Recensione di For Honor

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS4, Xbox One
  • Genere:

     Azione
  • Sviluppatore:

     Ubisoft Montreal
  • Data uscita:

     14 febbraio 2017
- Combat System incredibile
- Mutiplayer accattivante, esaltante e stimolante
- Varietà di classi
- Animazioni ottime
- I server p2p sono una scelta inspiegabile
- Le microtransazioni rovinano un po' il sistema di crescita
- Single player tutto sommato buono ma poco coraggioso
Loading the player ...
A cura di (YP) del
Se l'esperienza single player di For Honor ci ha in parte confermato quanto ci aspettavamo e in parte deluso per via di una percettibile mancanza di coraggio, il discorso  è invece totalmente diverso per quanto riguarda la componente multigiocatore. Dopo diverse ore spese a trafiggere e uccidere avversari in quantità, tiriamo dunque le somme sul nuovo titolo Ubisoft, che, vi anticipo, ho amato sin dall'inizio. Prima di iniziare, vi consiglio però di recuperare l'articolo che abbiamo dedicato alla campagna (lo trovate qui), cosi da avere una visione d'insieme chiara e completa, utile a farsi un'opinione quanto più dettagliata ed esaustiva.


L'Arte della Guerra
La struttura che tiene in piedi questa bellissima giostra di For Honor è, lo sappiamo, il combat system, unico e piacevolmente riuscito. Se rientrate quindi nella categoria di giocatori che si sono sentiti in qualche modo traditi da un'esperienza single player non troppo appagante, allora è decisamente il caso di tuffarvi a capofitto nel multiplayer per capire di che pasta è davvero fatto il titolo Ubisoft. Prima di parlare dell' ecosistema del gioco, parliamo delle fondamenta, rocciose e funzionali: i combattimenti all'arma bianca di For Honor sono senza ombra di dubbio tra i migliori che abbiamo potuto mai giocare sul panorama console, resi tali da un sistema di combattimento che saprà certamente stupirvi. La gestione basilare della guardia e degli attacchi, quindi quella che vi richiederà di indirizzare l'impugnatura del vostro eroe in una determinata direzione (destra, sinistra, in alto), si rivelerà presto essere solamente la punta di un iceberg incredibilmente profondo che vi terrà impegnati ore e ore nel tentativo di scoprirlo tutto. Come per tutti i giochi del genere però è consigliabile studiarne a fondo gli elementi "primitivi", prima di addentrarsi in tattiche più avanzate. Cercate quindi di assimilare nel miglior modo possibile le finte e controfinte che vi ritroverete a fare contro il vostro avversario di turno, eludendo e anticipando le sue mosse cambiando in continuazione posizione della guardia prima di sferrare il vostro fendente piuttosto che intercettare il suo. In questo senso la scelta dell'attacco può risultare fondamentale: bastano pochi colpi per fare secco il nemico e scegliere quale utilizzare tra l'offensiva leggera e pesante (tasto dorsale e grilletto sinistro) potrà fare la differenza: inanellare una serie di attacchi in combo metterà fine molto presto all'incontro. Ovviamente come in qualsiasi gioco di "lotta fino alla morte" che si rispetti avrete a disposizione una serie di combo spesso letali, consultabili tramite il semplice richiamo del menu di gioco, e che una volta apprese riuscirete a utilizzare con buona facilità: importantissimo in questo caso conoscere e abituarsi alle animazioni di gioco, responsive, sofferte e straordinariamente reali, che serviranno a scandire il tempo tra la pressione di un tasto e l'altro; sbagliate tempismo e la combo fallirà. For Honor però non è solo attacco e difesa, finta e controfinta: le arene nelle quali vi scontrerete con i temibili avversarsi non saranno molto grandi (dipende dalla modalità), e richiederanno quindi anche un discreto studio dell'ambiente circostante e soprattutto di posizionamento: i più furbi utilizzeranno il level design a proprio favore, spingendo i nemici giù da un ponte o infilzandoli negli spuntoni che talvolta fuoriescono dalle pareti. Insomma un sistema di combattimento capillare e strutturato che richiederà molte ore di gioco per esser compreso, in virtù anche del fatto che esistono una serie di aspetti inizialmente sconosciuti, come per esempio le schivate e gli attacchi imparabili, che potranno essere appresi e sfruttati solo dopo aver dedicato il giusto tempo allo studio del sistema di gioco, oltre che qualche partita nel tutorial (base e avanzato) utile più che altro a darvi le basi solide di cui parlavamo sopra.


