sistemato dopo il rilascio del codice utilizzato per questo hands-on. Per quanto riguarda il multiplayer, è ancora presto per qualsiasi analisi concreta.
L’attesa per la versione completa durerà fino al 10 di Aprile di quest’anno: giusto il tempo necessario per riguardare tutti i film della saga cinematografica e rigiocare il primo espisodio in modo di farsi trovare pronti per la release di questo nuovo capitolo.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967