Anteprima di FIFA 17

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS3, PS4, Xbox 360, Xbox One
  • Genere:

     Sportivo
  • Sviluppatore:

     EA Sports
  • Distributore:

     EA
  • Data uscita:

     29 settembre 2016
ASPETTATIVE
- Ultimate Team strizza l'occhio agli E-Sport
- Pro Club rinnovato
- Il gameplay convince
A cura di (Dr Whi7es) del
 
Mancano ormai poche settimane al classico appuntamento con i titoli sportivi, pronti a sbarcare sulle console dei giocatori di tutto il mondo il prossimo settembre. Dopo aver preso confidenza con le modifiche al gameplay allo scorso E3 di Los Angeles, la Gamescom di Colonia rappresenta l'appuntamento ideale per scoprire qualcosa di più sulle varie modalità di gioco. Ospiti di Electronic Arts abbiamo quindi messo le mani su una nuova build di Fifa 17 per provare con mano tutti i cambiamenti di Ultimate Team, Pro Club e la carriera allenatore.


Carriera Allenatore
Iniziamo parlando della carriera allenatore, modalità storica di FIFA e particolarmente apprezzata dagli appassionati, nonostante le poche innovazioni presentate nelle scorse edizioni. Per questo nuovo capitolo gli sviluppatori si sono concentrati particolarmente sulla gestione del proprio club, con un focus particolare sugli obiettivi da raggiungere e sulle finanze del nostro team. Ogni dirigenza avrà una personalità unica, assegnandoci compiti diversi a seconda del prestigio della nostra squadra. Cinque sono le grandi aree in cui verremo giudicati: il successo in patria, le vittorie nelle competizioni internazionali, la forza del nostro brand, la crescita dei giovani e l'aspetto economico. 
Gli obiettivi sono molto dinamici e passano da una maggiore presenza sui mercati in Asia, ottenibile tramite la partecipazione a un tour pre-stagione nel continente o acquistando un giocatore asiatico, fino all'obbligo di finire nella classifica delle magliette più vendute al mondo, comprando giocatori celebri come Pogba, Neymar o Reus. Ogni dirigenza darà poi più o meno importanza agli obiettivi assegnati, con una squadra come il Real Madrid più interessata alle vittorie rispetto al raggiungimento di importanti plusvalenze con i propri giocatori, mentre invece, per squadre come il Sassuolo, sarà maggiormente importante sviluppare e far giocare giovani provenienti dal vivaio anziché raggiungere importanti traguardi nelle competizioni europee.
Tutto nuovo anche il sistema di gestione delle finanze, che mostra le diverse fonti di entrata e di spesa del nostro club: tramite una serie di menù e grafici potremo scoprire a quanto ammontano i guadagni derivanti da diritti tv, merchandising e dai biglietti dello stadio, e osservare quanto incidono gli stipendi della squadra sul nostro bilancio annuale. 
L'idea è sicuramente interessante, peccato che gli sviluppatori abbiano deciso di non dare la possibilità di intervenire e modificare le varie voci a bilancio, rendendo praticamente inutili queste modifiche, con i giocatori che si dimenticheranno presto di questa nuova aggiunta. Un vero peccato, dunque: un maggiore approfondimento del comparto finanziario avrebbe offerto maggiore soluzioni ai giocatori più abili, in grado di ricavare un extra budget per il calciomercato tagliando le spese superflue. Infine, grazie all'utilizzo di Frostbite, FIFA 17 introduce anche la presenza degli allenatori a bordo campo, con la possibilità di scegliere uno tra gli undici modelli predefiniti per rappresentare il nostro alter ego virtuale. Probabilmente si poteva fare anche qui qualcosina di più, fornendo agli utenti un vero e proprio editor per creare il proprio allenatore virtuale.


