Anteprima di Dark Souls III

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PC, PS4, Xbox One
  • Genere:

     Gioco di ruolo
  • Sviluppatore:

     From Software
  • Data uscita:

     24 marzo 2016 JAP - 12 Aprile 2016 Europa
ASPETTATIVE
- Ottimo level design
- Difficoltà immutata
- Tanti stili di combattimento
A cura di (FireZdragon) del
All’E3 Hidetaka Miyazaki ce lo aveva fatto annusare, ci aveva fatto pregustare il sapore ferroso di sangue sulle lame, e la gioia di riagguantare una manciata di anime prima di spenderle al falò più vicino.
Era tutto li, davanti a noi, e una demo ci mostrava il nuovo titolo di casa Bandai Namco reclamare le maledizioni dei giocatori mentre morivano sotto i colpi dei non morti in una Lodeleth meno cupa di quanto ci si potesse aspettare.
Le nostri mani fremevano, e scalciavamo alla sola idea di strappare il pad e farlo nostro per provare quel gioco tanto atteso... non abbiamo dovuto aspettare poi molto tuttavia, perché oggi, a poco meno di due mesi dalla fiera losangelina, abbiamo toccato quella stessa demo, spingendoci molto più in là di quanto non avessero fatto i ragazzi di from software.



Bloodborne c’è
Partiamo dal principio, da quella selezione del personaggio che per questa build si divideva in due scelte: il cavaliere in armatura già visto mille volte e un guerriero nordico dotato di ascia a una mano e armatura.
Abbiamo puntato ovviamente sulla seconda opzione, anche se il gameplay, essendo strettamente legato all’arma utilizzata, non si è discostato poi molto da quanto avevamo visto in precedenza. Il nostro personaggio, ad ogni modo, aveva a disposizione uno shout speciale, perfetto per aprire la guardia dei nemici o da usare come veloce counter per i colpi leggeri.
Gli esperimenti e i giochetti con la nuova abilità sono però durati poco, perché non appena sulla nostra strada è comparso lo spadone a due mani l’abbandono della combinazione arma singola più scudo è stato praticamente istantaneo, in favore di una stance speciale del guerriero che permetteva di colpire a gran distanza e con una potenza notevole, ma anche di lanciare in aria i nemici per poi andare a segno nuovamente in volo.
Avendo il completo controllo del personaggio abbiamo tentato di seguire strade inesplorate, di percorrere viottoli non visti nella demo nella speranza di incontrare qualcosa di inedito e così è stato. L’ambientazione perde in parte la linearità di Dark Souls 2 tornando invece ad abbracciare quel complesso level design intricatissimo dei primi souls. Abbiamo visto certamente poco, ma da quanto siamo riusciti a intuire c’erano almeno quattro o cinque vie differenti per raggiungere il primo boss e un paio di falò pronti a salvarci da lunghe camminate tra i tetti infestati dopo ogni morte.
Avrete visto tutti il non morto invaso da quella misteriosa melma nera, che trasforma i posseduti in demoni degni del miglior Kentaro Miura e, ovviamente, con la nostra scorciatoia gli siamo finiti proprio in bocca, eppure questo ci ha anche permesso di scoprire che è possibile uccidere questi temibili avversari poco prima che la trasformazione abbia il sopravvento, spazzandoli via con un paio di colpi veloci.
La nostra avventura è poi proseguita passando tra le guglie del castello, schivando frecce infuocate e imboscate continue di non morti che saltavano fuori da ogni dove. L’arma che abbiamo trovato era particolarmente potente, tanto da oneshottare ogni nemico, e il ritrovamento delle doppie scimitarre non è stato motivo sufficiente per cambiare nuovamente setup anche perché con il timing lento e le rotolate contate al centimetro ci stavamo ormai facendo l’abitudine.



Camminando a zonzo per il livello ci siamo imbattuti finalmente in un nuovo nemico: un cavaliere in armatura dall’aspetto particolarmente goffo e dotato di un’alabarda che riusciva però a roteare con estrema grazia e velocità. Il pattern, anche se prevedibile, è risultato particolarmente pericoloso: oltre al classico fendente verticale e la stoccata in profondità questo nemico era in grado di roteare come una trottola devastando ogni cosa sul suo cammino e anche di evocare una tempesta di fulmini nell’area a lui circostante. Un osso davvero duro che ha richiesto un paio di tentativi prima di essere abbattuto, ricorrendo a un infame combattimento a distanza con pugnali da lancio e bombe esplosive: a mali estremi estremi rimedi.
Avremmo voluto provare anche l’arco a dire il vero, ma non abbiamo purtroppo trovato l’arma dalla distanza in nessuna delle nostre scorribande e dovremo rimandare il test al prossimo hands on. Mancava inoltre tutta la gestione dell’inventario e ancora una volta la magia è stata mantenuta segreta, elementi che potranno dare ancora più profondità ad un combat system che sembra promettere davvero bene.
Qualcosa però non ci ha ancora convinto del tutto e stiamo parlando ovviamente del comparto tecnico, di sicuro impatto ma tutt’altro che pulito, e ovviamente delle compenetrazioni poligonali, evidenti e problematiche come sempre.
Recensione Videogioco DARK SOULS III scritta da FIREZDRAGON Abbiamo provato per circa una mezz’oretta il nuovo Dark Souls III, morendo un paio di volte ed esplorando in lungo e in largo la demo alla ricerca di nuove sfide e non siamo assolutamente rimasti delusi. Il gameplay leggermente velocizzato non sembra comunque poter rovinare la perfetta alchimia vista in Dark Souls II e la grandissima varietà di stili di combattimento e stance appaga sin dai primissimi minuti di gioco.
L’hype rimane considerevolmente alto, nella speranza di vedere miglioramenti sul fronte tecnico prima della release finale.
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.