Recensione di Street Fighter IV

Copertina Videogioco Street Fighter IV
  • Piattaforme:

     PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Picchiaduro
  • Sviluppatore:

     Capcom
  • Distributore:

     Halifax
  • Giocatori:

     1-2
  • Data uscita:

     Disponibile
9.2
Voto lettori:
8.7
- Stile unico
- Gameplay profondo ma immediato
- Filmati dedicati per ogni personaggio
- Input comandi migliorato da SSFII HD Remix
- Manca una modalità Torneo Online
- Mancano stage e musiche dedicate ai singoli personaggi
Loading the player ...
A cura di Claudio Consoli (Shiryo) del
A dieci anni dall’uscita del suo ultimo capitolo, la celebre saga di Street Fighter si arricchisce di un nuovo immancabile esponente: Street Fighter IV
Avendo a che fare con predecessori e spin off di indiscutibile qualità, l’ultimo nato di casa Capcom doveva proporsi con caratteristiche di prima qualità per mantenere alto il proprio nome. Street Fighter IV riesce nell’impresa offrendo lo stile di gioco bidimensionale e le meccaniche classiche della serie, animati da un motore di gioco tridimensionale di altissimo valore che rende ogni movenza dei nerboruti personaggi, una piccola opera d’arte.

Who will be the Champion?
Street Fighter IV è un prequel del terzo capitolo uscito nel 1999, e ripropone perciò i personaggi di Street Fighter II in aggiunta a sei personaggi esclusivi ed alcuni ritorni da differenti episodi della saga.
La lista originale dei personaggi presenti nel cabinato arcade da cui la versione arcade ha origine, vede protagoniste numerose vecchie conoscenze: Akuma, Balrog, Blanka, Chun Li, Dhalsim, Edmond Honda, Guile, Ken, Mike Bison, Ryu, Sagat, Vega e Zangief tornano nel torneo più famoso al mondo affiancati dai nuovi Abel, Crimson Viper, El Fuerte, Gouken, Rufus e Seth, il boss del gioco. Se la maggior parte di loro è giocabile immediatamente “out of the box”, si dovrà sudare prima di poter prendere il controllo dei fratelli Akuma e Gouken o di Seth; per ottenere uno alla volta i componenti del trio sarà necessario completare la modalità arcade con tutti i personaggi.
La lista di sbloccabili si amplia ulteriormente grazie alla presenza di sei personaggi esclusivi per la versione console, che andranno ottenuti a suon di KO, ovvero Cammy, Dan, Fei Long, Sakura, Rose e Gen, ognuno dei quali diverrà giocabile dopo aver completato la storia con specifici characters.

Controllo dell’Hado
La folta schiera di combattenti si sfiderà in battaglie basate sul gameplay storico, arricchito da determinanti novità: a disposizione di ogni personaggio vi è un particolare colpo chiamato Focus Attack, che permette di incassare una mossa avversaria e contrattaccare con potenza, in modo da stordire il nemico e aprire lo spazio ad una combo o ad una tecnica speciale. Ancora presente la barra special, composta ora da quattro tacche. Questa si riempirà sia colpendo l’avversario che subendo danni, permettendo l’utilizzo di tecniche uniche. Ognuna delle quattro tacche può essere consumata per realizzare le mosse speciali nella variante EX, più potente e valida di quella standard, oppure tutte e quattro insieme per dare il via ad una Super Combo, mossa caratteristica di ogni fighter.
La Super Combo non è però la tecnica più dannosa eseguibile: vi è infatti la Ultra Combo, realizzabile dopo il caricamento di un apposito indicatore “Revenge”, che si riempirà unicamente subendo danni, il che introduce la possibilità di ribaltare le sorti di ogni match, mantenendo alto il livello di attenzione necessario anche contro avversari quasi battuti.
Restando in tema di tecniche e mosse speciali, un plauso va al sistema di controllo, protagonista di miglioramenti evidenti: nonostante il comprensibile scetticismo iniziale, utilizzando lo stick analogico di Xbox 360 o il D-Pad di Playstation 3, l’immissione delle combinazioni utili a produrre le varie special mostra un margine d’errore ridotto ed una facilità di realizzazione molto superiore a quella trovata nel recente Super Street Fighter II HD Remix. Questo permette di realizzare Shoryuken ed in generale tecniche normalmente ardue per un controller standard con una buona semplicità. Persino le rotazioni di 360° necessarie all’esecuzione delle migliori mosse di Zangief, il Wrestler Russo, risultano di facile realizzazione, rendendolo finalmente un personaggio giocabile anche dai meno esperti, oltre che confermarlo un character letale se in mano a giocatori abili.
Qualora si preferisse comunque passare a sistemi di input appositi, ricordiamo che verranno distribuiti Arcade Fight Stick ufficiali, oltre che gamepad personalizzati per alcuni dei lottatori, dotati di D-PAD migliorato ed i 6 tasti attacco allineati come nei cabinati arcade.

