Recensione di The Walking Dead: A New Frontier - Ep. I Parte I

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS4, Xbox One
  • Genere:

     Avventura grafica
  • Sviluppatore:

     Telltale Games
  • Data uscita:

     20 dicembre 2016
- La caratterizzazione di Clementine stupisce e affascina
- Vengono gettate le basi per nuovi filoni narrativi
- I nuovi personaggi sono ancora tutti da scoprire
A cura di (Mastelli Speed) del
Che fine ha fatto, dunque, la nostra Clementine? La coraggiosa bambina che ha dovuto sopravvivere all’apocalisse zombie firmata da Telltale rappresenta uno dei personaggi più iconici delle ultime stagioni videoludiche, e anche grazie a questo motivo l’attesa per l'arrivo della nuova stagione di The Walking Dead era alta. Consci di ciò, abbiamo deciso di analizzare in profondità i primi due segmenti narrativi disponibili, dedicando una recensione a ognuna delle due parti che compongono il primo episodio di di The Walking Dead: A new Frontier, chiamato Ties that Bind.
 


Fear the muertos
Abbiamo approcciato il titolo con due dubbi principali: uno riguardante il gameplay (di cui parleremo brevemente dopo), l’altro la narrativa. I primi istanti di gioco hanno fatto luce proprio quest’ultimo aspetto, peraltro spiazzandoci un po’. Quello che l’episodio ci metterà davanti, infatti, non è un survivor ben allenato, ma bensì un ragazzo che deve fare i conti con i primi episodi di epidemia zombi riguardanti la sua famiglia. Parliamo infatti di Javier Garcìa, il quale scoprirà suo malgrado quale sorta tocca alle persone che, invece di morire, diventano quelli che lo stesso personaggio chiama “muertos”. Dobbiamo dire che i minuti iniziali posseggono una certa carica drammatica che, a esser sinceri, sarebbe stata molto più forte se le stesse sequenze non fossero già state mostrate in uno degli ultimi trailer di annuncio del gioco. In ogni caso, dopo una lunga introduzione il titolo compirà il primo di numerosi salti temporali riportandoci al presente, che nell’universo narrativo Telltale corrisponde a un periodo discretamente distante dalla fine della seconda stagione. In questo contesto, uno Javier più maturo e dotato di barba incolta si ritrova a dover fare i conti con un’orda di zombi, ma soprattutto con due nipoti e la giovane e spigliata compagna del fratello. In qualche modo, la nuova direzione presa dalla narrativa ci ha ricordato un po’ lo spin-off televisivo Fear the Walking Dead; anche nella serie AMC, infatti, i protagonisti appartengono a etnie differenti da quelle viste nel filone narrativo principale, e devono subire in prima persona i cambiamenti dovuti all’insorgere dell’epidemia. La prima parte dell’episodio, dunque, ha il compito di introdurre figure che riescono tutto sommato a farsi ben volere, pur rimanendo ben ancorate a stereotipi fissi. A partire dalla metà del capitolo, trascorsi circa una cinquantina di minuti, arriva però il personaggio più atteso.



La ragazzina e l’uomo duro
Non crediamo di operare uno spoiler clamoroso nel momento in cui diciamo che anche in questa serie Clementine avrà una parte abbastanza importante nella storia. Così come nella prima stagione, però, i giocatori non potranno controllare direttamente la coraggiosa ragazzina, e questo è forse un ulteriore elemento che all’inizio lascia un po’ straniti. Questa impostazione narrativa, però, ha permesso a Telltale di togliersi in maniera evidente dagli impicci, considerato anche che, alla fine della seconda stagione, le nostre decisioni potevano cambiare anche drasticamente il destino della giovane protagonista. Sceneggiatori e sviluppatori, invece, hanno pensato di raccontare quello che è successo a Clementine tramite alcuni flashback che, evidentemente, riprenderanno le decisioni prese in passato. Quella che i giocatori avranno davanti, in ogni caso, è oramai una giovane decisa, che pronuncia parolacce e dimostra una certa amarezza verso il mondo. Al di sotto di questo comprensibile strato di ostilità, però, pare nascondersi ancora un’anima gentile, e di questo è possibile rendersene conto quasi immediatamente. Anche per questo motivo, difatti, alcune scelte da compiere nella seconda parte dell’episodio ci sono apparse un po’ superflue, visto che è evidente quale possa essere stata la nostra scelta nel momento in cui ci è stato chiesto di fidarci della nostra giovane sterminatrice di non morti. In ogni caso, questa nuova Clementine ci ha colpito in positivo, e la sua caratterizzazione rappresenta forse il punto più alto di questo primo spezzone di episodio, a meno che non si escluda il colpo di scena finale che, pur essendo leggermente prevedibile, ci ha abbastanza soddisfatto.