L'Anima della Guerra
Arriverà il momento in cui vi sentirete sicuri, capaci, imbattibili e forse subentrerà anche la noia. In quell'esatto istante deciderete di cambiare classe, fiduciosi del fatto che "tanto non sarà poi cosi diverso usando un'altra categoria di eroe". Bene, li scoprirete l'anima di For Honor, che oltre al combat system stratificato e complesso di cui abbiamo appena finito di parlare, giocherà il suo anno nella manica: la profondità, varietà e diversità di ogni eroe. Il mondo di For Honor è abitato tra tre grandi fazioni, Vichinghi, Samurai e Cavalieri, ognuna delle quali metterà a vostra disposizione quattro differenti tipologie di personaggi utilizzabili, che in totale fanno dodici. Ognuna di queste, leggete bene, ha un set di mosse uniche e diverse fra loro, oltre che -ovviamente- animazioni che ne tratteggiano poi la diversità più evidente. Per questo motivo vi ritroverete a fare i conti con la necessità di conoscerle tutte quante alla perfezione per sentirvi davvero sicuri, ma sappiate che questo processo richiederà del tempo e sopratutto della gran pazienza. For Honor è, per certi versi, un trial and error che saprà scoraggiarvi per poi ricompensarvi con la giusta dose di soddisfazione. A far da cornice agli scontri c'è poi il sistema di crescita e build del nostro eroe, tramite oggetti ricevuti come ricompensa dagli scontri, che se equipaggiati potenzieranno o depotenzieranno alcuni parametri specifici della classe in questione. Non abbiate paura, perché esistono eroi pesanti ma letali, leggeri ed elusivi e ovviamente quelli più equilibrati: troverete senza alcun fatica quello che veste meglio i vostri gusti e vi divertirete a potenziarne le qualità, consci del fatto che queste modifiche però avranno riscontro solo nella modalità 4vs4, quella più confusionaria e meno impegnativa di tutte. L'anima competitiva del gioco è ovviamente rappresentata dagli scontri 1vs1 e quelli in coppia, dove conterà solamente la skill e la conoscenza del gioco da parte del player. Questa grossa varietà di features e varianti implica anche uno sbilanciamento forse inevitabile ma per ora non grave e al contrario riparabile in poche mosse: il supporto di Ubisoft non mancherà, dato che sono in arrivo le partite classificate che daranno anche il via all'era competitiva di For Honor che, speriamo, abbia successo. Le uniche pecche non trascurabili e al contrario per certi versi distruttibili, sono i server p2p e le microtransazioni. I primi creano non poche difficoltà nei match online ed è inspiegabile questa scelta da parte di Ubisoft vista la natura competitiva e soprattutto online del gioco; le altre invece vanificano un po' lo sforzo del giocatore nell'accrescere le caratteristiche del proprio eroe, permettendo di acquistare crediti utili ad aprire box che conterranno l'equipaggiamento da utilizzare poi nella personalizzazione del guerriero.
Recensione Videogioco FOR HONOR scritta da YP For Honor è uno dei titoli multiplayer in assoluto tra i migliori di questa generazione: il combat system strutturato e appagante unito a una varietà di classi di tutto rispetto tratteggia il profilo di un quadro curato e creato per strizzare l'occhio alla fetta d'utenza più competitiva che deciderà di farsi sedurre da un concept medievale, antico e violento. Peccato davvero per i server p2p che rischiano di rovinare tutto (sopratutto in Italia, causa connessioni scadenti), nel complesso però l'operazione di Ubisoft è da premiare ed elogiare, sperando che il supporto post lancio e anche il percorso del titolo ricalchi quello di Rainbow Six Siege, capace anche lui di appassionare e intrappolare nella sua rete competitiva una community decisamente numerosa.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 41 - Visualizza sul forum
  • maxtito79
    maxtito79
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    M
  • pino cammino
    pino cammino
    Livello: 6
    Post: 2295
    Mi piace 0 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da Anerkas