Come in sala giochi? Meglio.
Come appena accennato, immancabile è la presenza dell’Arcade Mode, che darà modo di scoprire le motivazioni che spingono ogni personaggio a partecipare al torneo, affrontare una serie di avversari di difficoltà crescente sino al rivale principale di ognuno di loro, e gustare il finale dopo aver battuto il letale Seth. Apprezzabile la qualità dei filmati in alta risoluzione in puro stile manga che aprono e chiudono la storia dei vari personaggi. L’arcade mode, oltre che essere il modo più rapido per entrare nell’azione del gioco, è utile a rendere disponibili i personaggi sbloccabili oltre che ampliare la collezione di filmati ed art work di cui il titolo vanta una grande varietà.
Fortunatamente Street Fighter IV non difetta di una modalità Versus che permetta di sfidare un amico in multiplayer locale, guardare combattere CPU contro CPU o affrontare un avversario gestito dall’intelligenza artificiale a scelta; quest’ultima un’opzione la cui presenza appare scontata, ma che talvolta è stata omessa anche in picchiaduro di alta qualità.
Presente una divertente modalità Challenge, che racchiude in se Time Attack, Survival e Trial. Il Time Attack racchiude in tutto 25 sfide di difficoltà crescente divise tra Normale e Difficile; sarà necessario battere un numero prestabilito di avversari entro il tempo limite, ottenendo in qualche caso dei secondi bonus per le vittorie. La modalità Survival vede i combattenti sfidare una serie di avversari cercando di mantenere il limite di energia minimo richiesto per il completamento della sfida. Anche in questo caso le 25 sfide sono divise tra 20 di difficoltà normale e 5 difficile. Ultima delle challenge è la modalità Trial, che porterà il giocatore nell’arena dell’allenamento mettendolo alla prova con la realizzazione delle tecniche speciali di ogni personaggio. Ognuno dei fighters dovrà affrontare 10 sfide divise tra normali e difficili. Terminare alcune di queste modalità servirà a sbloccare succulenti bonus quali numerosi colori alternativi per tutti i personaggi.

All around the world
Se affrontare le modalità single player o multiplayer locale non fosse sufficiente, Street Fighter IV propone l’immancabile supporto online per sfidare i combattenti di tutto il mondo; la vera essenza di essere uno Street Fighter. Nel dettaglio, il comparto online offre partite del giocatore o classificate. Assolutamente valida l'idea di inserire l'inedito sistema di Sfide Arcade: la funzione permette di essere sfidati in qualunque momento si stia giocando in single player contro la CPU, da combattenti umani online, parallelamente a quanto accadeva in sala giochi quando il ragazzo vicino infilava la moneta per sfidarci e prendere il nostro posto nella scalata al boss finale; questo permette di giocare per ore combattendo CPU e umani senza spezzare il ritmo neppure per un secondo.
La possibilità di filtrare le partite per stabilità della connessione oltre che per lingua o abilità del giocatore lima il rischio di lag e partite poco fluide. Dopo numerosi match all'attivo possiamo affermare che la qualità del comparto è altissima: anche affrontado avversari con i quali il livello di stabilità stimato è molto basso, non si registrano livelli di lag che impediscano un regolare incontro.
Giocare e vincere online permetterà di accumulare punti che sbloccheranno via via titoli ed icone differenti da attribuire alla propria scheda giocatore, oltre che inserire il giocatore nelle classifiche internazionali consultabili dall’apposito menu. Peccato per la mancanza di una modalità torneo, che sarebbe stata gradita.

Binomio di stile e tecnica
Il comparto tecnico del gioco è di primissimo livello; se lo stile grafico adottato sta facendo innamorare molti giocatori scontentandone altri rendendosi soggettivamente apprezzabile, è invece oggettivo che la qualità alla base sia elevata: i movimenti dei personaggi sono fluidi e l’azione di gioco risulta sempre incalzante senza alcun rallentamento. Nota di merito agli splenditi scenari animati che fanno da sfondo alle battaglie, anche se delude in parte constatare che questi non sono abbastanza da poter dedicare ad ogni personaggio il relativo stage, con la conseguenza che le battaglie avvengono in scenari che non sempre mostrano un legame logico con il personaggio affrontato, come diversamente accadeva in tutti i passati capitoli della serie.
Per quanto riguarda il comparto audio, per il quale ci saremmo aspettati remix delle storiche melodie come avviene in SSFII HD Remix, sono invece presenti brani originali apprezzabili, ognuno dei quali accompagna direttamente lo scenario dell’incontro senza dipendere in alcun modo dagli sfidanti implicati. L’andamento del combattimento è scandito dal cambio di ritmo delle musiche in tempo reale. Interessante la possibilità di scegliere se usare le voci giapponesi o inglesi per filmati e parlato in-game, che si amplierà ulteriormente sbloccando l’opzione per modificare la lingua per ognuno dei singoli personaggi.
Recensione Videogioco STREET FIGHTER IV scritta da SHIRYO Street Fighter IV propone divertenti modalità di gioco, tra le quali si apprezza la presenza dell’allenamento libero, che unite ai numerosi contenuti sbloccabili e un valido supporto online, danno il senso di profondità e completezza di un titolo che affianca uno stile grafico innovativo a una giocabilità che sembra tornare alle origini, con combinazioni facili da eseguire grazie al sistema di input migliorato, e un ottimo bilanciamento tra profondità del gameplay e semplicità del concept.
Questi elementi riescono a rendere Street Fighter IV un capitolo immancabile nella collezione dei fan della saga, che riusciranno a sfruttare al meglio le numerose combo e tecniche speciali di ogni personaggio, portando le sfide tra esperti a massimi livelli di tecnicismo, pur rimanendo comunque fruibile a una fascia di nuovi utenti, grazie ad un entry level assolutamente abbordabile.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967