Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
Final Fantasy X/X-2 HD Remaster

Final Fantasy X/X-2 HD Remaster

Oy Tidus, ti trovo ringiovanito!

Provato

PS3, PSVITA

Gioco di ruolo

26 Dicembre 2013 (JP) - 18 Marzo 2014 (PS3-US) - 21 Marzo 2014 (PS3/Vita-EU) - 12 maggio 2015 USA (PS4) - 15 maggio 2015 PS4 (EU) - 12 maggio 2016 PC

A cura di del
Ve li ricordate i tempi in cui l’annuncio di un Final Fantasy smuoveva le montagne? Erano begli anni, prima del disastro economico di Spirits Within e della partenza di Sakaguchi dalla compagnia. Anni in cui un amante dei giochi di ruolo nel 90% dei casi conosceva solo i Final Fantasy tra i molteplici jrpg, le altre chicche appartenenti al mercato nipponico rappresentavano ancora una nicchia per pochi appassionati, e tutto ciò che Square faceva sembrava meraviglioso. L’ultimo “grande” Final Fantasy, secondo molti, fu il decimo capitolo, un’avventura spettacolare e ricca di trovate brillanti, che convinse più o meno tutti pur rivoltando un po’ la formula che tanto i fan avevano adorato fino a quel momento. Da lì in poi, caduta libera: tra videogiocatori in crescita esponenziale e sempre più irritabili, errori di percorso, ed esperimenti non propriamente riusciti, con Final Fantasy XIII e l’iniziale patatrac del XIV Square ha perso molto del supporto di cui godeva in passato, al punto che ora i suoi reveal vengono visti con sospetto, più che trepidazione. 
Inamovibili, comunque hanno voluto portare a termine la Fabula Nova Crystallis, il complicatissimo background narrativo attorno a cui ruotano tutti gli ultimi Final Fantasy e, dopo averci messo una discreta pezza con il XIII-2, ora gli sviluppatori sono finalmente pronti a passare oltre, concludendo la trilogia e preparandosi all’arrivo dell’attesissimo quindicesimo episodio su next gen. Fino ad allora, però, c’è da tener buoni i fan, e quale modo migliore di farlo se non riportare nelle case una riedizione HD dell’ultimo Final Fantasy apprezzato all’unanimità? 
Negli uffici di Koch Media, a Milano, abbiamo potuto provare una demo di questa riedizione, e oggi cercheremo di chiarire cosa dovete aspettarvi dal ritorno di Tidus e compagnia bella.

Blitzball is back
Precisiamo subito una cosa, queste versioni HD di Final Fantasy X e del suo seguito non sono state affidate a un team esterno, bensì a uno dei team primari di Square, allo scopo di creare una collection HD di una certa qualità. Il colpo d’occhio, in effetti, sorprende a tratti, grazie a un leggero rimodellamento dei modelli tridimensionali dei protagonisti (solo leggero, poiché questi erano già più dettagliati del previsto nel lontano 2001) e a un ritocco sensibile delle texture, ora molto più definite. Giocare a un titolo storico come questo fa un certo effetto dopo tutto questo tempo, ma è apprezzabile notare come a Square abbiano tentato di rinfrescare la grafica quel tanto che basta a non farla apparire troppo datata.
Solo un piccolo problema, lo stacco tra i modelli principali, che nella versione base davano la paga a qualunque altro personaggio o mostro presente nel gioco, si è fatto ancora più netto dopo il ritocco, e vedere un Tidus finemente modellato di fianco a un qualunque abitante di un villaggio (composto da una manciata di poligoni) ha un effetto strano. Aggiungete le animazioni legnosette, e il fatto che il labiale dei personaggi corrisponde solo limitatamente al parlato, e vi renderete conto all’istante dei passi da gigante che i videogame hanno fatto tecnicamente nell’ultimo decennio.

Poco male, ad ogni modo. Non ci vuole molto a passare sopra agli sfondi con sprite bidimensionali e agli npc cubettosi, perché siamo pur sempre davanti a uno dei Final Fantasy più appassionanti della storia. Il gameplay è rimasto fondamentalmente invariato, e la versione rimasterizzata è la International Edition, quella arrivata in Europa con tutte le strade della Sferografia disponibili e una masnada di boss aggiuntivi. 
Non ci sono contenuti realmente “nuovi”, ma difficile lamentarsene visto il numero di Dark Aeon e la loro difficoltà. Per completare del tutto il decimo Final Fantasy ci vogliono tante, tantissime ore, e missioni extra non erano realmente necessarie.
Il bisogno di contenuti scompare ancor di più quando si considera la presenza di Final Fantasy X-2 nel pacchetto. Sì, lo sappiamo, molte persone questo seguito diretto se lo vogliono dimenticare e lo considerano una mezza bestemmia. Non hanno tutti i torti, ma il titolo aveva più di una buona idea e il suo remaster dovrebbe essere ancor più affinato di quello del predecessore. Peraltro in questo caso di nuovi contenuti ce ne sono, visto che la versione è quella esclusiva per il Giappone con tanto di Last Mission, e vanta un nuovo dungeon, nuove dressphere, un colosseo e un sistema di creazione mostri.
Tanta roba, ulteriormente nobilitata da cutscene in cg rinnovate e ancora belle da vedere, e da molteplici tracce audio migliorate. Abbiamo notato dei sottotitoli ancora grezzi e piuttosto sfasati, ma era semplicemente una versione demo, e siamo abbastanza sicuri che la cosa verrà risolta nel prodotto completo.
  • [+] Contiene le versioni International complete di FInal Fantasy X e del X2
    [+] Riedizione interna a Square, che sembra ritoccata a dovere

Non c'è molto da dire ragazzi, Final Fantasy X sta tornando nelle case, e si è portato dietro anche il suo problematico figlioccio. Abbiamo potuto provare per poco la riedizione HD del titolo, ma ci è parsa ben fatta, e nobilitata dalla presenza di tutti i contenuti delle versioni nipponiche dei due giochi. Se volete rivivere l'ultima grande era della serie, nella speranza che il XV riporti Square agli antichi fasti, forse è il caso di tenere d'occhio questa collection.

0 COMMENTI