Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Peso Forma, sfida a suon di Byte

Peso Forma, sfida a suon di Byte

Gold e Plus di febbraio a confronto

Speciale
A cura di del
Cari lettori di SpazioGames, benvenuti nella nostra nuova rubrica Peso Forma. Nonostante il titolo non vi daremo consigli su come buttare giù i chili di troppo accumulati da ore di videogiochi, birre e patatine (perché non sono l’unico… vero?), ma cercheremo di far stare un po’ meglio le vostre console.
A forza di “eh ma era in offerta”, “a questo prezzo non lo ritrovo più” e “me lo danno gratis con l’abbonamento”, riempiamo ogni anno i nostri poveri hard disk di titoli che, quando va bene, giocheremo cinque minuti giusto per poterne parlare sui social network da esperti.
Per questo, in particolare nel caso dei videogiochi gratuiti, cercheremo di darvi una sorta di consigli per il download, visto che per l’acquisto, insomma, sono gratis.
Analizzeremo ovviamente le offerte di Xbox Live e PlayStation Plus ogni mese, guidandovi nella priorità che, secondo noi, dovreste dare ai videogiochi gratuiti offerti dai due servizi, con un simpatico voto finale in hard disk, a mò di stelline per i ristoranti.
La valutazione verrà fatta tenendo conto di una media assolutamente non matematica tra il peso del download e l’effettiva appetibilità del videogioco in questione.
E ricordate: una console sana è una console che vi vuole bene.



PlayStation Plus
Iniziamo dalla console Sony e dai tanto vituperati giochi che vengono inseriti mensilmente nella Instant Game Collection. Come di consueto, la casa giapponese offre due titoli per ogni console, con i soliti acquisti in cross-buy di mezzo.

Little Big Planet 3, PlayStation 4. Peso: 14.6GB. Voto: 2 hard drive su 5.
Si tratta ovviamente dell’ultimo capitolo della fortunata saga di editor di MediaMolecule. Il titolo è sicuramente valido, poco da dire, ma stiamo pur sempre parlando di un gioco di tre anni fa. Cosa significa? Intanto che sarà difficile trovare qualcuno ancora attivo nei server, e pertanto dovreste considerare Little Big Planet 3 come un gioco single player, o comunque con nessuna velleità multiplayer online.
Inoltre non apporta delle sostanziose novità alla serie. Quindi, a meno che non siate del tutto digiuni di Little Big Planet e vogliate provarlo, trovo davvero difficile consigliarvi a cuor leggero di metterlo sul vostro hard disk. Non tanto per la qualità del prodotto, lo ripeto, quanto perché forse, oggi, è un po’ fuori dal tempo.


Not a Hero, PlayStation 4. Peso: 816MB. Voto: 4 hard drive su 5.
Sviluppato dai ragazzi di Roll7, Not a Hero ci vede nei panni di BunnyLord, un coniglio che ha viaggiato nello spazio per farsi eleggere sindaco con la speranza di salvare il mondo.
Non vi fosse bastata questa descrizione, sappiate che Not a Hero è uno shooter in terza persona con coperture, il tutto con una graziosa grafica retrò, ma piena di violenza e poca gentilezza.
Si tratta di un indie, vero, ma uno di quelli con gli attributi e, probabilmente, l’offerta migliore nel lotto di febbraio di PlayStation Plus.

Starwhal, PlayStation 3/PlayStation 4. Peso: 674MB. Voto: 3 hard drive su 5.
Starwhal è un coloratissimo e delirante gioco di combattimenti fra narvali. Vostro obiettivo sarà quello di colpire con il corno del proprio narvalo il cuore del narvalo avversario, evitando di venire colpiti a vostra volta.
Un’esperienza squisitamente multiplayer locale, frenetica ed immediata. Un titolo perfetto se avete intenzione di “sfruttarlo” con gli amici, più dimenticabile se questa possibilità è remota.

Anna: Extended Edition, PlayStation 3. Peso: 933MB. Voto: 2 hard drive su 5.
Anna, qui riproposto in versione estesa con nuovi enigmi, musiche ed aggiustamenti vari, è un puzzle game del 2012.
Si tratta di un horror psicologico, ambientato in un mulino abbandonato in mezzo alle montagne italiane. Lo scopo è scoprire dei misteriosi indizi con i quali risolvere i tanti enigmi proposti al giocatore, per dipanare il mistero intorno al passato del personaggio. Le azioni del giocatore determinano la salute mentale del personaggio, oltre a cambiare le location visitate, la scoperta di nuovi segreti, ed uno tra i finali alternativi.
Niente di esaltante, ma se avete una PlayStation 3 e siete fan del genere vi potrebbe anche piacere.

