Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Uncovered: Final Fantasy XV

Uncovered: Final Fantasy XV

La luce alla fine del tunnel

Recap e impressioni
A cura di del
Dieci anni. Sono passati ben dieci anni da quando sentimmo per la prima volta il nome di Final Fantasy Versus XIII. Il progetto presentato una decade fa ha subito nel corso degli anni innumerevoli cambiamenti, distaccandosi dal fallimentare progetto della Fabula Nova Crystallis e trasformandosi in Final Fantasy XV. L'ultima Fantasia Finale ha straziato il cuore di ogni fan della serie, dilatando all'inverosimile le informazioni su di esso e la sua data d'uscita. Giungiamo alla notte del 31 Marzo, data in cui è avvenuto ciò che in molti ritengono come un piccolo miracolo. Finalmente siamo in grado di vedere la luce alla fine del tunnel, una luce certamente abbagliante e colma di fascino, ma allo stesso tempo portatrice di grandi dubbi riguardo la sua natura. Uncovered: Final Fantasy XV ci ha lasciato a bocca aperta. L'evento tenuto a Los Angeles si è rivelato come un autentico successo, capace di emozionare il pubblico grazie alle tantissime novità e al fondamentale annuncio della data d'uscita. 30 Settembre 2016. Questa è la fatidica data. Ma partiamo con ordine, poiché tantissimo è stato mostrato.



Origini ed eredità
L'inizio di Uncovered: Final Fantasy XV ci ha sorpreso, lanciando un forte messaggio che non può non far piacere ai fan più nostalgici. Hironobu Sakaguchi, il padre di Final Fantasy, si è presentato sul palco, visibilmente emozionato. Sakaguchi reputa Final Fantasy come un proprio figlio, e in quanto padre si è voluto sincerare della strada intrapresa dalla sua creazione. Il leggendario autore ha discusso a lungo con Hajime Tabata (direttore del titolo). Dalla loro discussione è emerso come quest'ultimo capitolo ritornerà alle radici della serie, non tanto nella forma, quanto piuttosto nelle sensazioni che essa era in grado di suscitare nel giocatore. Sfida, emozione, scoperta, sono questi gli elementi che hanno reso Final Fantasy una delle serie più celebri all'interno del panorama videoludico. Stando a quanto detto sembra che tutto ciò ritornerà in Final Fantasy XV, il quale sta senza ombra di dubbio cercando di raggiungere i fasti di un passato apparentemente perduto.
Alle brevi, ma rassicuranti parole di Sakaguchi segue uno dei tantissimi trailer presentati all'evento, mostrandoci spettacolari sequenze di combattimento, accompagnate da "nientepopodimeno" che Stand by Me, singolo di cui è stata realizzata una splendida cover proprio in occasione di questo quindicesimo capitolo. Il trailer prosegue con un collage di battaglie, cutscene e sequenze esplorative, galvanizzando il pubblico e mantenendo serrato il ritmo. Una volta terminato il filmato fanno la loro apparizione Yoshitaka Amano, designer della serie ed autore dello splendido artwork intitolato “Big Bang”, e Nobuo Uematsu, storico compositore. Tutti i padri di Final Fantasy hanno adesso fatto la loro apparizione, facendoci capire quanto importante sia questo quindicesimo capitolo, non tanto come videogioco a sé stante, quanto piuttosto come un vero e proprio rilancio della serie.