Ultimate Team
Nuovo capitolo invece per Ultimate Team, la modalità nata come piccolo DLC del gioco base e capace di conquistare milioni di appassionati in pochissimo tempo, fino a diventare quella più giocata di FIFA. 
Per questo nuovo capitolo i ragazzi di EA hanno deciso di puntare sull'aspetto competitivo del titolo, introducendo il FUT Champions, una lunga serie di sfide che premieranno i migliori giocatori del gioco. Durante la settimana, dal lunedì fino a giovedì, ogni giocatore avrà la possibilità di disputare particolari tornei, ognuno con requisiti sempre diversi, per staccare il biglietto per le competizioni del weekend.
Durante i fine settimana, i giocatori qualificati avranno a disposizione 40 partite per scalare le classifiche e ottenere ricchi premi che svariano da una ricca quantità di crediti, fino a carte rare. Arrivare al vertice delle leaderboards permetterà poi di qualificarsi per le fasi finali dei campionati mondiali di Ultimate Team, con i 32 migliori giocatori del mondo pronti a sfidarsi per un montepremi pari a 1,3 milioni di dollari, cifra considerevole che farà gola a molti. EA ha poi pensato anche a tutti quei giocatori che non amano particolarmente sfidarsi online, introducendo le Squad Building Challenges, una serie di sfide che premieranno i giocatori più abili nel costruire le squadre sfruttando l'intesa. Ogni sfida metterà di fronte i giocatori a quesiti di diversa difficoltà, come costruire una squadra con giocatori di solo due nazionalità diverse o utilizzare giocatori di più campionati diversi e raggiungere il massimo livello di intesa possibile.
Una volta completati i vari obiettivi potremo barattare i giocatori da noi utilizzati per ottenere una ricompensa, più o meno importante a seconda della difficoltà scelta. A chiudere il pacchetto troviamo le nuove leggende, ancora esclusiva delle console Microsoft, inserite in questa edizione: il roster si è arricchito di giocatori del calibro di Veron, Del Piero, Puyol e Scholes, giocatori dalle indubbie qualità che faranno la felicità di qualche fortunato allenatore virtuale.


Pro Club
Grosse novità anche per Pro Club, una delle modalità che più richiedeva grossi cambiamenti dopo anni di appannamento. Una delle più grandi richieste da parte dei fan era sicuramente una maggiore personalizzazione del proprio club, creando la propria maglietta e il proprio logo. Gli sviluppatori hanno deciso di ascoltare questa richiesta: a partire da questa edizione sarà infatti possibile creare la propria divisa, partendo da alcuni modelli predefiniti e intervenendo sui colori, sul pattern e sul proprio stemma, in modo da creare un club unico capace di distinguersi dalla massa. 
Tutto nuovo anche il sistema di crescita del nostro alter ego virtuale, che ora verrà maggiormente influenzato dalle nostre prestazioni in campo: al termine di ogni partita riceveremo infatti un voto che andrà a influenzare le nostre caratteristiche, aumentandole in caso di una prestazione particolarmente positiva. Al termine di ogni partita guadagneremo anche degli skill points che potremo utilizzare per equipaggiare diversi traits, abilità speciali come la maggior precisione sui tiri dalla distanza che ci permetteranno di dominare le partite. 
Chiudiamo parlando delle licenze: al momento non sono stati confermati altri campionati oltre alla JLeague, il campionato di massima serie del Giappone. Qualche dubbio sulla presenza della licenza della Serie A, presente con lo scudetto sulla maglietta della Juventus ma assente nei menu di Ultimate Team. Non ci resta che attendere il gioco completo per toglierci ogni dubbio.