Un’avventura alla Telltale
Nei commenti seguenti alla nostra recensione dell’ultimo episodio di Batman: The Telltale Series  si poteva leggere una certa preoccupazione riguardante il modello di gameplay delle avventure della casa americana. Possiamo dire che, nella prima parte di Ties that Bind, quello che è definibile come il "modello Telltale" viene ripreso in maniera totale. Quella proposta, perciò, è un’avventura in cui l’interattività trova la sua espressione massima nella scelta delle linee di dialogo e nelle decisioni da prendere al volo, così come nei (veramente semplici, se non stucchevoli) QTE. Insomma, da questo punto di vista non sembra ci siano cambiamenti: oramai i giocatori dovrebbero avere bene in mente di che tipo di gioco si sta parlando, con relativi pregi e difetti. Fa ben sperare invece una certa evoluzione grafica, che riguarda soprattutto la resa dei volti, i quali propongono meno imprecisioni nelle espressioni rispetto al passato; soddisfa anche il collegamento tra le varie scene, sebbene vi siano ancora da registrare degli stacchi di inquadratura decisamente troppo bruschi. Sempre molto soddisfacente il doppiaggio in inglese, mentre vale la pena sottolineare ancora una volta l’assenza di qualsivoglia localizzazione italiana. Un tema, questo, su cui si è già molto discusso, ma che vale sempre la pena riportare.
Per ultimo, qualche dettaglio su alcune feature di contorno che si sono segnalate positivamente. All’inizio della propria partita, in effetti, il gioco ci chiederà se ricominciare dalle scelte effettuate nei salvataggi di The Walking Dead 2, oppure se ricreare un background narrativo. Scegliendo questa seconda opzione, si potrà optare per una backstory completamente casuale, oppure rispondere ad una serie di domande relative agli eventi topici delle prime due stagioni. I giocatori più social, inoltre, possono contare nuovamente sulla feature Crowd Play, che consente ad eventuali spettatori di suggerire al giocatore le decisioni da prendere sul momento.
Recensione Videogioco THE WALKING DEAD: A NEW FRONTIER - EP. I PARTE I scritta da MASTELLI SPEED La parte iniziale di Ties that Bind, primo episodio di The Walking Dead: A new Frontier si segnala soprattutto per la rinnovata caratterizzazione di Clementine, il cui feeling con il giocatore sarà al tempo stesso familiare ma sicuramente differente dal passato. I nuovi protagonisti, tra cui il personaggio che si è chiamati a impersonare, ovvero Javi, per ora hanno mostrato parte delle proprie potenzialità, non risultando però ancora così incisivi. Un inizio in ogni caso promettente, che termina con una sequenza emozionante e che ci porterà a parlare anche della seconda parte di questo primo atto, con una nuova recensione approfondita in arrivo tra pochi giorni. Rimanete con noi!
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 12 - Visualizza sul forum
  • Valas Phoenix
    Valas Phoenix
    Livello: 6
    Post: 287
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Mi piace l'idea di riprendere la storia ma non subito con Clementine trovo anche che i flashback come espediente narrativo funzionano abbastanza bene, giocato episodio 1 e 2 di fila.
  • Jhonny Benzina™
    Jhonny Benzina™
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Senno che continuo sarebbe?
  • Mastelli Speed
    Mastelli Speed
    Redattore
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Horizont
    In realtà ci sarebbe un altro punto un po' controverso di cui parlare. Nel gioco si chiede a Javier (e quindi a noi giocatori) di prendere cruciali decisioni riguardo Clementine e in quelle occasioni il giocatore si trova spiazzato perchè non sa per conto di chi debba prenderle... Mi spiego meglio. Se si chiede un giudizio riguardo Clementine io giocatore so il suo passato e quindi so com'è realmente...e quindi risponderei A...se dovessi rispondere da Javier, che non sa assolutamente chi sia, spesso avrebbe assolutamente senso rispondere diversamente. Sinceramente non è una situazione piacevolissima. Non si può prescindere dai precedenti capitoli insomma...
    questo è il punto su cui potrebbe cadere l'intero gameplay e la narrativa della stagione. Ne ho parlato diffusamente nella recensione della seconda parte dell'episodio che arriverà a breve, potremmo parlarne meglio in seguito
  • Horizont
    Horizont
    Livello: 2
    Post: 3672
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    In realtà ci sarebbe un altro punto un po' controverso di cui parlare. Nel gioco si chiede a Javier (e quindi a noi giocatori) di prendere cruciali decisioni riguardo Clementine e in quelle occasioni il giocatore si trova spiazzato perchè non sa per conto di chi debba prenderle... Mi spiego meglio. Se si chiede un giudizio riguardo Clementine io giocatore so il suo passato e quindi so com'è realmente...e quindi risponderei A...se dovessi rispondere da Javier, che non sa assolutamente chi sia, spesso avrebbe assolutamente senso rispondere diversamente. Sinceramente non è una situazione piacevolissima. Non si può prescindere dai precedenti capitoli insomma...
  • Mastelli Speed
    Mastelli Speed
    Redattore
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da darkeden82

