Conferenza EA


Replica della conferenza:



Recap della conferenza:

Dopo la conferenza Microsoft che ci ha riservato annunci roboanti, tante sorprese e inaspettate esclusive di peso, è arrivato il turno di Electronic Arts. Il colosso di Redwood, dopo essersi fatto scappare un succoso video di ben sette minuti sul nuovo capitolo dedicato alla serie Battlefield, con ogni probabilità quello che avrebbe dovuto essere il piatto forte della conference, ha cercato di tenere alta l’attenzione della platea e del pubblico a casa con un parco titoli variegato e dai nomi importanti, partendo dagli sportivi annuali, fino ad arrivare agli attesissimi Dragon Age: Inquisition e Mirror’s Edge 2, di cui però abbiamo avuto solamente un piccolo assaggio. Nel mentre abbiamo anche avuto conferma dei nuovi progetti su cui sono al lavoro Bioware e Criterion, ma nel complesso l’intera ora di conferenza si è rivelata piuttosto piatta e priva di picchi di reale interesse.

Nomi forti, ma poche informazioni
La conferenza si apre subito col botto: un trailer inedito conferma l’uscita di Star Wars: Battlefront per la primavera del prossimo anno. Purtroppo, oltre alla data di uscita, null’altro è stato detto sul titolo, lasciando con l’acquolina in bocca tutti i fan dello strepitoso universo fantascientifico di George Lucas. Spazio quindi a Dragon Age: Inquisition già visto alla conferenza Microsoft ma del quale abbiamo sempre fame di dettagli. Bioware sembra aver messo giù l’artiglieria pesante, con un comparto grafico che si conferma di primissimo livello e un universo di gioco carico di fascino e di sicuro interesse. Ad accompagnare il filmato di presentazione, sul palco si è esibita un'abile violoncellista, che ha deliziato la platea con le soavi note del main theme del titolo. La fama e il talento degli scrittori Bioware ormai assodate, e dopo un secondo capitolo deludente sia sul fronte del gameplay che su quello narrativo, tutto il team di sviluppo è pronto per l’ingresso in grande stile nella next gen. Nel filmato dimostrativo si sono susseguite un’ampia varietà di ambientazioni da montagne innevate a paesaggi desertici, tutte caratterizzate da un’ottima cura nella realizzazione e da orizzonti visivi ampi e dettagliati. Durante gli scontri, sarà possibile approcciare la battaglia in solitaria oppure dando disposizioni ai singoli membri del party, tutti caratterizzati da un ruolo ben preciso e con un background tutto da scoprire. La data di uscita, infine, è fissata per il prossimo 7 ottobre.
A seguire ha trovato spazio un’altro peso massimo della scuderia di Electronic Arts, ovvero la saga di Mass Effect. Grazie un video incentrato interamente sugli sviluppatori, abbiamo avuto la certezza che, mentre erano al lavoro sul concept del nuovo capitolo legato alla saga di Shepard, i programmatori di Bioware hanno successivamente spostato l’attenzione sul concept di una nuova IP di cui non hanno ancora rivelato nulla. I propositi però sono chiari fin da subito: creare un titolo next gen con una storia dalla narrativa profonda e curata, ambientato in un mondo vasto, vivo e interattivo. Spazio sul palco anche per il nuovo capitolo della celeberrima saga The Sims, popolarissima soprattutto tra l’utenza più casual, in arrivo il 2 settembre 2014. Il terzo capitolo promette un editor estremamente performante e versatile, in grado di aggiungere alla personalizzazione grafica tutta una serie di opzioni volte soprattutto a dare maggior profondità alla parte più emotiva dei Sim. Sarà infatti possibile intervenire sui principali tratti della personalità, il tutto indirizzato a rendere più realistica l’interazione tra i vari personaggi poligonali.