Gameplay
Durante la nostra prova abbiamo avuto modo di provare nuovamente il gameplay del titolo dopo le buone impressioni del nostro primo test in occasione dell'E3 2016. FIFA 17 si conferma un gioco diverso rispetto ai propri predecessori, aiutato anche da uno sviluppo durato quasi tre anni. L'aspetto che colpisce maggiormente è l'intelligenza artificiale dei giocatori in campo, ora di un livello decisamente più alto rispetto a quella delle precedenti edizioni. 
I calciatori ora si muovono in maniera intelligente, attaccando lo spazio lasciato libero dai difensori o venendo incontro al portatore di palla, a seconda delle diverse situazioni di gioco. Il risultato è quello di assistere a una manovra di gioco nettamente più fluida rispetto a quanto visto in passato, particolarmente utile nelle partite contro la CPU, in passato quasi impossibile da bucare alle difficoltà più alte. 
Buono anche il feeling con la fisica del gioco, con i giocatori più massicci davvero difficili da spostare e sempre pronti a fare a sportellate con i difensori per prendere posizione e ricevere la palla spalle alla porta. Ancora qualche dubbio invece sui calci piazzati: se nei rigori, anche grazie alla presenza dell'indicatore di direzione del tiro, abbiamo fatto notevoli progressi riuscendo perfino a vincere una partita, i calci d'angolo si sono rivelati ancora piuttosto ostici da padroneggiare, non riuscendo mai a creare veri e propri pericoli per gli avversari. La sensazione è quella di trovarsi di fronte a un titolo leggermente più tecnico rispetto al passato e saranno necessari alcuni mesi prima di padroneggiare tutte le meccaniche messe a disposizione dagli sviluppatori
Recensione Videogioco FIFA 17 scritta da DR WHI7ES Questa nuova prova di FIFA 17 ha confermato tutte le nostre buone impressioni avute dopo il nostro test prima dell'E3. Particolarmente convincenti le novità introdotte per Pro Club, con la possibilità finalmente di creare la divisa e lo stemma della nostra squadra, e Ultimate Team, modalità che sembra aver virato in maniera prepotente verso il mondo degli E-Sport. A tutto questo si unisce poi un gameplay che sembra aver trovato finalmente la direzione giusta, con un'attenzione particolare all'intelligenza artificiale dei giocatori che permette di creare una manovra di gioco molto più fluida e varia.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Commenti: 41 - Visualizza sul forum
  • nathantitto07
    nathantitto07
    Livello: 1
    Post: 1
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Il fatto è che comunque sia, momentum o no, glitch o no, aspetto finanziario o no comunque sia lo compreremo lo stesso. Inevitabilmente proprio. Pure se qualche volta lo prenderei e lo spezzerei in mille pezzi io non vedo l'ora che esca, perchè poi quando inizi a giocare non ti fermi più, è troppo divertente.
  • allegriforever
    allegriforever
    Livello: 0
    Post: 8
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Guardate cari creatori di FIFA non chiedo molto. Solo che vorrei trovare IMPOSSIBILE arrivare in finale di champions con il Carpi qualche volta!
  • Uscian
    Uscian
    Livello: 3
    Post: 7
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da ledzepiv

    Il momentum non esiste ragazzi, è così. Non in modalità offline, almeno. L'ultimo Fifa più recente che ho giocato è stato il 14, con quello giocavo anche online e pur non avendo fatto tantissime partite posso dire che "cose già scritte" non mi sono mai successe. Non è che se fate 20 tiri dovete per forza segnare: una delle categorie under della nostra nazionale ha battuto 0-1 la Germania con un solo tiro in porta, mentre i tedeschi avevano fatto circa 16-20 tiri: questo effettivamente può verificarsi nel videogioco, come mi è successo l'altro giorno giocando con Fifa 13: Barcellona-Real Murcia: 0-0, io 16 tiri nello specchio e il portiere avversario li prendeva tutti. Cosa c'è di strano? Un portiere deve necessariamente fare una papera a partita? Riguardando i replay, poi, ho visto che quasi tutti i miei tiri erano "telefonati" e non troppo difficili da parare. La questione dei pali/traverse: succede anche nel calcio normale. Ricordo Milan-Ajax, colpo di testa di Poulsen e palo interno: 8 volte su 10 è gol, ma non quella volta. Anche Parma-Catania: rigore di Biabiany, palo interno, palla fuori. Forse voi non guardate il vero calcio, ma anche guardando partite occasionali si vedono errori davvero incredibili. Questa è la mia opinione e io mi sono fermato a Fifa 14. Quando sarà prenderò Fifa 17 e avrò il piacere di ri-constatare che il momentum non esiste.
    Fidati, esiste. Chiamalo momentum, morale, script o come vuoi, ma è un elemento del gioco. Per quanto mi riguarda consiste in una temporanea alterazione delle stats dei giocatori in seguito a determinati avvenimenti (gol in primis). E' una variabile inserita secondo me per rappresentare il morale delle squadre, che però risulta spesso troppo invasiva. La modalità in cui lo si nota in maniera lampante e cristallina è FUT, in cui, complice il parametro dell'intesa che qualche effetto in game deve avere, bisogna davvero essere ciechi per non vedere giocatori imbambolarsi all'improvviso, sbagliare passaggi di una facilità disarmante, diventare manovrabili come tir o lasciar scorrere -all'occorrenza schivandolo- un passaggio diretto all'attaccante avversario. Non è una scusa usata dai giocatori perché perdono una partita, sono arrivato in prima divisione perdendo, ma anche vincendo spesso con l'aiuto degli dei di fifa. Naturalmente si può vincere in ogni caso, anche se il tuo avversario è in momentum: semplicemente è più difficile. Nelle altre modalità multiplayer (stagioni o in locale) è meno evidente e occorre un occhio più esperto (fidati, non paranoico). A un certo punto lo noterai anche solo dal tocco di palla dei tuoi giocatori. Anche in single player a modalità esperto ci saranno partite in cui il carpi ti farà girare palla come se fosse il barcellona a velocità 2.0 e altre in cui puoi smarcarti tutta la squadra avversaria con un solo giocatore. In definitva, chiunque non sia un giocatore occasionale di fifa sa che è parte integrante del gioco. Se fosse meno invasivo e sviluppato un po' meglio forse non sarebbe neanche una brutta feature.
  • Baldux
    Baldux
    Livello: 1
    Post: 1
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da varre87