    Indubbiamente il gioco soffre dei problemi elencati qui sotto, ma credo che le recensioni di Steam siano proprio il peggior metodo per valutare la qualitá di un determinato titolo.
    In generale no, steam è un indicatore piuttosto affidabile per quel che riguarda per lo meno la versione pc. E' vero che qualche recensione "troll" si può trovare (non al livello di metacritic che è il regno del trolling), ma considerando che dei giochi più famosi ci sono molte recensioni (for honor ad esempio conta oggi 9288 recensioni che non sono poche), la media risulta piuttosto affidabile e le recensioni utili per prevenire l'acquisto di giochi poco ottimizzati o che presentano grossi problemi, cose che spesso nei siti specializzati purtroppo non vengono prese in considerazione quando si valuta un gioco. Trovo più sincere le opinioni dell'utente che non quella dei siti specializzati.
  • kaiman
    kaiman
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Non sono un amante del multi player se non in caso di picchiaduro o sports games ma il gioco mi affascina per ambientazione, consigliate quindi di lasciarlo per ora in scaffale e prenderlo poi usato ad un prezzo decisamente piu' basso ?
  • Steosen
    Steosen
    Livello: 2
    Post: 7
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    Preso al day one dopo aver provato la beta. Che dire? Esagerato. Non ricordo da quanto non mi divertivo così tanto davanti alla ps. Finalmente un gioco multiplayer dove non vince chi vede per primo l'avversario.
  • Steve0410
    Steve0410
    Livello: 4
    Post: 237
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da lollo_dwlin

    c'è da dire che questo è il primo gioco che usa le meccaniche souls per un gioco multyplayer competitivo. Io ho giocato alla beta e mi è piaciuto, ma come ogni gioco multyplayer ( esempio destiny e friends ) lo comprerò tra un po di mesetti con un prezzo piu basso e con piu contenuti.
    Fidati che di contenuti ce ne sono...compralo adesso, il system non è facile. C'è gente che lo padroneggia in maniera paurosa (americani). I personaggi sono tutti diversi tra di loro, ci sono 30 prestigi (chiamata notorietà) quindi prima inizi meglio è, ogni 21 livelli c'è 1 prestigio. Inoltre prima di trovare il personaggi che fa per te ci vorrà tempo, molto perchè ce ne sono 12 e tutti hanno pro e contro
  • Anerkas
    Anerkas
    Livello: 2
    Post: 660
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da pino cammino

    Gioco poverissimo di contenuti: campagna dimenticabile, multiplayer con poche modalità e con un discutibilissimo sistema p2p che è la morte del multiplayer competitivo (i quitter qui rompono le scatole a tutti), microtransazioni che in un gioco AAA venduto a caro prezzo NON ci devono stare mai, e non mi importa niente se sono modifiche estetiche o meno ma per principio non devono starci. Il gioco ha di buono una buona realizzazione tecnica ed un sistema di combattimento che sembra accattivante, ma che permette anche comportamenti poco "onorevoli" come il buttare giù dai dirupi gli avversari in duello. Gioco partito decisamente male e credo che se ne siano accorti un pò tutti, la media di steam non mente mai.
    Indubbiamente il gioco soffre dei problemi elencati qui sotto, ma credo che le recensioni di Steam siano proprio il peggior metodo per valutare la qualitá di un determinato titolo.
  • Ringhio83
    Ringhio83
    Livello: 4
    Post: 143
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da pino cammino

    Il problema è principalmente dovuto al fatto che è un giocatore che hosta la partita, invece che un server centrale a cui tutti si connettono. La cosa comporta che, se per qualche ragione il giocatore non ha una buona connessione o per un intasamento della rete la sua connessione peggiora, ne risentiranno anche tutti gli altri giocatori, cosa che non avviene con una struttura con un server centrale. Un problema ben più grave avviene invece se il giocatore che hosta abbandona la partita, perchè il gioco dovrà scegliere un nuovo giocatore a cui fare hostare la partita, quindi un eventuale quitter danneggerà anche tutti gli altri giocatori. Collegato a questa questione c'è anche quella del Lag Switch ed altri meccanismi che alcuni malintenzionati potrebbero usare per dominare le partite illecitamente.
    Understood! Grande Pino grazie per la spiegazione XD
  • lollo_dwlin
    lollo_dwlin
    Livello: 5
    Post: 1449
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da TOMMYVERCETTI