Ninja Senki DX, PS Vita/PlayStation 4. Peso: 44.00MB. Voto: 1 hard drive su 5.
Uscito già nel 2010, Ninja Senki torna nella versione DX nel 2016 su PC e console. Si tratta di un platform che pesca (anche se qualcuno potrebbe dire “plagia”) tutti i classici del genere, in particolare Mega Man.
Nei panni di un ninja saremo chiamati a superare una serie di livelli impegnativi, tra miriadi di mostri e trappole. Davvero: immaginate Mega Man e metteteci un ninja come protagonista in un setting che ricorda gli stereotipi del Giappone feudale. Siamo di fronte ad un prodotto di trent’anni fa sostanzialmente, perfetto per chi cerca un’esperienza nostalgica senza ricorrere agli emulatori, niente di memorabile per tutti gli altri.

TorqueL, PS VITA/PlayStation 4. Peso: 391MB. Voto: 2 hard drive su 5.
Sviluppato da Takayuki Yanagihara, con l’apporto delle musiche di Nobuyoshi Sano, TorqueL è un titolo dalla struttura estremamente semplice. Nei panni di un personaggio a forma di quadrato dovremo superare dei livelli. Ogni lato di questo quadrato, poi, corrisponde a un pulsante del joypad (o della tastiera). Nel momento in cui si preme un tasto, il lato del quadrato corrispondente si allungherà facendo sì che l’omino si alzi nella stessa direzione.
Trattasi di un puzzle game dalle dinamiche divertenti, decisamente dedicato agli appassionati del genere, anche in questo caso.



Xbox Live
Per quanto riguarda Microsoft, anche stavolta ci ritroviamo con una doppia offerta per le sue due ultime generazioni di console, con titoli che saranno proposti in determinati scaglioni di tempo.

Lovers in a Dangerous Spacetime, Xbox One. Peso: 981,77MB. Voto: 3 hard drive su 5.
Scaricabile per l’intero mese. Lovers in a Dangerous Spacetime è un titolo molto originale nelle sue premesse sviluppato da sole quattro persone.
Interamente pensato per essere giocato con una persona al proprio fianco (magari proprio un “lover”...), il titolo pone i giocatori contro un perfido esercito anti-amore, e lo scopo è quello di ristabilire la pace e l’armonia nell’universo.
Un titolo molto particolare, l’avrete capito, che da soli perde sicuramente un po’ della sua magia. Valutate il download, ma non ignoratelo del tutto.

Project Cars, Xbox One. Peso: 24,6GB. Voto: 5 hard drive su 5.
Disponibile dal 16 febbraio al 15 marzo, Project Cars non ha bisogno di presentazioni.
Nato da una delle campagne di crowdfunding tra le più corpose della storia dei videogiochi, il titolo di Slightly Mad Studios è anche uno tra i migliori racing game in circolazione. Lo ricordiamo per il “fattaccio” di Wii U, con una versione che doveva uscire ma, alla fine, è finita a mare tra il fischiettio e le alzate di spalla generali.
La sua peculiarità è quella di avere un sistema di gioco molto scalabile, quindi perfetto per ogni tipo di giocatore, dal simulazionista feroce a chi vuole solamente scorrazzare con il suo bolide preferito. Miglior titolo del lotto di febbraio di Xbox Live, e anche in generale per quanto riguarda i giochi gratuiti.

Monkey Island 2: Special Edition, Xbox 360. Peso: 1,49GB Voto: 4 hard drive su 5.
Disponibile per i primi quindici giorni di febbraio, su Xbox One la casa di Redmond propone un grande classico che, ancora più di Project Cars, non dovrei davvero illustrarvi. Questa versione di Monkey Island 2 è uscita davvero tanti anni fa (sempre meno dell’originale, e grazie al razzo direte voi), ma si tratta sempre di recuperare un pezzo di storia, oltretutto gratis.

Il Potere della Forza,
Xbox 360. Peso: 7.15GB. Voto: 2 hard drive su 5.
Disponibile dalla seconda metà di febbraio, Il Potere della Forza è un esperimento ben riuscito di portare l’universo di Star Wars all’interno delle dinamiche di un action abbastanza classico. A livello narrativo fa da ponte alle due trilogie cinematografiche, ed il protagonista è Starkiller, un allievo segreto di Darth Vader.
Il gioco non è affatto un capolavoro, ma nonostante tutto è un buon action, che ha come punto di forza il fortissimo contesto narrativo. Se siete fan di Star Wars e ve lo eravate perso, fateci un pensierino. In caso contrario, considerate che è un titolo del 2008, con tutto quello che ne consegue.

Quando non ci sono di mezzo i soldi, il nostro metro di valutazione diventano gli Hard Disk. La qualità dei vari giochi giustifica la loro ingombrante presenza sull'unità di Storage nella nostra console? Noi una risposta ve l'abbiamo data. Qual è invece il vostro parere?

0 COMMENTI