Recensione di Rock Band: AC/DC Live

Copertina Videogioco Rock Band AC/DC
  • Piattaforme:

     PS3, PS2, WII, Xbox 360
  • Genere:

     Rhythm Game
  • Distributore:

     EA
  • Lingua:

     Italiano
  • Giocatori:

     1-4
- Diciotto brani degli AC/DC non sono pochi...
- Possibilità di importare i brani in Rock Band 1 e 2
- La tracklist comprende molti successi memorabili
- ... ma nemmeno tanti
- Mancano moltissime caratteristiche di Rock Band
- Inutile come gioco stand alone
A cura di (AP) del
Rock Band e il suo seguito sono due dei rhytm game più importanti che il mercato videoludico per console abbia mai proposto. Il gameplay offerto, grazie all'utilizzo combinato di tre diversi controller, rende lo stile di gioco decisamente vario e permette a chiunque di avvicinarsi ad esso grazie ai tanti livelli di difficoltà messi a disposizione. Oltre a ciò questi due titoli possiedono due track-list invidiabili che tra l’altro possono essere fuse in una aumentando i pezzi da suonare. Se tutto ciò ancora non vi basta si può andare nello shop online dedicato e comprare ulteriori brani o addirittura interi album. Per questo motivo ci sembra strano trovarci oggi a recensire AC/DC Live Rock Band in questa versione inscatolata e contenente tutti i 18 brani che hanno animato Donington Park il 17 agosto 1991.

(Una sola) Rock Band
Inserito il disco di gioco ci si accorge subito che tutto il gioco si basa sulle meccaniche del primo Rock Band, adottando anche lo stesso stile per i menu. Mancano quindi tutte le caratteristiche online tanto esaltate nella seconda uscita. Questa purtroppo non è l’unica mancanza, poiché molto presto vi accorgerete anche dell’assenza dell’editor del vostro rocker e della possibilità di scaricare canzoni aggiuntive, più tante altre opzioni cosiddette “minori” che erano presenti nelle versioni classiche. E’ presente sempre la modalità che vi permette di suonare una canzone a vostra scelta tra le diciotto disponibili e un predefinito tour mondiale, che però non ha nulla né di tour, né di mondiale, visto che all’inizio vi troverete a suonare il primo brano del concerto, ossia "Thunderstruck". Dopo averlo completato sarà la volta di "Shoot to Trill" e via discorrendo fino all’ultima "For Those About to Rock (We Salute You)". La scaletta comunque è la seguente:

"Thunderstruck"
"Shoot to Thrill"
"Back in Black"
"Hell Ain't a Bad Place to Be"
"Heatseeker"
"Fire Your Guns"
"Jailbreak"
"The Jack"
"Dirty Deeds Done Dirt Cheap"
"Moneytalks"
"Hells Bells"
"High Voltage"
"Whole Lotta Rosie"
"You Shook Me All Night Long"
"T.N.T."
"Let There Be Rock"
"Highway To Hell"
"For Those About to Rock (We Salute You)"

Una volta finita la modalità “World Tour” non rimane molto altro da fare, se non allenarsi e suonare nuovamente le canzoni, magari ad un livello di difficoltà più alto.

Un concerto senza band???
Se per quanto riguarda le modalità ci si trova davanti un Rock Band limitato, il lato tecnico non differisce da quanto visto sulle due uscite standard. Il problema casomai è che in un gioco dedicato agli AC/DC mancano proprio gli AC/DC! In pratica i personaggi che si alterneranno sul palco sono i soliti ignoti che imperversano nei capitoli originali. Sarebbe stato plausibile che, vista la distribuzione di questo pacchetto di canzoni su supporto ottico, i membri della band australiana venissero ricreati con lo stile grafico del gioco. Sarebbe stato bello vedere Angus agitarsi sul palco con il suo tipico completo da scolaro… Invece nulla di tutto ciò è stato fatto e di loro rimarranno solamente le sonorità. Per fortuna, vista la natura della produzione, sul retro del libretto di istruzioni potrete trovare un codice che vi permetterà di scaricare da internet l’intero pacchetto in modo da poterlo integrare sia con Rock Band che con il suo seguito.
Recensione Videogioco ROCK BAND: AC/DC LIVE scritta da AP Il più grande limite di AC/DC Live Rock Band sta nella sua natura stessa di espansione. La sua uscita su dvd faceva ben sperare che ci si potesse trovare davanti la location originale o quanto meno i modelli poligonali dei propri idoli. Invece nulla. Ci si limita a suonare i pezzi live originali, ma senza nessuna caratteristica extra. Per questo motivo e per via di diversi tagli al software questa espansione, sebbene possa essere giocata senza possedere alcun Rock Band, dovrebbe essere presa in considerazione solo da chi già possiede almeno uno dei due capitoli “principali”. In questo modo si potrà integrare la propria track list con 18 brani davvero validi e divertenti.
caricamento in corso...

 
 
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.