    Io spero soltanto che quest'anno, si posso cambiare squadra durante la modalità carriera. Magari tramite offerte di altri club o chiedendo direttamente la panchina ad un altra dirigenza... C..zo è inconcepibile non mettere una features del genere ,quanto mai ci vorra 3 ore di programmazione? Cosa ci mettono a fare la funzione "incarichi" se tanto poi non ti fanno offerte ne ti accettano le richieste
    Daccordissimo. Non è possibile qualificarsi in coppa, o arrivare in qualche finale, magari anche vincerla e l'unica proposta che ti arriva è del Carpi di turno. E il più delle volte solo dal tuo campionato.
  • Fly_Sachiko
    Fly_Sachiko
    Livello: 0
    Post: 0
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Download PC Games For Free on 1Fichier Uptobox Mega Uploaded--------> full-pcgames.com
  • Dr Whi7es
    Dr Whi7es
    Redattore
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da BIGNI

    E la modalita nuova dove facciamo crescere il calciatore fino a farlo esordire nei primi campionati? Non esiste più?
    ne avevamo parlato allo scorso e3
  • BIGNI
    BIGNI
    Livello: 8
    Post: 3008
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    E la modalita nuova dove facciamo crescere il calciatore fino a farlo esordire nei primi campionati? Non esiste più?
  • Oberyn12
    Oberyn12
    Livello: 4
    Post: 24
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da ledzepiv

