Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Lawbreakers

Lawbreakers

Il nuovo shooter di Cliff Bleszinski

Provato
A cura di del
Nella west hall dell'E3 2017 un grosso spazio era dedicato a Lawbreakers, il booth del nuovo progetto di Cliff B. era composto da un enorme palco dove venivano proiettate e commentate in tempo reale le partite giocate da due diversi team che si alternavano sul main stage. Poco più avanti erano situate altre postazioni dedicate a pubblico e stampa, ed è proprio qui che ci siamo recati per toccare con mano la versione PS4 dell'ambizioso arena shooter che arriverà sul mercato fra poco: ecco le nostre impressioni.

Ritmo adrenalinico
Il genere arena shooter ha fatto la storia dei videogiochi, anche se negli ultimi anni l'appeal del pubblico è andato scemando ed è cosi che piano piano molti giocatori hanno virato verso altri lidi, lasciando il ritmo schizofrenico tipico di questi giochi a pochi, affezionati utenti. Negli ultimi tempi però sembra che la tendenza si stia invertendo, e molti studi di sviluppo stanno creando progetti che stanno a cavallo tra i classici arena e i più diffusi MOBA. È il caso del riuscitissimo Overwatch o, per fare un esempio più recente, Quake Champions. Lawbreakers si posizione nel mezzo: il nuovo titolo di Bleszinsky è infatti un first person shooter dal carattere ben delineato e subito amichevole, tanto che ci è bastato poco per entrare in confidenza con controlli, classi e modalità.  La lore dietro il progetto Lawbreakers è molto "leggera" e ci è parsa più un semplice imput per giustificare il massacro che avviene nelle varie mappe: a darsi battaglia ci sono due schieramenti classici, in stile guardi e ladri, se volete. Da una parte i Law, agenti governativi con l'unico obbiettivo di far rispettare la legge; dall'altra i Brakers, impavidi criminali pronti a tutti per portare a termini i lori discutibili scopi. 

Class Based Arena
La struttura del gioco ricalca in modo più che evidente quella di un classico FPS, con un gunplay molto standard per il genere che varia a seconda dell'arma che utilizziamo. Ci sono poi le classi, che si di dividono in Assassini, Enforcer, Titan e Vanguard. Nonostante l'ecosistema del titolo si basi appunto sull'utilizzo delle diverse classi, manca una specializzazione di puro supporto che contribuisce a rendere il gameplay molto impavido e veloce. Alcune classi saranno ovviamente più letali, altre più pesanti e poco manovrabili mentre altre creano un buon mix tra tutte quelle sopracitate. Il concetto alla base di Lawbrakers è molto semplice: nonostante una componente shooter preponderante e assolutamente centrale, il gioco di squadra farà la differenza. Anche perché gli uno contro uno talvolta sono improponibili quando ci si trova  di fronte a classi di archetipi totalmente opposti, e in caso di mancato aiuto di un compagna vi ritroverete immediatamente morti. La modalità che abbiamo provato poi era molto dinamica, e prevedeva il recupero di un oggetto nel centro dello stage che doveva poi essere portato fino alla base nemica. Il feeling generale con la produzione è quindi soddisfacente, soprattutto nel caso in cui siate amanti di shooter dell'intenso animo competitivo e cooperativo: in attesa di poter provare la versione finale e chiarire alcuni dubbi riguardanti il bilanciamento e la riuscita di alcune modalità, il nuovo progetto di Cliff B. ci ha incuriosito e soddisfatto, lasciandoci tanta voglia di rigiocarlo il prima possibile.
  • [+] Ritmo adrenalinico
    [+] Shooting divertente e tutto sommato solido
    [+] Forte anima competitiva

Il nuovo progetto di Cliff Bleszinski ci ha colpito, vuoi per la sua anima fortemente competitiva, vuoi per una componente da puro shooter arena che ci è parsa solida e ben studiata. In attesa di scoprire davvero tutto di questo Lawbrakers, ci sentiamo di consigliarlo a quei giocatori che amano competere e migliorarsi: il gioco fa leva su di una struttura ormai classica, quella del class based, che vi metterà subito a vostro agio e vi spronerà a migliorarvi per cercare di battere gli avversari.

0 COMMENTI