Recensione di Prey

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS4, Xbox One
  • Genere:

     Sparatutto
  • Sviluppatore:

     Arkane Studios
  • Data uscita:

     5 maggio 2017
- Gameplay solido e straordinariamente vario
- Esplorazione necessaria e mai noiosa
- Direzione artistica azzeccata
- Quest principale e secondarie mai ridondanti o mediocri
- Colonna sonora trainante
- Tecnicamente non al top
- Shooting rigido e scoraggiante per i puristi del genere
A cura di (YP) del
Il mondo dei Prey nasce dalla fantapolitica, dal sci-fi puro e anche dall'ispirazione di storiche produzioni pasasate. Che i ragazzi di Arkane Studios fossero uno studio di sviluppo talentuoso era indubbio, ma Prey ha davvero qualcosa di unico, qualcosa per cui rimanere a bocca aperta, più e più volte. Abbiamo avuto modo di giocare diverse volte il titolo nel corso dell'anno: grazie ai due press tour in quel di Londra e grazie anche alla recente demo: eravamo quindi preparati su ciò che Prey aveva da offrirci, ma dopo poche ore però siamo rimasti stupiti. Dalla qualità del level design, dalla forza della storia e dalle peculiarità del gameplay; un titolo stratificato, progettato con enorme cura del dettaglio e amore verso il medium, insomma un'altra produzione gloriosa per questo 2017 da ricordare.


Spazio. Solitudine. Salvezza
La storia di Morgan Yu e della stazione spaziale Talos-1 nasce pescando da tutte le opere sci-fi recenti e non, ma anche da altre produzioni ludiche e perché no letterarie: c'è il mistero, c'è uno sconosciuto a guidarci verso uno scopo inizialmente opaco ma poi ben delineato, e c'è una minaccia aliene antropomorfa, sfuggente e letale pronta a ucciderci in qualsiasi momento. Se conoscete e avete apprezzato a dismisura titoli come BioShock allora il nuovo gioco Bethesda vi farà sentire subito a casa: Prey recupera molto (almeno nel plot e nelle prime ore) dal titolo di Irrational Games ma proprio quando vi sembrerà che lo stia facendo in modo esagerato allora tutto cambia. La forza e l'unicità del filone narrativo di Prey risiede nel trasporto della quest principale, ma anche nella incredibile qualità di tutte le attività secondarie, capaci di avvolgervi in una spirale di perlustrazione e fame conoscitiva che sembrerà non aver fine; mai banali, inutili, superflue. Tutto, e dico tutto, serve a raccontare una storia ben scritta, tenendo ben presente quali siano i capisaldi del genere: e allora ecco che anche l'esplorazione diventa fondamentale, sia per quanto riguarda il gameplay, sia per quanto riguarda l'elemento narrativo, con i classici terminali da leggere e file audio da ascoltare che assieme creano un puzzle scritto con coscienza ed estrema cura per il dettaglio. Talos-1 come Rapture quindi, o almeno cosi sembra: perché in realtà Prey ci obbligherà a prendere decisioni importanti, struggenti e indelebili; ogni bivio narrativo avrà ripercussioni e, se volete vivere l'esperienza fino in fondo, una sola run potrebbe non bastare. Nel corso del gioco poi saremo accompagnati da una colonna sonora palpitante e straordinariamente fusa e inglobata alle atmosfere di gioco: l'ambient è talmente credibile da farci dimenticare qualche incertezza grafica e bug sporadico (solo una volta, all'interno di una partita di 25 ore circa) di un CryEngine che, almeno sulla versione PS4 da noi provato, svolge un buon lavoro, senza lode e senza infamia, e che regala gli scorci migliori nelle fasi all'esterno di Talos-1, quelle che ci faranno sentire all'interno del famoso film Gravity e che ci sbatteranno davanti agli occhi la solitudine e il silenzio del cosmo più profondo. 