    Il momentum non esiste ragazzi, è così. Non in modalità offline, almeno. L'ultimo Fifa più recente che ho giocato è stato il 14, con quello giocavo anche online e pur non avendo fatto tantissime partite posso dire che "cose già scritte" non mi sono mai successe. Non è che se fate 20 tiri dovete per forza segnare: una delle categorie under della nostra nazionale ha battuto 0-1 la Germania con un solo tiro in porta, mentre i tedeschi avevano fatto circa 16-20 tiri: questo effettivamente può verificarsi nel videogioco, come mi è successo l'altro giorno giocando con Fifa 13: Barcellona-Real Murcia: 0-0, io 16 tiri nello specchio e il portiere avversario li prendeva tutti. Cosa c'è di strano? Un portiere deve necessariamente fare una papera a partita? Riguardando i replay, poi, ho visto che quasi tutti i miei tiri erano "telefonati" e non troppo difficili da parare. La questione dei pali/traverse: succede anche nel calcio normale. Ricordo Milan-Ajax, colpo di testa di Poulsen e palo interno: 8 volte su 10 è gol, ma non quella volta. Anche Parma-Catania: rigore di Biabiany, palo interno, palla fuori. Forse voi non guardate il vero calcio, ma anche guardando partite occasionali si vedono errori davvero incredibili. Questa è la mia opinione e io mi sono fermato a Fifa 14. Quando sarà prenderò Fifa 17 e avrò il piacere di ri-constatare che il momentum non esiste.
    Ho smesso di leggere a "Fifa 14". Per cortesia prima di sparare cose tipo "non guardate il vero calcio", impara a basare le cose che dici sulla realtà e non sulla tua immaginazione
  • varre87
    varre87
    Livello: 4
    Post: 222
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Io spero soltanto che quest'anno, si posso cambiare squadra durante la modalità carriera. Magari tramite offerte di altri club o chiedendo direttamente la panchina ad un altra dirigenza... C..zo è inconcepibile non mettere una features del genere ,quanto mai ci vorra 3 ore di programmazione? Cosa ci mettono a fare la funzione "incarichi" se tanto poi non ti fanno offerte ne ti accettano le richieste
  • Dengi
    Dengi
    Livello: 5
    Post: 160
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Ho visto il video del giocato di Reus...ma solo io lo vedo veloce da morire??? spero vivamente in un buon ritmo di gioco.
  • Snejder92
    Snejder92
    Livello: 0
    Post: 7
    Mi piace 2 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da ledzepiv

    È fatto così per bilanciare il gioco, altrimenti segneresti a ogni contropiede. Se fosse come auspichi tu il Bayern vincerebbe ogni partita, gli basterebbe lanciare Robben/Ribery e via.
    Il momentum esiste eccome, e cosa dovrebbe conpensare? come prendere 5-6 pali a partita o rigori inesistenti? Basta, preferisco perdere se sono più debole dell'avversario invece di perdere perchè lo decide il gioco?
  • matti86
    matti86
    Livello: 4
    Post: 281
    Mi piace 6 Non mi piace 0
    Ma la gente che viene qua a,dire che il momentum non esiste lo ha mai provato un titolo fifa?? No xke a volte è talmente evidente ...
  • Sub Zero
    Sub Zero
    Livello: 2
    Post: 1365
    Mi piace 1 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da ledzepiv

    È fatto così per bilanciare il gioco, altrimenti segneresti a ogni contropiede. Se fosse come auspichi tu il Bayern vincerebbe ogni partita, gli basterebbe lanciare Robben/Ribery e via.
    E no , se il giocatore ha 99 di forma me lo fai giocare al 100% . Non che in una partita è un fenomeno e in quella dopo è scarso . Altrimenti la forma fisica a cosa serve ?!
  • lollo_dwlin
    lollo_dwlin
    Livello: 5
    Post: 1449
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    Originariamente scritto da ledzepiv

    È fatto così per bilanciare il gioco, altrimenti segneresti a ogni contropiede. Se fosse come auspichi tu il Bayern vincerebbe ogni partita, gli basterebbe lanciare Robben/Ribery e via.
    Ma che discorsi sono? si parla di bravura, non di compensazione... Se sei piu bravo segni 10 goal, se sei uno scarso ne subisci altrettanti. Questo è solo un modo per far si che gli scarsi si sentano forti, stop. Nella realtà non è che se stai perdendo 2-0, entrano i gemelli piu scarsi per far si che il livello sia equilibrato. Ma lo vedi il calcio?
  • lollo_dwlin
    lollo_dwlin
    Livello: 5
    Post: 1449
    Mi piace 5 Non mi piace 0
    Perche si insiste sul FUT? Belli i giorni quando si giocava real barca nel campionato a divisioni, belli i giorni quando si doveva giocare e migliorare con una squadra vera, belli i giorni quando non dovevi spendere soldi per non essere sovrastato... Oggi FUT rappresenta il male endemico di questo gioco, una modalità creata per far spendere soldi al giocatore. Mi potresti dire:"ma nessuno di obbliga a spendere soldi", si è vero, ma dovresti avere 200-300 ore di per avere la squadra di uno che spende i soldi. è diventato un gioco da youtube, stop. Il calcio è altro.
caricamento in corso...
RECENSIONI E SPECIALI CORRELATI
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.