    Tralasciando i discorsi rapporto qualità prezzo che lasciano il tempo che trovano. _Questo gioco è il primo gioco che propone qualcosa di diverso da anni a questa parte (ma parecchi anni proprio..). _la campagna è volutamente di contorno, ma comunque divertente, ancora di più se giocata con un amico (ci sono cutscene epiche c'è un bel graficozzo utile per imparare a padroneggiare i personaggi che è la cosa che conta di più). _comportamenti disonorevoli (gente che ti butta giù, accanimenti 2 vs 1) fanno parte del gioco stesso e sono meccaniche che "fregano" giusto il nabbo di turno. Regalano invece ulteriore strategia durante le fasi di combattimento in quanto lo scenario diventa parte del gameplay stesso e non mera componente estetica. _l'equipaggiamento ha valore solo in determinate modalità, ma, sopratutto, un bravo giocatore non viene di sicuro battuto perché dall'altra parte c'è uno full-equipaggiato grazie alle microtransazioni. _i server p2p possono essere fastidiosi perché se uno (l'host) si disconnette la partita è persa, ma non accade così frequentemente è c'è gente che ha fatto anni a giocare sui server p2p di cod senza lamentarsi mi pare. _il gioco esce in un periodo videoludico denso di titoloni (RE7-Horizon-BF1 giusto per citarne alcuni). anche qui non capisco le lamentele: questo è un gioco dichiaratamente orientato al multiplayer, con un po di amici garantisce ore e ore di divertimento quasi infinito. Non vi piace questo in un gioco? potete giocare alla solita campagna col graficozzo con horizon, c'è RE7 ce tanta bella roba insomma. Volete qualcosa di nuovo? eccolo da Ubisoft. Punto. Brava Ubisoft che ha arricchito il settore di un nuovo gioco. Il primo vero nuovo gioco da anni. Chi osa criticare sta cosa, mi spiace ma danneggia solamente questo mondo checché dica di "amarlo".
    c'è da dire che questo è il primo gioco che usa le meccaniche souls per un gioco multyplayer competitivo. Io ho giocato alla beta e mi è piaciuto, ma come ogni gioco multyplayer ( esempio destiny e friends ) lo comprerò tra un po di mesetti con un prezzo piu basso e con piu contenuti.
  • MarcoBs
    MarcoBs
    Livello: 3
    Post: 1109
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da raziel87

    gioco divertente ma scarno di contenuti che tra qualche mese avrà i server vuoti. Ormai le recensioni sono figlie del periodo videoludico scarno e privo di titoli validi. Fosse uscito in un periodo videoludico degno di questo nome. Avrebbe preso un 6 tirato. Non ci siamo proprio non sono questi i videgiochi validi. Sopratutto alla cifra richiesta. Poteva essere considerato freetoplay o a 20€
    Per chi ama questo genere di giochi già solo il 1 vs 1 può rendere questo gioco praticamente infinito ...alla fine si tratta di un picchiaduro ... il gameplay è ottimo e le meccaniche sono una novità assoluta.. sta tutto nel "a chi piace il genere" se non sei interessato a giochi multiplayer perchè hai altri gusti vudeoludici questo gioco non fa per te ma di sicuro non lo rende un brutto gioco ...per quanto riguarda il resto a me sembra l'esatto contrario... stanno uscendo giochi a raffica ed il mio portafoglio piange ... non so come fai a dire che questo sia un periodo scarno ...
  • pino cammino
    pino cammino
    Livello: 6
    Post: 2295
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Ringhio83