Umano. Alieno
Se navigare nel mare della mitologia di Prey sarà  una gioia irrinunciabile per le nostre sinapsi, allora dovete prepararvi ad amare visceralmente anche un gameplay che, nonostante nelle fasi iniziali si presenti in modo molto approssimativo e per certi versi ambiguo, con l'andare del tempo diventerà la pietra miliare della produzione. Vi abbiamo già raccontato di come funzionano il corpo e la mente di Morgan: ci sono i Neuromod, aggeggi tecnologici che se iniettati nelle nostre orbite oculari permettono al protagonista di accrescere le sua abilità umane o aliene (tre rami dello skill tree per ciascuna) e che in base a come sviluppate vi obbligheranno ad interpretare il gameplay in modo differente. Prey è sensazionale per il modo in cui spinge il giocatore a sperimentare, a non fossilizzarsi e al contrario dover adattarsi alle situazioni; è stimolante, come pochi giochi riescono a assere. E allora ecco le fasi stealth (poco "utili" ma ben accorpate al gameplay), quelle più action (condite da una componente shooting un po' rigida e poco fluida ma necessaria) e quelle più ragionate, capaci di fondare i due elementi precedenti a sezioni più tecnologiche (manomettere torrette ecc) e aliene, grazie ai veri poteri energetici, telepatici e di mimetizzazione che sbloccheremo grazie allo Psicoscopio, uno strano caschetto grazie al quale analizzare i nemici e, in qualche modo, apprenderne le abilità. Il tutto circondato da un level design mai banale: Talos-1 è formato da macroaree che ci porteranno poi in ambienti più ristretti, la cui struttura complessa ma mai di "difficile lettura" ci porterà a scoprire un gameplay che permette al gioco di Arkane Studios di salire senza troppi problemi nell'Olimpo del genere. Potrete fare di tutto, basterà usare l'immaginazione e applicarla al contesto: trasformarci in una tazza da the e attendere l'arrivo dei Typhon e sterminarli con un torretta potenziata; oppure lanciare onde d'energie cinetica piuttosto che altre in grado di dar fuoco ai nemici, che si alterneranno fra tipologie più o meno minacciose, a partire dai "simpatici" Mimic ai più temibili e letali Spettri. Le soluzioni sono molteplici e fuse ad un gunplay non molto fluido e leggermente compassato, che vi stimolerà a migliorare e tentare vie sempre nuovo. Prey però è anche un po' survival: la difficoltà media è impegnativa (l'intelligenza artificiale dei nemici è percepibile, con comportamenti che variano a seconda della situazione e della tipologia d'alieno) e unita a una scarsezza di munizioni e medikit rischia di diventare davvero punitiva se affrontata in modo sprovveduto. Ecco quindi che l'esplorazione torna fondamentale: lanciarsi verso la fine dell'avventura vi porterà alle fasi avanzate del gioco totalmente impreparati, quindi è meglio rimboccarsi le maniche e vagare per l'angusta stazione spaziale alla ricerca di materiale da riciclare e progetti da poter utilizzare. I primi basterà inserirli nel Reciclatore, che trasformerà il nostro ciarpame in graziosi cubetti 4x4 da utilizzare per il crafting; i progetti invece dovrete cercarli e poi utilizzarli nell'apposita macchina che, se avrete tutti i materiali necessari, realizzerà per voi medikit, neuromod, armi, munizioni, granate ecc. Il tutto gestito da un menu ed un'interfaccia davvero chiara, ordinata e propedeutica all'analisi e al miglioramento del personaggio.
Recensione Videogioco PREY scritta da YP Arkane Studios realizza, senza mezzi termini, una perla: un'altra produzione che entra nelle già gloriose release di questo 2017 che vuole proprio farsi ricordare. Prey è un inno e un omaggio a titoli come BioShock e System Shock, ma non esagera nel citazionismo: trova invece una sua unicità nella bellezza della storie e della direzione artistica, e nella maestosità qualitativa delle quest secondarie, capaci di farci entrare davvero nella testa e nelle vite dell'equipaggio della stazione Talos-1 e di spingerci nei posti più remoti della stessa. Un gameplay partorito con astuzia e maestria poi si fonde perfettamente agli altri pregi del gioco, al netto di un gunplay particolare e forse troppo poco fluido che potrebbe scoraggiare una buona fetta d'utenza. Ma l'insieme è incredibile, viscerale e spaziale: le vicende di Morgan Yu ci entreranno in testa cosi violentemente da sembrare un Neuromod; la solitudine e l'inquietudine dello spazio poi non farà altro che catturarci, ammaliarci e stravolgersi per la sua unicità e molteplicità.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 48 - Visualizza sul forum
  • Toliman
    Toliman
    Livello: 0
    Post: 3
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da GAME-OVER
    Purtroppo la versione ps4 soffre di un bug relativo alla zona morta della levetta destra del pad che causa uno spostamento a destra involontario del proagonista.Probabilmente lo hanno creato sistemando il problema di imput lag della demo.Comunque è davvero una roba indecente sopratutto perche' nessuna recensione stranamente ne parla.Speriamo risolvano con l'ennesima patch "for the players" tanto per cambiare.
    È davvero fastidioso, ma con uno dei miei 3 joypad questo difetto non si presenta.. non so il perché.
  • f0ssile
    f0ssile
    Livello: 6
    Post: 688
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Siero78

    Scusate un aiuto. Ma quando si acquisiscono i poteri alieni? Inoltre c'è una missione in cui mi chiede di accedere al laboratorio di psicotronica ma come si fa ad accedere?
    Vieni a cercare spoiler nei commenti della recensione...? Ma cambia aria, va...
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Siero78

    Scusate un aiuto. Ma quando si acquisiscono i poteri alieni? Inoltre c'è una missione in cui mi chiede di accedere al laboratorio di psicotronica ma come si fa ad accedere?
    Procedendo nella storia avrai le risposte
  • Siero78
    Siero78
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace -2
    Scusate un aiuto. Ma quando si acquisiscono i poteri alieni? Inoltre c'è una missione in cui mi chiede di accedere al laboratorio di psicotronica ma come si fa ad accedere?
  • GAME-OVER
    GAME-OVER
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Purtroppo la versione ps4 soffre di un bug relativo alla zona morta della levetta destra del pad che causa uno spostamento a destra involontario del proagonista.Probabilmente lo hanno creato sistemando il problema di imput lag della demo.Comunque è davvero una roba indecente sopratutto perche' nessuna recensione stranamente ne parla.Speriamo risolvano con l'ennesima patch "for the players" tanto per cambiare.
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Killduke

