Speciale Call of Duty: Ghosts

A cura di (FireZdragon) del
Dopo i recenti campionati nazionali di Call of Duty: Ghosts è giunto finalmente il tempo per i Sublime di dimostrare che anche in europa gli italiani possono dire la loro.
Il torneo nostrano organizzato da Personal Gamer li ha infatti visti giungere sullo scalino più alto del podio senza grossi problemi e la conferma delle loro qualità è arrivata come da aspettative durante la COD European Championship 2014.
Siamo volati a Londra per seguirli da vicino, per respirare l’aria competitiva dello shooter targato Activision e dare un’occhiata a come l’intera industry si stia muovendo nel campo degli e-sports.
Ad ospitare il torneo è la prestigiosa cornice del Twickenham Stadium a soli venti minuti dal centro della capitale britannica, un contesto incredibilmente di valore per una competizione che ahinoi è rimasta chiusa al pubblico.



L’ottimo sapore della competizione
Ben ventisei i team giunti da tutta Europa per sfidarsi oggi e guadagnare di diritto l’accesso alle finali mondiali che si terranno a Los Angeles a fine marzo e che metteranno in palio un montepremi dei ben un milione di dollarozzi sonanti.
Prima di poter anche solo pensare di poter appoggiare un piede sull’aereo che li porterà negli Stati Uniti, i giocatori dovranno tirare fuori tutte le loro skill per abbattere gli avversari, altrettanto agguerriti e determinati a tagliare questo importantissimo traguardo.
La struttura del torneo è quella classica e rodata della COD Championship e sfrutta una combinazione interessante per mantenere sempre alta l’attenzione di tutte le nazioni coinvolte, mostrare su schermo sempre buoni match e comunque far uscire vincitore il team più forte in assoluto.
I ventisei team giunti a Londra per disputare il torneo sono stati così divisi per nazionalità e il primo scontro di questa serie di qualificazioni vedrà proprio battagliarsi proprio i due migliori team di ogni regione.
Vincere la prima partita è quindi fondamentale perché già da quella si potrà capire chi prenderà il volo e chi invece, rattristato per la sconfitta, arrotolerà il cavo al pad e dovrà tentarci il prossimo anno.
La costruzione del palco quest’anno ha subito un netto miglioramento rispetto a quanto visto dodici mesi fa a Colonia nella ESL Tower. Ogni team ha ora le proprie postazioni dedicate, isolati completamente dal commento dei caster, dalle grida e incitazioni del pubblico e ovviamente è impossibilitato a vedere i monitor del team avversario. I gabbiotti costruiti per l'occasione sono stati un’idea grandiosa a nostro modo di vedere e in un titolo come Ghost, dove anche solo intuire un ordine del team avversario porterebbe ad avere un vantaggio netto, questa soluzione si è davvero rivelata perfetta.
Alle loro spalle come se non bastasse due ulteriori arbitri e aiuto regia per una regolarità che non lascia spiraglio alla minima polemica. Ci teniamo a sottolinearlo perché più di una volta i tornei sono stati strutturati con un po’ troppa leggerezza. Fortunatamente non è questo il caso.
Il palco rialzato, otto monitor dedicati esclusivamente ai players e alle loro giocate e tre megaschermi completano il tutto con il commento dei caster, siti proprio al centro, a rendere perfetta, o quasi, l’atmosfera.
Un peccato quindi che come dicevamo inizialmente manchi il calore del pubblico sugli spalti, un po’ vuoti a dire il vero vista l a presenza dei soli giocatori e accompagnatori.
Una decisione questa che speriamo venga rivista in futuro, sicuramente più difficile da gestire in termini organizzativi ma incredibilmente più di effetto per mostrare l’interesse che le persone hanno verso gli e-sports: League of Legends da questo punto di vista è ancora una spanna sopra a tutti.
Ultima nota di rammarico per il ritardo di un paio d’ore rispetto alla schedule programmata, un’evento così importante non può assolutamente permettersi tali leggerezze.



Anarchy vs Sublime
Molti dei ragazzi dei Sublime hanno già fatto vedere di che pasta sono fatti, non parliamo solo del torneo Personal game citato inizialmente ma delle qualifier del 2013. Ko1gaa e Pow3r hanno già partecipato a scontri di questa portata e la pressione su di loro sembra essere nettamente inferiore rispetto a quella vista sul volto degli avversari. Il primo match con gli Anarchy infatti palesa questa impressione e i Sublime passano letteralmente senza problemi sui loro avversari. il secondo round lascia intravedere voglia di riscatto da parte del team anarchy ma ancora una volta i sublime riescono a spuntarla e ad arrivare al terzo round con un vantaggio notevole da gestire. La partita è a senso unico e il 3 a 0 finale non ci sembra eccessivamente punitivo per il team avversario. Ad eccezioni di qualche raro momento di gioco non c’è mai stata partita e la vittoria arriva rispettando tutte le previsioni.
I sublime staccano dunque il biglietto per L.A. e si preparano alla giornata di domani dove tutti i team vincitori si affronteranno per decretare il campione delle European Championship 2014 e portarsi a casa il premio finale Ovviamente noi saremo qui a seguire l’evento, lo streaming sarà sempre attivo su queste pagine e in serata arriverà il reca finale. Restate con noi per non perdervi nemmeno un minuto!

Qui sotto potrete seguire tutte le finali della COD Championship 2014 in diretta!


Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2017 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967
Spaziogames.it utilizza i cookie per assicurarti la miglior esperienza di navigazione. Se desideri maggiori informazioni sui cookie e su come controllarne l'abilitazione con le impostazioni del browser accedi alla nostra Cookie Policy.