Anteprima di Mirror's Edge

Copertina Videogioco Mirror's Edge
  • Piattaforme:

     PC, PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     DICE
  • Lingua:

     Italiano, inglese
  • Giocatori:

     1
  • Data uscita:

     Novembre 2008 PS3, XBox 360 - Gennaio 2009 PC ,iOS
Loading the player ...
A cura di (Spetz) del
Al giorno d’oggi nel mondo dei videogiochi è importante riuscire a trovare nuove idee, attraverso brand che possano introdurre qualche elemento di interesse, dando vita a nuovi generi e tipologie di gameplay. Mirror’s Edge è un titolo che punta dritto in questa direzione, mescolando un'azione e un gameplay in prima persona che va al di là dei canoni tradizionali per un First Person Shooter, dando rilevanza a elementi ulteriori rispetto alle componenti classiche di questo genere. Lo sviluppo è affidato al team svedese DICE, interno ad Electronic Arts e già famoso per aver aver creato la serie Battlefield. Grazie anche all’esperienza raccolta in precedenti lavori, gli sviluppatori hanno desiderato creare qualcosa di nuovo, che si differenziasse sia dal loro principale franchise, in particolare allontanando l’attenzione dalle armi e concentrandosi sulla soggettività e fisicità del personaggio principale.

Una nuova protagonista femminile
Il gioco sarà ambientato all’interno di una metropoli in un futuro recente non meglio precisato, in cui la società ha deciso di intraprendere una lotta senza quartiere all’anticonformismo, ottenendo ordine e disciplina a costo di eliminare ogni libertà per i cittadini. La protagonista di cui si vestiranno i panni è Faith, una giovane “runner”, ossia un soggetto incaricato di trasportare dei messaggi per conto di alcune persone che desiderano rimanere libere dai vincoli e controlli fissati dalle autorità pubbliche. Sembra quindi che vedremo una forte contrapposizione tra un mondo sotterraneo e ribelle da un lato, e una realtà alla luce del sole, ma schiava dell’ordine e invasiva della privacy di ogni individuo.
Dalle poche immagini che abbiamo potuto vedere in queste settimane, lo spirito ribelle della giovane ragazza è evidente, dai tratti somatici orientaleggianti e con un aspetto tanto deciso quanto misterioso. Gli sviluppatori hanno voluto sottolineare la sua natura “ordinaria”, completamente avulsa da qualsiasi dote magica o soprannaturale, ma supportata esclusivamente dal proprio fisico atletico e dalla perseveranza.
L’elemento shooting verrà messo in secondo piano, dando libera espressione ad altri tratti caratteristici come l’esplorazione, la risoluzione di enigmi, oltre agli inseguimenti e all’azione derivante dalle doti acrobatiche di Faith, sfruttate per sfuggire agli individui che le danno la caccia. Sembra che DICE abbia voluto fondere gli elementi FPS con le tecniche alla base del Parkour, la disciplina sportiva nata recentemente in Francia e che consiste nel compiere evoluzioni in ambienti cittadini, tra ringhiere, muri e palazzi, simulando movimenti simili a quelli degli skater, ma senza l’utilizzo di alcun attrezzo, ricorrendo semplicemente alla forza e all’agilità degli arti. Tutto ciò è stato contornato da una storia intrigante, in una società futura distopica e portata volutamente all’eccesso, come abbiamo già avuto modo di vedere in film tratti da celebri romanzi quali Minority Report e Io Robot.
Una delle autentiche innovazioni risiede nel tipo di visuale che verrà offerta: infatti, mentre negli FPS classici è assente qualunque riferimento corporeo del personaggio che si sta controllando, in questo caso saranno invece ben visibili le braccia e le gambe, con tutta la conseguente gamma di movimenti annessi nel compiere evoluzioni ed acrobazie, così come negli scontri testa a testa che si intraprenderanno con gli avversari. Tuttavia l’interazione con l’ambiente non sarà basata sul free-roaming, bensì su molteplici possibilità di scelta nel modo di portare a termine ogni sezione di gioco.
A quanto pare mancherà una barra della salute e, nel momento in cui si verrà colpiti, tutto intorno al personaggio tenderà a sbiadire progressivamente, in un modo che presumiamo si avvicini a quanto già visto in altri titoli, come ad esempio in Uncharted.