Tanto sport e zero novità
Com’era ampiamente pronosticabile, una buon fetta della conferenza è stata dedicata ai titoli sportivi, sempre presenti nella line up annuale di EA. Tra i titoli presenti sono stati mostrati NHL 15, il primo della serie ad approdare sulle nuove console forte delle potenzialità dell’Ignite Engine, Madden 2015 e FIFA 15, di cui abbiamo pubblicato un corposo provato proprio in concomitanza con la fine della conferenza. All’appello è mancato solamente NBA Live 15, nuovo capitolo di una serie che ha avuto parecchi problemi con il rilancio e di cui speravamo di vedere un netto passo in avanti in termini di resa grafica e giocabilità. Purtroppo non se n’è parlato, quindi non ci resta che incrociare le dita nella speranza che gli sviluppatori siano riusciti a trovare la quadratura del cerchio confezionando un’esperienza degna di essere giocata, nonostante il probabilissimo gap con la strepitosa iterazione targata 2K Games. Per la primavera 2015 è stato anche annunciato il nuovo PGA Tour, che ha perso il nome di Tiger Woods dal titolo, ma sembra aver mantenuto la ricchezza simulativa dei precedenti capitoli. Ultimo della lista, EA Sport UFC, picchiaduro incentrato sul famosissimo Ultimate Fighting Championship in grado di impressionarci positivamente fin dal primo contatto pad alla mano, grazie a un comparto tecnico da urlo e un gameplay profondo ed estremamente gratificante. Il titolo è in uscita nei negozi fra una decina di giorni, ma se siete particolarmente curiosi in merito, potete rifarvi alla nostra recentissima videoanteprima.
Un piccolo spazio se l’è ritagliato anche Dawngate, MOBA caratterizzato da mappe che presentano solamente due line e una vasta giungla, ma che non sembra presentare un carattere distintivo abbastanza forte da differenziarsi dai colossi League of Legends e Dota 2. Grande interesse anche per il nuovo titolo Criterion, che è stato confermato in lavorazione e mostrato in una build preliminare molto arretrata. Non sappiamo nulla a riguardo, né il titolo né tantomeno la data di uscita, ma sembra essere un simulatore di sport estremi nel quale possiamo utilizzare quad, moto da cross, elicotteri, motoscafi e altri veicoli con i quali esibirsi in acrobazie dall’alto tasso di spettacolarità. Discorso analogo per Mirror’s Edge 2, che sappiamo essere in sviluppo ma del quale non abbiamo visto nulla di definitivo. Le scene prototipo mostrate in conferenza confermano un titolo molto bello esteticamente, che mantiene intatta la velocità e la fluidità del capitolo precedente.
Ultimo, Battlefield: Headline titolo chiacchieratissimo nelle ultime settimane vista la possente fuga di notizie che ne ha caratterizzato l’avvicinamento all’E3. Sviluppato da Visceral Games, Headline mette al centro dell’azione lo scontro tra ladri e poliziotti ambientato tra i grattaceli e le autostrade di Los Angeles. Su tutti spiccano la distruttibilità dello scenario, l’utilizzo dei veicoli e l’ottima resa grafica, tutti aspetti particolarmente cari agli amanti del brand Battlefield. Da quanto visto durante la conferenza, anche questo spin off farà uso dell’Evolution per creare scene scriptate spettacolari, che ci auguriamo non influenzino negativamente l’intera esperienza di gioco con un gameplay troppo guidato e poca libertà d’azione.

Tirando le somme, la conferenza di Electronic Arts all’E3 2014 è stata un tantino deludente. Al di là dei numerosi titoli sportivi che ci aspettavamo, sono mancati annunci importanti sia in termini di nuove proprietà intellettuali, sia in termini di informazioni su progetti già annunciati, ma ancora avvolti da una pesante coltre di mistero. In particolare, ci sarebbe piaciuto sapere il nome del nuovo progetto di Bioware, così come vedere delle scene di giocato di Mirror’s Edge 2 e del nuovo Star Wars.

LIVE REDAZIONALI



MARTEDÌ

15:00 Star Wars Battlefront: Scarif

MERCOLEDÌ

15:00 Q & A - Domande e Risposte dalla redazione


 
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
In caso di problemi nella visualizzazione della chat è possibile seguire il Live direttamente su Twitch
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.