Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Hitman

Hitman

Il ritorno dell'Agente 47

Video Anteprima

PC, PS4, XONE

Azione

11 Marzo 2016 - 31 gennaio 2017 (retail)

A cura di del
La presentazione del nuovo Hitman è stata probabilmente la più striminzita a cui ci è capitato di assistere durante questo E3. Si è trattato in sostanza di due trailer, uno già visto durante la conferenza e l'altro completamente inedito, che faceva una panoramica sulle novità che ci saranno nella nuova avventura dell'Agente 47. Sebbene l'appuntamento sia durato una decina di minuti, uno degli sviluppatori di IO Interactive ha approfondito alcuni dettagli davvero niente male, che ci hanno dato un'idea ben precisa della strada che intraprenderà il nuovo episodio della serie.

Contract Killer
Sappiate innanzitutto che non è affatto un reboot, e che il titolo secco – privo di sottotitoli – è stato scelto appositamente perché è quello che meglio rappresenta la serie. I giocatori devono capire che il nome Hitman comprende al suo interno tutto ciò che il franchise ha sempre offerto, includendo le novità che questa current-gen è capace di portare con sé. L'Agente 47 avrà una quantità di approcci alle missioni davvero molto alta, e ciò è stato reso possibile in particolar modo dalla maggiore estensione delle ambientazioni, adesso del tutto simili a delle aree sandbox dove si può sperimentare liberamente coi metodi di assassinio, i travestimenti, i diversivi, gli occultamenti di cadaveri e la creatività durante le situazioni più complesse da gestire. Creatività, per l'appunto: le variabili da tenere in considerazione saranno talmente numerose che non sarà più possibile puntare su improvvisazioni fortunose, pertanto pianificare le proprie mosse risulta un'attività strettamente necessaria, se non si vuole fare puntualmente una brutta fine. Alcuni obiettivi, poi, saranno presenti nelle mappe di gioco per un tempo limitato, pertanto ci saranno dei momenti in cui bisognerà agire con assoluta determinazione, privando le proprie offensive di qualunque tipo di sbavatura. Si possono abbattere i nemici sia in modo truculento, sia senza farsi scoprire, magari proprio avvelenando un cocktail che abbiamo servito loro sotto le mentite spoglie di un barista. Bisogna inoltre essere sempre pronti a improvvisare e a non farsi prendere dal panico, perché bastano pochi istanti per trovarsi da una situazione di assoluta tranquillità a un'altra dove tutti gli NPC cominciano a essere sospettosi, allarmati e incredibilmente pericolosi, a dimostrazione del fatto che la minaccia - di qualunque entità essa sia – non può essere neutralizzata in un batter d'occhio. Si parla insomma di una fusione tra i sistemi di Hitman Absolution, e la struttura aperta apprezzata e richiesta a gran voce dai veterani dei vecchi capitoli. Un ritorno alle origini che ci rende non poco felici.
Il sicario dagli occhi di ghiaccio
Hitman arriverà l'8 dicembre inizialmente in versione digitale, ma dopo la sua uscita il titolo verrà arricchito con nuovi contenuti aggiuntivi. La volontà degli sviluppatori è in sostanza quella di allungare la vita del prodotto con nuove espansioni, e questo è molto apprezzabile soprattutto per chi ha adorato determinate tipologie di missioni, che arriveranno a cadenza regolare fin quando i fan continueranno a sostenere il titolo. Probabilmente non ci saranno meccaniche di gioco che sconvolgeranno per sempre la serie o il genere di appartenenza, ma è chiaro che l'intenzione è quella di affinare quanto di buono si sia visto in tutti questi anni di onorata carriera da sicario. Le aree sono state ampliate in modo significativo, le possibilità di approccio alle missioni anche, l'intelligenza artificiale è dinamica e varia da personaggio a personaggio, la capacità di saper improvvisare giocherà un ruolo fondamentale nell'economia di gioco, e l'espansione del concept di base renderà più complesse delle meccaniche ormai ben più che rodate. Sebbene la presentazione sia stata davvero molto avara di rivelazioni, le parole di IO- Interactive sono state molto più rassicuranti e interessanti di qualunque altro filmato o missione preparata a tavolino per essere mostrata all'evento. Lo sviluppatore spiegava perché adesso ci saranno meno limitazioni e perché gli utenti potranno dormire sonni tranquilli. E noi ci fidiamo. Nonostante la serie non sia mai stata incredibile a livello tecnico, la passione di questi ragazzi è davvero tanta e i contenuti sono sempre stati di buona qualità, senza dimenticare che le meccaniche stealth, unite a missioni sempre divertenti e stimolanti, hanno da sempre creato una commistione di elementi che insieme si sposano benissimo.
  • [+] Tantissime scelte a disposizione del giocatore
    [+] Mondo di gioco molto più grande, praticamente un sandbox
    [+] Molti contenuti gratuiti arriveranno dopo l'uscita

Come molti altri seguiti mostrati durante questo E3, anche il nuovo Hitman risponde ai taciti dettami imposti dal "bigger, better and more badass". La formula di gioco rimarrà sostanzialmente la medesima, ma le modalità di approccio alle missioni, la grandezza delle location e un'IA meglio strutturata permetteranno agli sviluppatori di creare il titolo che avrebbero sempre voluto mostrare con orgoglio agli utenti, ma che non ha mai potuto vedere la luce per via delle forti limitazioni hardware.

0 COMMENTI