Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
MotoGP 08

MotoGP 08

Milestone c'e'!

PC, PS3, PS2, WII, X360

Guida

Italiano

Halifax

24 Aprile 2009 Wii

A cura di del
Un po’ a sorpresa, nonché in maniera piuttosto atipica, Capcom ha mostrato ad alcuni inviati all’E3 in corso a Los Angeles uno dei suoi prodotti in fase di sviluppo più attesi in molti paesi d’Europa, tra cui ovviamente l’Italia. Si tratta di MotoGP 08, prodotto ufficiale del campionato di motociclismo atteso per la fine dell’anno su Xbox360, PS3, WII, PS2 e Pc. Vediamo allora quali sono le principali novità e caratteristiche.

Cambio di direzione
Mai come quest’anno il nuovo episodio della serie già presente su PS2 e Xbox 360 è stato avvolto da un alone di mistero, legato alle speranze di noi appassionati di avere finalmente il simulatore a due ruote definitivo. Questo perché, come già annunciato da Capcom, il progetto è passato definitivamente dalle mani di THQ e Climax, autrici di una serie di versioni discrete ma nulla più, a quelle ben più affidabili dell’italianissima Milestone. Questo per tutte le versioni previste, anche quelle next-gen..
Al di la dell’orgoglio tricolore, non possiamo non essere felici di questa scelta considerando l’esperienza maturata dalla casa milanese negli ultimi anni in questo genere videoludico. Probabilmente molti non se ne ricorderanno neanche, ma Milestone si fece conoscere al grande pubblico con un riuscito arcade a quattro ruote per Pc chiamato “Screamer”, per poi ottenere la consacrazione definitiva nel mondo delle due ruote con“Superbike 2000 (sempre su Pc), una simulazione su licenza straordinaria e con un motore grafico da urlo, che fece gridare al miracolo gli appassionati. Le premesse per un ottimo titolo, dunque, almeno da questo punto di vista ci sono tutte.
Non dimentichiamo, peraltro, che Milestone ha già pubblicato la versione Playstation 2 di MotoGP 07, un buon prodotto che ha spinto definitivamente Capcom a questo deciso cambio di rotta.

Mani sul manubrio
La versione mostrata al Los Angeles Convention Center era ancora molto limitata e, nonostante permettesse di scegliere già tra tutti piloti del circus, proponeva come unica modalità giocabile quella arcade, precisamente sulla pista di Barcellona.
Anche se la modalità simulativa non è ancora stata svelata, la sessione è stata utile per comprendere che cosa ci aspetterà. Innanzitutto MotoGP 08 sarà un gioco adatto a qualsiasi pilota, dal principiante al centauro che cerca le sensazioni e le emozioni più forti sulle due ruote. Nei giri di prova concessi da Capcom gli aiuti erano praticamente settati al massimo e difficilmente si perdeva il controllo della moto, anche in seguito alle manovre più decise e improvvise. Le uscite di pista raramente comportavano cadute ma si limitavano esclusivamente a piccole perdite di tempo. Ciò che ha colpito più di tutto, in ogni caso, è stato l’ottima giocabilità pad in mano già raggiunta dagli sviluppatori, nonché il senso di velocità e l’IA degli avversari, aggressivi al punto giusto da rischiare fino a commettere errori.
Per quanto riguarda la simulazione, invece, si parla di piccole feature sul controllo della moto come lo spostamento della testa in avanti dietro il cruscotto per aumentare l’aerodinamicità, l’utilizzo del doppio grilletto per il freno posteriore e quello anteriore e particolare attenzione sullo fattore scia dell’avversario che ci precede. Conoscendo chi ci sta lavorando, non abbiamo dubbi che siano tutti tocchi di classe per aumentare la fedeltà dell’esperienza di guida, che si preannuncia soddisfacente per tutte le fasce d’utenza.
Avendo l’esclusiva assoluta, Capcom può finalmente portare su tutte le piattaforme i tre campionati ufficiali. Aspettiamoci dunque di impersonare uno qualsiasi dei protagonisti della 125, 250 e MotoGP, riprodotti minuziosamente così come le livree delle moto con cui gareggiano su strada. Potremo affrontare la stagione sia con pilota realmente esistente, sia facendoci assumere da una scuderia per guidare in team con i nostri miti.
La licenza ufficiale ci porterà ovviamente su tutti i circuiti del campionato, compresa la novità assoluta di Indianapolis e la tanto discussa gara in notturna sulla pista del Qatar.
La grafica, come potete giudicare voi stessi dagli screen e dai primi video che stanno uscendo in rete, per adesso è molto simile a quella di MotoGP 07, ma è stato assicurato che il prodotto finale sarà visivamente molto migliore grazie anche allo stimolo di poter lavorare finalmente su PS3, una novità assoluta per la serie.
Insomma, la speranza è che tutto ciò che di buono si è visto e sentito si tramuti in realtà alla fine dell’anno e che questa volta metterci nei panni di Vale o andare in sella ad una Ducati (qui decidete voi, io non mi schiero) sia un qualcosa che si avvicini all’esperienza motociclistica definitiva.

Conclusioni finali
I primi assaggi di questo MotoGP 08 sono stati gustosi, anche da quel poco appena mostrato all’E3. L’impressione è che il grosso impegno affidato a Milestone stia producendo un gioco maturo ed indirizzato a tutti, grazie ad un gameplay equilibrato e vario, che spazia dall’arcade puro alla simulazione. La licenza ufficiale concessa in esclusiva assicurerà una fedeltà mai vista prima nella riproposizione delle categorie 125, 250 e MotoGP, in particolare nella versione per Xbox 360 e in quella d’esordio per Playstation 3.
A presto per ulteriori anticipazioni, anche sulle modalità multiplayer.
Nel frattempo casco allacciato e luci accese, anche di giorno!
0 COMMENTI