Ecosistemi crossmediali 

Lo humour lascia spazio al secondo trailer della serata, il quale ci mostra finalmente qualcosa di veramente nuovo. La prima sequenza è interamente concentrata sui Chocobo e sul grado di esplorazione che offrono al giocatore. Gli storici pennuti sono rapidissimi, capaci di planare per breve tempo e di curvare a grande velocità, eseguendo delle vere e proprie derapate! Da quanto visto sembra proprio che i Chocobo renderanno l'esplorazione delle vaste ambientazioni presenti in Final Fantasy XV rapide e piacevoli, grazie soprattutto alla loro estrema mobilità. I pennuti gialli non sono tuttavia l'unico mezzo di trasporto presente in quest'ultimo capitolo, dato che Noctis e compagnia si ritroveranno spesso e volentieri su quattro ruote. La novità più rilevante in questo determinato frangente è rappresentata dalla presenza della FF Radio, la quale permetterà al giocatore di ascoltare le musiche dei precedenti capitoli. Si tratta di un'aggiunta secondaria, ma in grado di far gioire i fan della serie.
Il successivo filmato ci mostra un footage delle ambientazioni presenti in Final Fantasy XV. Durante il video sono stati mostrati paesaggi naturali come piane, foreste, caverne, coste e montagne. Non sono tuttavia mancati i paesaggi urbani, con città estremamente differenti sul piano architettonico. Insediamenti rurali si contrappongono a metropoli futuristiche, mostrandoci una varietà decisamente elevata. Ogni ambientazione sembra essere curata fin nei minimi dettagli, cura che ci aspettiamo di vedere anche nel prodotto finale. Arriviamo al momento degli annunci inaspettati, realizzati con il preciso scopo di ampliare l'ecosistema che gira intorno a Final Fantasy XV. Nel corso di pochi minuti vengono annunciati un anime ed un film, entrambi contenenti sequenze narrative inedite. L'anime, chiamato Brotherhood, verrà distribuito gratuitamente e comprenderà cinque episodi. Esso si concentrerà sul rapporto di amicizia instaurato da Noctis con i suoi compagni. Il film, intitolato Kingsglaive, sarà interamente realizzato in CG e sarà disponibile nel corso di quest'anno. La storia presente in esso mostrerà personaggi come Regis, Lucis e Lunafreya, amica d'infanzia del principe. Gli eventi presenti nel film saranno paralleli a quelli del videogioco, andando a costituire un vero e proprio approfondimento. Abbiamo inoltre avuto modo di scoprire come il cast dei doppiatori vanti figure di spicco, come Lena Headey (Cersei Lannister), Sean Bean (Boromir, - Eddar Stark) e Aaron Paul (Jesse Pinkman). Oltre alle battute sui cristalli blu, l'intervento di questi celebri attori ci ha lasciato intendere quanto Square Enix stia facendo le cose in grande.



Giù la maschera
Il successivo annuncio riguarda i minigame, componente fondamentale dei Final Fantasy. È stato rivelato uno dei minigiochi che sarà presente nel quindicesimo capitolo, una sorta di flipper con meccaniche da GdR. Non è stato detto molto riguardo le effettive modalità del minigame, ma sappiamo che esso verrà reso disponibile in forma separata anche per iOS, Android e Windows 10, con il sobrio titolo di Justice Monsters Five. Anche questo verrà reso disponibile nel corso di quest'anno. Menzioniamo rapidamente la parte riguardante la nuova demo, la quale verrà trattata più nello specifico nel corso di questo stesso articolo. Sappiate che Platinum Demo è già disponibile gratuitamente per il download. Per la gioia dei collezionisti sono state anche annunciate due versioni limitate di Final Fantasy XV, ovvero la Deluxe Edition e la Ultimate Collector's Edition. La prima conterrà la versione Blu-ray del film, una steelbook ed alcuni contenuti bonus in-game. La seconda offrirà quanto detto sopra, con in più artbook, colonna sonora e un'action figure di Noctis della serie Play Arts (il tutto al modicissimo prezzo di 269,99 euro). Tutto molto bello senza dubbio, ma la presenza di contenuti bonus scaricabili potrebbe far storcere il naso a non pochi.
L'evento termina con il director Tabata, il quale in uno stentatissimo inglese ci rivela ciò che tutti stavano aspettando. Final Fantasy XV sarà disponibile il 30 Settembre del 2016. I mesi che ci separano dalla release sono indubbiamente pochi se confrontati con i dieci anni di attesa con cui i fan hanno dovuto fare i conti. Tuttavia per quanto breve quest'ultimo periodo d'attesa si rivelerà certamente il più difficile da affrontare.



Platino o rame?