    Il gioco finora è stato enormemente lodato da tutte le recensioni che ho letto e ha ragione. E' un gioco che ha una libertà e una profondità enorme. I nemici visti dai video danno un'idea sbagliata di quello che sono. Anche a me non convincevano finché ho visto i video ma appena ho potuto installarlo e vederlo di persona sono rimasto a bocca aperta. Hanno ragioni ben precise per essere fatti in quel modo. Tutto in questo gioco ha una ragione ben precisa per essere com'è. Se amate avere la libertà totale (e avete fantasia sufficiente per apprezzarla) e amate pure la fantascienza non potete perderlo. Un gioco così non si vedeva da 15 anni!
    concordo. a quanto ho capito si dovrebbe giocare 3 volte. una da solo umano, una da solo alieno ed una entrambe. tu come lo stai giocando? io mi sto potenziando con entrambi i poteri..
  • Killduke
    Killduke
    Livello: 1
    Post: 9
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Il gioco finora è stato enormemente lodato da tutte le recensioni che ho letto e ha ragione. E' un gioco che ha una libertà e una profondità enorme. I nemici visti dai video danno un'idea sbagliata di quello che sono. Anche a me non convincevano finché ho visto i video ma appena ho potuto installarlo e vederlo di persona sono rimasto a bocca aperta. Hanno ragioni ben precise per essere fatti in quel modo. Tutto in questo gioco ha una ragione ben precisa per essere com'è. Se amate avere la libertà totale (e avete fantasia sufficiente per apprezzarla) e amate pure la fantascienza non potete perderlo. Un gioco così non si vedeva da 15 anni!
  • Roche
    Roche
    Livello: 3
    Post: 569
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    la musica è bellissima
  • Big_Boss199X
    Big_Boss199X
    Livello: 4
    Post: 877
    Mi piace 1 Non mi piace -2
    La demo non è stata male anche se troppo corta per giudicarlo. La storia sembra interessante e anche l'ambientazione rende bene, solo che c'è un particolare che non piace in questi giochi: troppa roba su schermo. Per quanto l'interazione ambientale sia una cosa positiva, il troppo stroppia e in certi momenti non si capisce più niente. I nemici sono particolari e anche le armi sono innovative. Pessimo il doppiaggio in italiano, le musiche psichedeliche fanno venire il mal di testa (giuro ho tolto l'audio) e il Cryengine è sempre un motore grafico molto difficile da gestire. A parte alcune cose, sembra un buon gioco, forse ci farò un pensierino in futuro.
  • GAME-OVER
    GAME-OVER
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Giocando la demo non mi ero entusiasmato piu' di tanto e mi era sembrato il solito fps-adventure clonato da bio+dish+deus con 1000 contenuti e zero assoluto novita'ma evidentemente mi sbagliato. Leggendo la recensione sembra che questo Prey sia un capolavoro dotato di un identita' propriache in molti aspetti supera addirittura la concorrenza. Meglio cosi' perche'un gioco bello in piu' non guasta mai.
  • Draven Requiem
    Draven Requiem
    Livello: 4
    Post: 798
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Arkane ha fatto centro un'altra volta!
  • Stiffmaister
    Stiffmaister
    Livello: 6
    Post: 1600
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da lollo_dwlin

    Un consiglio per la recensione: non usate immagini trite e ritrite per la componente video, puo risultare fastidioso. Cmq sia gran bel gioco.
    Concordo...ho perso il conto di quante volte ho chiesto di usare immagini prese direttamente ingame dove magari si vede anche l'interfaccia e lùhud di gioco. Non se ne vede mai una che sia UNA!
  • theargetlam
    theargetlam
    Livello: 4
    Post: 522
    Mi piace 3 Non mi piace -1
    sembra davvero un gran gioco, questo 2017 sta regalando soddisfazioni a chi ama i videogiochi ed è in arrivo anche altra roba
  • Leviathandark
    Leviathandark
    Livello: 7
    Post: 913
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Shane90

    Tutto bello, grande level design, bella trama e intrigante, gameplay solido ecc. quindi molta immaginazione. Ora, sempre a proposito dell'immaginazione, qualcuno mi deve dire perché gli alieni sono così brutti, no veramente sono inguardabili e sinceramente se i miei nemici fanno così schifo (dei ragnetti) non compro il gioco. Io voglio combattere contro mostri ben fatti, che fanno paura (dead space) e invece due cavolatine da combattere. SCAFFALE
    Semplicemente perché non stai giocando a PREY, io ho incontrato un bestione enorme che si chiama INCUBO....altro che i ragnetti
  • lollo_dwlin
    lollo_dwlin
    Livello: 5
    Post: 1449
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Un consiglio per la recensione: non usate immagini trite e ritrite per la componente video, puo risultare fastidioso. Cmq sia gran bel gioco.
caricamento in corso...
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.