Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Portal Knights

Portal Knights

In viaggio tra i portali con amici

Provato

PC, PS4, XONE

Azione

25 febbraio 2016 (PC) - 19 maggio 2017 (console)

A cura di del
La creazione di un videogioco è fatta di immaginazione, ma anche e soprattutto di osservazione. Sapere cosa sta succedendo nell’industria, conoscere le soluzioni prese dai concorrenti, ma anche riconoscere l’interesse del mercato, sono fattori fondamentali per dare vita a un gioco che possa risultare accattivante, al passo coi tempi e profittevole dal punto di vista economico. Questo è in parte il processo creativo che si cela alle spalle di Portal Knights, titolo passato relativamente in sordina durante il suo lungo status di early access e che ora è in arrivo il 19 maggio anche su console grazie al distributore italiano 505 Games, divisione editoriale di Digital Bros.

Da portale a portale
Come esplicitato durante il precedente incontro con gli sviluppatori a gennaio, Portal Knights vuole prendere i migliori elementi dei giochi open world/sandbox e inserirli in un’avventura nuova dai colori sgargianti e dal look giovanile. Sebbene l’ispirazione principale sia ovviamente quella derivata da Minecraft, è evidente come lo sviluppo abbia portato a risultanti invece molto più simili a quanto fatto con Dragon Quest Builders. A differenza del titolo Enix, in questo caso avremo però una struttura RPG più semplificata, ma fatta comunque di classi, livelli e punti abilità. Le differenze continuano in quanto il gioco 505 declina ogni velleità narrative, lasciando il giocatore alla scoperta del mondo, delle sue meraviglie e delle avversità. Ogni isola che si esplora è generata proceduralmente, quindi bisogna armarsi di coraggio per andare a combattere e scavare per trovare i materiali necessari per riparare il portale verso la successiva isola. Ovviamente su ogni isola sono presenti dei dungeon in cui addentrarsi per ritrovare i migliori materiali, ma solo in alcune ci ritroveremo a fronteggiare boss giganteschi dentro ad arene ben definite. Questi avversari attaccano seguendo specifici pattern, quindi il giocatore deve riuscire a comprendere le routine e poi infilare i propri attacchi. Rispetto alla prova precedente, abbiamo avuto la possibilità di testare la modalità cooperativa su console, che dà la possibilità a quattro giocatori connessi online di muoversi di isola in isola, oppure a due amici sul divano di giocare in splitscreen. In questo caso la difficoltà dei combattimenti scala a seconda di quante persone sono presenti in partita, ma in generale non si raggiungono mai picchi di frustrazione. Il sistema di combattimento è un misto tra Zelda e i Souls, dove ci si muove attorno all’avversario tenendolo sotto target e si aspetta che attacchi, per evitare ed attaccare a nostra volta. Benché tutta la struttura sia pensata per essere il più facilmente leggibile anche dai nuovi arrivati nel mondo del gaming, bisogna sempre tenere un’occhio fisso all’indicatore della salute per utilizzare le pozioni curative nei momenti più opportuni.

Meglio accompagnati che malamente soli
A sottolineare la natura votata alle famiglie e ai più piccoli, c’è anche da sottolineare il fatto che il gioco online sia possibile solamente con altre persone già presenti nella propria lista amici, eliminando così l’eventuale rischio di incontri indiscreti tramite matchmaking. D’altro canto però, per chi è adulto e vaccinato agli insulti gratuiti tipici del gioco online, diventa più complesso trovare facilmente dei compagni di gioco. Più in generale il sistema di coop funziona discretamente, con un drop-in/drop-out che aiuta parecchio nel lasciare che l’azione scorra senza troppi menu ad interrompere la fruizione. Purtroppo sussistono ancora limiti tecnici come il vincolo che obbliga tutti e quattro i giocatori a muoversi uniti da un’isola all’altra, ma c’è sempre speranza per eventuali miglioramenti nei futuri aggiornamenti.

  • [+] Cooperativa a quattro anche su console
    [+] Adatto ad un pubblico molto giovane
    [+] Facile da approcciare

Dopo diverse prove specifiche su console e la lunga evoluzione su Early Access di Steam, non ci resta che prendere in mano la versione definitiva per dare finalmente una votazione.Indipendentemente dalle nostre opinioni però, da oggi potete scaricare una versione demo di Portal Knights ed iniziare ad esplorare le sue terre incontaminate.

0 COMMENTI