Uno degli annunci più piacevoli di Uncovered: Final Fantasy XV è stato certamente quello  riguardante la cosiddetta Platinum Demo. Questa breve anteprima è stata resa disponibile gratuitamente per chiunque volesse provarla, dando agli utenti l'occasione di avere un assaggio del titolo finale. Naturalmente anche noi abbiamo provato la demo, tuttavia le nostre impressioni a riguardo sono a dir poco contrastanti.
Iniziamo con il dire che la breve sequenza di gioco (completabile in mezz'ora o poco più) presente in Platinum Demo è completamente distaccata dal titolo originale, in quanto si svolge in una dimensione onirica, all'interno di un sogno di Noctis. Il principe di Lucis si presenterà con le sembianze da bambino, accompagnato dall'iconico Carbuncle. La piccola summon è stata riproposta con un design decisamente "puccioso", presentandosi come un roditore dalle orecchie molto lunghe e dal caratteristico gioiello sulla fronte. Carbuncle guiderà il giovane Noctis attraverso varie ambientazioni, tra cui foreste, laghi e città (è anche presente una stanza enorme con un Noctis minuscolo che ricorda molto quanto visto nel mondo del Paese delle Meraviglie di Kingdom Hearts). I primi momenti di gioco sono interamente deputati all'esplorazione e all'assimilazione dei comandi di movimento. Noctis si dimostrerà particolarmente agile, potendo saltare e correre con una certa naturalezza. Quasi subito noterete la presenza di piccoli cristalli gialli, i quali costituiscono un vero e proprio collezionabile, esclusivo della demo stessa. Recuperare un certo numero di cristalli permetterà di sbloccare speciali piattaforme, che se premute modificheranno l'ambientazione. Potremo così cambiare l'ora della giornata e gli effetti meteorologici, trasformare Noctis in un veicolo o in un mostro e godere dell'apparizione delle summon Leviathan e Titan. Lo scopo di queste pedane sembra essere quello di mostrare al giocatore le beltà del motore grafico utilizzato, soprattutto per quanto riguarda la fisica e il sistema di illuminazione. Graficamente parlando la demo fa la sua buona figura, tuttavia non abbiamo potuto fare a meno di notare diverse problematiche.
Il combat system si presenta piuttosto simile con quanto visto in Episode Duscae, tuttavia in questa demo viene riproposto in una forma estremamente semplificata, dove basterà semplicemente tener premuto il tasto di attacco per avere la meglio negli scontri. Questi vedranno il giovane Noctis equipaggiato di armi giocattolo confrontarsi con mostri eterei, chiama Incubi. Le cose prendono una piega diversa nel momento in cui si giunge davanti al palazzo reale, location mostrata innumerevoli volte nei trailer. In questo luogo Noctis assumerà un aspetto adulto per fronteggiare un possente Iron Gigant. Per affrontare la battaglia avremo a disposizioni due armi, una leggera e una pesante, equipaggiabili in qualsiasi momento utilizzando la croce direzionale. Novità rispetto alla demo precedente è la presenza della magia. Questa viene utilizzata con modalità simili al lancio di una granata, mostrandoci la traiettoria e il raggio di esplosione. La magia non solo utilizzerà gli MP, ma avrà anche un numero di usi limitati che dovranno essere ripristinati una volta terminati. L'uso di queste tecniche non ci è parso comodissimo, e più di una volta abbiamo mancato il bersaglio a causa del ritardo tra il lancio e l'innesco della magia stessa, tempo che il nemico può utilizzare per spostarsi. L'Iron Gigant in sé si è rivelato essere un nemico piuttosto forte, reso ostico non tanto dalla sua potenza,  ma quanto piuttosto dalla nostra inesperienza con il combat system. Abbiamo potuto vedere il possente avversario esibirsi in attacchi rapidi potenti, prese dolorose, tecniche speciali e buff che lo potenziavano. La varietà è senz'altro buona, ma il combattimento in sé ci è sembrato un po' troppo confusionario ed impreciso. Ci è capitato di non riuscire a schivare un attacco nonostante premessimo il tasto difensivo, la telecamera si è dimostrata scomoda in alcune occasioni e il frame rate ha subito dei vistosi cali nelle situazioni più concitate.
In generale possiamo dire che Platinum Demo non è esattamente il miglior biglietto da visita che Final Fantasy XV potesse mostrarci. Oltre all'ottimizzazione non perfetta il combat system al suo interno è fin troppo semplificato, cosa che ci auguriamo differisca nel titolo finale.
  • [+] Ricomparsa delle sensazioni suscitata dalle serie nel giocatore
    [+] Le novità testimoniano un notevole investimento da parte di Square Enix
    [+] Habemus datam!

Uncovered: Final Fantasy XV è stato un evento decisamente ben fatto, ricco di novità e dal ritmo serrato. La data di uscita è sicuramente stata la sorpresa maggiore (nonostante fosse stata rovinata da una fuga di notizie), ma tutto ciò che abbiamo visto ci ha trasmesso una certa fiducia. E' chiaro quanto Square Enix stia puntando su questo quindicesimo capitolo, il quale costituirà il rilancio della serie, o la sua definitiva sconfitta. Per scoprirlo dovremo attendere il 30 Settembre, data in cui Final Fantasy XV verrà finalmente reso disponibile al mondo intero. Finalmente vediamo la luce infondo al tunnel, ma non possiamo fare a meno di chiederci se ci piacerà ciò che troveremo al di là di essa.

0 COMMENTI