Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
TMNT: Mutants in Manhattan

TMNT: Mutants in Manhattan

Cowabunga!

Anteprima

PC, PS3, PS4, X360, XONE

Azione

Italiano (testi e doppiaggio)

27 maggio 2016

A cura di del
È inevitabile un pizzico di nostalgia quando ci si mette a parlare delle leggendarie Tartarughe Ninja. Nate nell’ormai distante 1984, le Teenage Mutant Ninja Turtles hanno avuto successo perché rappresentano un perfetto mix di azione ed humor. Hanno attraversato fumetti, tv (con le serie animate), cinema (film d’animazione e il recente adattamento di Michael Bay) e sono arrivate anche dentro le nostre console. 
Effettivamente, gli elementi per un videogioco ispirato ci sono tutti: personaggi memorabili e divertenti, grafica colorata e azione. Cosa dovrebbe mai andare storto? In teoria, niente; nella pratica, dopo il primo TMNT e dopo Turtles in Time, pochissimi giochi delle Tartarughe Ninja sono riusciti ad emergere dalla mediocrità. La maggior parte degli sviluppatori ha preferito puntare più sull’iconicità del nome che sulla cura del gioco. Adesso, forse, le cose potrebbero cambiare.

Eroi dentro un guscio!
Activision ha infatti presentato Teenage Mutant Ninja Turtles: Mutanti a Manhattan, un gioco action in terza persona in uscita su Xbox 360, Xbox One, Playstation 3, Playstation 4 e PC, in collaborazione con Nickelodeon e sviluppato dai Platinum Games. 
I Platinum sono dei veri esperti quando si tratta di fare giochi d’azione adrenalinici. Si parla, dopotutto, del team che ha realizzato gli ottimi Bayonetta, altri giochi action meritevoli come Metal Gear Rising e The Wonderful 101 e, inoltre, altri titoli di buon livello ispirati da serie animate: The Legend of Korra e Transformers Devastation. Proprio questi ultimi esempi ci fanno ben sperare verso la buona riuscita di questo gioco: i Platinum hanno già buona esperienza nel settore dei tie-in in stile cartoon, e ci auguriamo che si avveri la solita regola del “non c’è due senza tre”. La storia sarà curata dall’attuale autore del fumetto omonimo di IDW Comics, da cui è tratto anche lo stile grafico, Tom Waltz. Sembra proprio che vogliano rappresentare adeguatamente e con la giusta cura le tartarughe ed il loro universo. Insomma, le premesse per un gioco curato sembrano esserci tutte: se c’è uno studio che può riuscire nell’impresa di rappresentare degnamente in un videogioco le Tartarughe Ninja, siamo convinti che sia proprio quello dei Platinum Games.

È l'ora della pizza!
Data la forte ispirazione al fumetto, si capisce fin da subito la decisione di usare il cel-shading per il comparto grafico: già utilizzato per i già citati The Legend of Korra e Transformers Devastation, serve chiaramente a darci l’impressione di trovarci proprio all’interno di uno dei fumetti originali. L’idea ha funzionato per i due precedenti giochi, e ci sembra funzionare anche in quest’ultimo caso: tutto appare esattamente come se stessimo vivendo un cartone animato. I personaggi, protagonisti e nemici ci appaiono colorati e vivaci al punto giusto, così come anche le ambientazioni appaiono fedelmente ispirate, passando dalla grande New York fino alle fogne. 
Persino lo spirito delle Tartarughe Ninja sembra essere rimasto intatto: non paiono infatti aver perso il loro senso dell’humor e riescono, in più di un’occasione, a strappare un sorriso. In questo senso, quindi, rappresenta un’ulteriore garanzia il fatto che sia stato coinvolto anche l'autore del fumetto originale.
Potremo controllare tutte e 4 le tartarughe protagoniste: Leonardo, Michelangelo, Donatello e Raffaello, e avranno tutte uno stile di combattimento unico, basato sulle loro armi: Leonardo utilizzerà le sue katane, Michelangelo userà i nunchaku, Donatello il suo bastone e Raffaello i pugnali sai. Di conseguenza, possiamo aspettarci anche dei cambiamenti nelle caratteristiche dei personaggi. Possiamo presumere che Michelangelo e Raffaello punteranno sulla velocità dei colpi, Donatello sarà più lento e si baserà sulla precisione dei colpi a lunga distanza, mentre Leonardo dovrebbe essere quello più bilanciato. Potremo inoltre personalizzare i nostri eroi con delle mosse speciali chiamate “Ninjutsu”, che potranno aiutarci in momenti di difficoltà (facendo un paragone, in maniera simile a quanto avviene attualmente in Ninja Gaiden) e avremo modo di trovare altri oggetti e bonus da equipaggiare. Nel titolo verrà data inoltre la possibilità di cambiare le tartarughe durante i nostri attacchi, per poter realizzare delle spettacolari combo. 

Potere Tartaruga!
Da quello che abbiamo visto finora, sembra che il gameplay sarà adrenalinico al punto giusto, e dovremmo provare grande soddisfazione nel battere le orde di nemici e i cattivi storici della serie. Dobbiamo sottolineare poi la presenza di una campagna co-operativa online: ogni giocatore potrà prendere il controllo di una tartaruga e combattere insieme agli altri protagonisti. Saremo quindi spinti a collaborare con gli altri giocatori per la realizzazione degli attacchi a catena, in quanto a differenza della campagna singola non dovrebbe esserci la possibilità di intercambiare personaggi. Speriamo, quindi, che non ci siano problemi col netcode: se gestito bene, potrebbe essere uno dei titoli più divertenti da giocare online. Avremmo gradito anche la presenza di una co-operativa locale. Sarebbe potuto diventare un titolo perfetto per serate con amici, come lo è ancora oggi il mitico Turtles in Time. Purtroppo ci dovremo accontentare del solo online...
E' doveroso fare un'ulteriore riflessione sulla potenziale longevità del gioco: non sappiamo ancora quanto durerà effettivamente la campagna, ma siamo rimasti scottati dalla brevissima longevità di Transformers Devastation. Questo genere di giochi tende a non avere una longevità elevata, per cui non ci aspettiamo una campagna che duri decine di ore: ci auguriamo semplicemente che non sia eccessivamente corta e che ci possano essere diversi stimoli per rigiocarlo, sotto forma di contenuti sbloccabili magari.
  • [+] Combattimento unico e diversificato
    [+] Stile grafico ispirato ai fumetti
    [+] Spirito delle tartarughe intatto

Da grande appassionato delle Tartarughe Ninja mi auguro che questo possa rappresentare il grande ritorno delle testuggini mutanti su console. I Platinum Games sono una garanzia e le premesse per un ottimo gioco ci sono tutte: che sia davvero la volta buona?

0 COMMENTI