Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Giochi portatili del mese - Maggio

Giochi portatili del mese - Maggio

Fire Emblem Fates e poco altro

Rubrica
A cura di Gianluca “DottorKillex” Arena del 01/05/2016
In un mese quasi desertico, spicca una perla rara, tripartita da Nintendo, quasi a voler riempire, da sola, tutti e trentuno i giorni che compongono maggio (se non oltre...): parliamo, ovviamente, di Fire Emblem Fates, di cui potrete leggere a brevissimo le nostre recensioni.
Per il resto, c'è davvero poco di cui gioire, tanto su Playstation Vita quanto su 3DS: vediamo più nel dettaglio.




3 maggio:

Gli unici due titoli al momento previsti per la piccola di casa Sony, ironicamente, escono entrambi quest'oggi, molto diversi tra loro per pubblico, stile e genere di appartenenza: parliamo di Ray Gigant e Neverending Nightmares, dei quali solo il primo disponibile anche in formato fisico.
Proprio quest'ultimo è un dungeon crawler puro, con visuale in prima persona e l'accento posto su un combat system a turni tanto efficace quanto rodato: dalle informazioni in nostro possesso non risultano feature particolarmente innovative, e, anzi, il prodotto sembra rivolgersi ai neofiti del genere, magari spaventati dai picchi di difficoltà che caratterizzano questa tipologia di giochi.
Condisce il tutto una direzione artistica che richiama fortemente i manga giapponesi, colorata e tipicamente nipponica.
Di nicchia, ma non meno interessante, anche Neverending Nightmares, un incrocio tra un'avventura grafica ed un survival horror bidimensionale, che prende spunto dalla depressione di cui ha a lungo sofferto il lead designer del progetto, Matt Gilgenbach: già approdato su PC, dove ha ricevuto un'accoglienza generalmente buona, il titolo sembra prestarsi benissimo ad una fruizione intima, al buio e con un buon paio di auricolari. 

5 maggio:
L'ambiente delle console portatili ha due grandi vantaggi rispetto a quello delle console casalinghe: uno, ovvio, è rappresentato dalla portabilità dell'esperienza di gioco, e l'altro dallo sperimentalismo e dalla voglia di stupire che spesso ne caratterizza i prodotti.
Pocket Card Jockey, per l'appunto, è un titolo bizzarro, un connubio mai visto tra il solitario con le carte e una simulazione di fantino.
No, non abbiamo fatto uso di stupefacenti, siamo seri: nel gioco, esclusiva eShop per 3DS, potrete gestire una scuderia di cavalli, facendoli crescere di livello, mentre giocate al classico solitario, riproposto, per l'occasione, tanto nella versione liscia, quanto in una con delle variabili.
Inutile dire che in Giappone, dove le idee folli sono sempre ben accolte, il titolo ha spopolato: aspettiamo di vedere che impatto avrà sul pubblico europeo. 
20 maggio:
Finalmente giunse il grande giorno... Fire Emblem Fates, dopo un'attesa snervante durata oltre un anno (rispetto alla pubblicazione in Giappone), sbarca finalmente sul suolo europeo, con la sua nutritissima offerta ludica, pensata per ogni tipo di giocatore.
Nei negozi potrete trovare tre versioni diverse: Retaggio, Conquista e la Special Edition.
Le prime due rappresentano le facce di una stessa medaglia, ma anche due esperienze di gioco assai differenti tra loro: la prima, Retaggio si rivolge ai neofiti, che mai come stavolta, dopo le aperture di Awakening, avranno la possibilità di godersi la storia e il gameplay che hanno reso famosa la serie.
La seconda, Conquista, punta dritto al cuore dei veterani della serie, un po' preoccupati dal calo del livello di difficoltà dell'ultima uscita, e, credeteci (la stiamo giocando in vista della recensione), ci riesce benissimo.
La lussuosa Special Edition comprende anche una terza campagna, Rivelazione, scaricabile dallo shop virtuale di Nintendo anche separatamente, che si pone a metà del guado tra le due precedenti, svelando retroscena gustosissimi sulla trama e chiudendo l'ampio arco narrativo del prodotto.
Il monte ore totale è il maggiore della serie fin qui, così come le ambizioni narrative e i valori produttivi, che sembrano tradire il fatto che la serie ideata da Intelligent Systems sia uscita dalla nicchia che si era scavata per diventare uno dei brand di punta del catalogo Nintendo.
Siamo di fronte ad uno dei progetti più ambiziosi dell'intera storia di Nintendo 3DS, quindi non perdetevi le nostre recensioni tra qualche giorno.

Poca carne al fuoco per i prossimi trentuno giorni, come da tradizione per la tarda primavera, ma anche uno dei titoli più attesi dell'anno per tutti i possessori di 3DS e, in generale, per tutti gli affezionati dei brand storici della grande N: Fire Emblem Fates si prospetta capace di intrattenere gli acquirenti per settimane, soprattutto se si dovesse optare per la versione limitata onnicomprensiva.
Dopo il lampo nel buio rappresentato da quel gioiellino di Severed, PSVita torna a vivere un mese mesto, senza novità di rilievo: vi anticipiamo, però, che a giugno dovrebbe andar meglio.
Buon gioco in movimento a tutti!

0 COMMENTI