    Ciao a tutti! Devo dire che il gioco mi ispira molto pur non essendo molto avvezzo al multiplayer online. Visto che per l'appunto non me ne intendo molto qualcuno può spiegarmi perché questi server p2p facciano così schifo?
    Il problema è principalmente dovuto al fatto che è un giocatore che hosta la partita, invece che un server centrale a cui tutti si connettono. La cosa comporta che, se per qualche ragione il giocatore non ha una buona connessione o per un intasamento della rete la sua connessione peggiora, ne risentiranno anche tutti gli altri giocatori, cosa che non avviene con una struttura con un server centrale. Un problema ben più grave avviene invece se il giocatore che hosta abbandona la partita, perchè il gioco dovrà scegliere un nuovo giocatore a cui fare hostare la partita, quindi un eventuale quitter danneggerà anche tutti gli altri giocatori. Collegato a questa questione c'è anche quella del Lag Switch ed altri meccanismi che alcuni malintenzionati potrebbero usare per dominare le partite illecitamente.
  • TOMMYVERCETTI
    TOMMYVERCETTI
    Livello: 8
    Post: 1380
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    Tralasciando i discorsi rapporto qualità prezzo che lasciano il tempo che trovano. _Questo gioco è il primo gioco che propone qualcosa di diverso da anni a questa parte (ma parecchi anni proprio..). _la campagna è volutamente di contorno, ma comunque divertente, ancora di più se giocata con un amico (ci sono cutscene epiche c'è un bel graficozzo utile per imparare a padroneggiare i personaggi che è la cosa che conta di più). _comportamenti disonorevoli (gente che ti butta giù, accanimenti 2 vs 1) fanno parte del gioco stesso e sono meccaniche che "fregano" giusto il nabbo di turno. Regalano invece ulteriore strategia durante le fasi di combattimento in quanto lo scenario diventa parte del gameplay stesso e non mera componente estetica. _l'equipaggiamento ha valore solo in determinate modalità, ma, sopratutto, un bravo giocatore non viene di sicuro battuto perché dall'altra parte c'è uno full-equipaggiato grazie alle microtransazioni. _i server p2p possono essere fastidiosi perché se uno (l'host) si disconnette la partita è persa, ma non accade così frequentemente è c'è gente che ha fatto anni a giocare sui server p2p di cod senza lamentarsi mi pare. _il gioco esce in un periodo videoludico denso di titoloni (RE7-Horizon-BF1 giusto per citarne alcuni). anche qui non capisco le lamentele: questo è un gioco dichiaratamente orientato al multiplayer, con un po di amici garantisce ore e ore di divertimento quasi infinito. Non vi piace questo in un gioco? potete giocare alla solita campagna col graficozzo con horizon, c'è RE7 ce tanta bella roba insomma. Volete qualcosa di nuovo? eccolo da Ubisoft. Punto. Brava Ubisoft che ha arricchito il settore di un nuovo gioco. Il primo vero nuovo gioco da anni. Chi osa criticare sta cosa, mi spiace ma danneggia solamente questo mondo checché dica di "amarlo".
  • Ringhio83
    Ringhio83
    Livello: 4
    Post: 143
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Ciao a tutti! Devo dire che il gioco mi ispira molto pur non essendo molto avvezzo al multiplayer online. Visto che per l'appunto non me ne intendo molto qualcuno può spiegarmi perché questi server p2p facciano così schifo?
  • raziel87
    raziel87
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    gioco divertente ma scarno di contenuti che tra qualche mese avrà i server vuoti. Ormai le recensioni sono figlie del periodo videoludico scarno e privo di titoli validi. Fosse uscito in un periodo videoludico degno di questo nome. Avrebbe preso un 6 tirato. Non ci siamo proprio non sono questi i videgiochi validi. Sopratutto alla cifra richiesta. Poteva essere considerato freetoplay o a 20€
  • S4tyr
    S4tyr
    Livello: 4
    Post: 45
    Mi piace 7 Non mi piace -1
    For honor è il completo sdoganamento del legame tra prezzo e accoglienza della critica dai contenuti. Anche se a stento raggiunge una valutazione media di 80% io ci sarei andato giù molto più severo. Come si può sorvolare alla richiesta di 70€ in un gioco così privo di contenuti, con microtransazioni e sbloccabili che impattano sul pvp? Neanche in molti F2P ho visto cose di queste genere. Dobbiamo quindi ignorare tutto ciò qualcuno mi dirà e ok, facciamo così. Però gli sbloccabili come già detto incidono sul pvp (eroi, equipaggiamenti) e ok, facciamo finta di nulla. Però i server sono P2P. Vogliamo parlare poi dell'appetibilità dell'offerta nel medio/lungo periodo? Anche
  • pino cammino
    pino cammino
    Livello: 6
    Post: 2295
    Mi piace 9 Non mi piace -3
    Gioco poverissimo di contenuti: campagna dimenticabile, multiplayer con poche modalità e con un discutibilissimo sistema p2p che è la morte del multiplayer competitivo (i quitter qui rompono le scatole a tutti), microtransazioni che in un gioco AAA venduto a caro prezzo NON ci devono stare mai, e non mi importa niente se sono modifiche estetiche o meno ma per principio non devono starci. Il gioco ha di buono una buona realizzazione tecnica ed un sistema di combattimento che sembra accattivante, ma che permette anche comportamenti poco "onorevoli" come il buttare giù dai dirupi gli avversari in duello. Gioco partito decisamente male e credo che se ne siano accorti un pò tutti, la media di steam non mente mai.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.