    il contro "- I nuovi personaggi sono ancora tutti da scoprire" è assolutamente senza senso e messo lì giusto per compilare una casella? vorrei la spiegazione del recensore. Dell'italiano frega meno di niente ma se si deve trovare un difetto eventualmente si metta la mancanza di localizzazione....
    Ciao, il mio appunto nasce nel momento in cui in un episodio dalla lunghezza esigua i nuovi personaggi vengono oscurati dalla figura di Clementine, che seppur caratterizzata in modo nuovo è pur sempre un personaggio già conosciuto. Secondo me si sarebbe potuto evitare il tutto proponendo l'episodio in maniera completa e non divisa, visto che nella seconda parte, come spiegherò nella recensione apposita, le cose andranno già meglio da questo punto di vista.
  • Jhonny Benzina™
    Jhonny Benzina™
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 3 Non mi piace -3
    Ma anche conoscendo l inglese staresti li cercando di capire quello che stanno dicendo invece di immergerti nel dialogo e quindi farebbe schifo cmq... telltale dillo che ce l hai von gli italiani e falla finita xk tutto questo nn si spiega.
  • Sn4k3b3llic
    Sn4k3b3llic
    Livello: 8
    Post: 4622
    Mi piace 5 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da Mastelli Speed

    è un tema sicuramente di interesse di cui si è discusso in passato e di cui si discuterà in futuro, e che difatti è stato segnalato nella recensione
    Di certo non basta segnalarlo solo all'interno del testo della recensione ma deve finir dritto tra i Contro. Anche perchè non mi sembra una cosa tanto marginale visto che io non conoscendo l'inglese non posso giocarlo e non venitemi a dire di studiarlo perchè a 36 anni è difficile trovare il tempo per videogiocare figurarsi per studiare.
  • darkeden82
    darkeden82
    Livello: 0
    Post: 189
    Mi piace 1 Non mi piace -1
    il contro "- I nuovi personaggi sono ancora tutti da scoprire" è assolutamente senza senso e messo lì giusto per compilare una casella? vorrei la spiegazione del recensore. Dell'italiano frega meno di niente ma se si deve trovare un difetto eventualmente si metta la mancanza di localizzazione....
  • Jhonny Benzina™
    Jhonny Benzina™
    Livello: 1
    Post: 0
    Mi piace 3 Non mi piace -6
    Nel 2017 ormai non si puo accettare un gioco che non sia localizzato per tutte le lingue.. va messo sei contro assolutamente invece che "i personaggi non li conosciamo ancora..... ma che contro é????
  • Shepman94
    Shepman94
    Livello: 6
    Post: 797
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da luciopieracci

    L'assenza di doppiaggio o almeno dei sottotitoli va messa nel riquadro dei difetti a mio avviso. Soprattutto in un gioco del genere
    se però fanno un lavoro fatto con il cul0 (parere mio) come per i sottotitoli ita della prima stagione (ho notato diversi strafalcioni...) che lascino fare alle traduzioni "amatoriali" che sembrano essere molto più corrette XD
  • Mastelli Speed
    Mastelli Speed
    Redattore
    Mi piace 2 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da luciopieracci

    L'assenza di doppiaggio o almeno dei sottotitoli va messa nel riquadro dei difetti a mio avviso. Soprattutto in un gioco del genere
    è un tema sicuramente di interesse di cui si è discusso in passato e di cui si discuterà in futuro, e che difatti è stato segnalato nella recensione
  • luciopieracci
    luciopieracci
    Livello: 7
    Post: 9876
    Mi piace 5 Non mi piace -7
    L'assenza di doppiaggio o almeno dei sottotitoli va messa nel riquadro dei difetti a mio avviso. Soprattutto in un gioco del genere
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.