L’importanza di cogliere l’attimo
Il gameplay punterà in modo deciso sul tempismo, infatti non sarà sufficiente muoversi per effettuare qualunque tipo di acrobazia possibile. Per compiere le evoluzioni più articolate e complesse, bisognerà acquisire velocità, in modo tale da rendere l’esecuzione fluida ed efficace. I tempi di riflessione verranno ridotti ai minimi termini, dal momento che ad ogni nuovo ostacolo superato non ci sarà molto tempo per ragionare sulle eventuali mosse da eseguire. Nel corso degli inseguimenti più serrati, qualunque esitazione potrebbe rivelarsi fatale per la protagonista. Per facilitare il compito al giocatore, alcuni percorsi ed oggetti saranno evidenziati con colori accesi e contrastanti con il resto dello scenario, come il rosso e l’arancione, sfruttando l’unica abilità speciale di cui è dotata Faith, che appunto consente di porre in risalto tali zone chiave.

Il sistema di combattimento è ancora parzialmente avvolto nel mistero, ma sappiamo per certo che dovremo affrontare degli scontri testa a testa con i nostri inseguitori. Tuttavia non è ancora chiaro quali mosse si potranno compiere e con quale varietà. Le armi manterranno una posizione marginale, poiché Faith ne sarà sprovvista e potrà impossessarsi solo di quelle possedute da chi la sta braccando. Il giocatore potrà decidere se impossessarsi dell’arma e renderla inutilizzabile estraendo il caricatore, per poi passare al corpo a corpo a mani nude, oppure servirsene per brevi tratti, in base alla quantità di colpi contenuti nel caricatore. In questi momenti la mobilità si ridurrà vistosamente, rispetto a quando la protagonista avrà le mani completamente libere. L’arsenale comunque non verrà trascurato, vantando all’incirca quindici tipologie di arma da fuoco con diverse caratteristiche.
Come è facile aspettarsi verranno implementate fasi di Bullet Time durante i combattimenti, definite nel caso specifico “Reaction Time”. I ragazzi di EA DICE non hanno ancora mostrato nulla al riguardo, ma hanno confermato la presenza di questo elemento nell’edizione finale del prodotto. Inoltre ci saranno sostanzialmente due tasti principali da utilizzare, il primo per arrampicarsi e saltare ed il secondo per schivare o passare al di sotto degli oggetti che rallentano il percorso. Attraverso la combinazione delle varie mosse possibili, si raggiungeranno movimenti più articolati, degni dei migliori stuntman.

Dal punto di vista grafico il titolo si preannuncia d’impatto, con un livello di dettaglio che, stando ai recenti screenshots, è veramente di primo piano. Molto bella la scelta dei colori, con marcate tendenze all’azzurro e al blu elettrico in tutti i dettagli del paesaggio ad eccezione delle rampe, delle travi e dei passaggi sospesi in aria, dalle tonalità rosse e arancioni. Nelle prime immagini che sono state rese disponibili abbiamo per ora avuto modo di vedere solo le aree ambientate sui tetti dei grattacieli metropolitani, e siamo curiosi di vedere altri luoghi, in particolare quel mondo sotterraneo e ribelle del quale è stato per ora solo accennato.
Riguardo al multiplayer gli sviluppatori non hanno voluto sbottonarsi, nondimeno evidenziando la volontà di concentrarsi in particolare sulla storia, per creare un’esperienza single-player completa ed appagante. Ci sarà anche una modalità secondaria ma della quale, per il momento, non sono stati forniti dettagli.

Considerazioni Finali
Mirror’s Edge ha le carte in regola per stupire il pubblico, grazie ad una storia che non sembra affatto banale e ad un gameplay che si propone di ridefinire la concezione alla base dei titoli in prima persona, dando risalto anche ad aspetti che generalmente vengono trascurati, in primis la fisicità del personaggio che si sta controllando. La scelta di optare per una protagonista femminile non può che essere un’idea azzeccata, aggiungendo al panorama videoludico una nuova eroina carismatica ma allo stesso tempo lontana dagli eccessi dell’eroe devastante e infallibile a cui spesso e volentieri ci siamo abituati. Purtroppo ci sono anche le note dolenti, cioè il tempo che dovremo attendere prima di mettere le mani su questo titolo dal grande potenziale; al momento non è stata confermata alcuna data d’uscita e anche il materiale video fornito dagli sviluppatori è ancora veramente scarno. Speriamo di poter avere succose novità nei prossimi mesi e magari qualche certezza in più in occasione dell’E3 di Luglio.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.