Recensione di Girl Fight

Copertina Videogioco
  • Piattaforme:

     PS3, Xbox 360
  • Genere:

     Picchiaduro
  • Sviluppatore:

     Kung Fu Factory
  • Data uscita:

     TBA
3.5
Voto lettori:
8.5
- Graficamente non è orrido - Una brutta scopiazzatura del Triangle System di Dead or Alive
- Pessimi impatti, pessima gestione delle hitbox, pessimo sistema di combattimento
- Poche combattenti, poche arene, e tutto poco ispirato
Loading the player ...
A cura di Aligi Comandini (Pregianza) del
Ci sono titoli che superano la concezione materialistica del prodotto gioco, sfoghi mentali di fulgida inventiva, concretizzazioni ludiche dell’animo umano, poesia interattiva, la supercazzola come se fosse Antani, e così via. Avete voglia di prenderci a martellate sui denti dopo questo inizio? Magnifico, perché oggi si parla di poppe. 
Per l’esattezza parliamo di Girl Fight, un gioco davanti al quale si può dire e pensare solo ed esclusivamente una cosa: “ma perché?!?”. 
Sviluppato da Kung Fu Factory, software house indipendente con alle spalle titoli non propriamente brillantissimi quali Spartacus Legends e Supremacy MMA, Girl Fight ha il potenziale per essere uno dei meno ispirati, meno curati, e meno sensati picchiaduro della storia. Dopo aver menato procaci donzelle controvoglia per qualche ora, è il caso di svelare per quale motivo troneggia una bocciatura senza appello in cima alla review di questo fighting game tridimensionale. 


Donne, senza gonne
La premessa di Girl Fight è fievole quanto il suo gameplay, di cui avremo di che discutere in seguito. Intanto voi sappiate che tutto si svolge in una realtà virtuale, dove una potente corporazione ha inserito forzatamente otto donne dotate di poteri psichici. Per liberarsi dallo stato di animazione sospesa in cui si trovano, le formose combattenti dovranno darsele di santa ragione, e dimostrare di essere le guerriere più forti del pianeta sconfiggendo l’IA che governa il tutto (che chiaramente ha pensato bene di prendere a sua volta la forma di una modella con un completino aderente, ci pare sacrosanto). Dire che c’è una “trama” nel gioco ci pare una mezza bestemmia, considerando che gli eventi sono narrati tramite brevi frasi tra un incontro e l’altro, e non ci sono filmati d’intermezzo dedicati alle guerriere degni di questo nome. E’ quasi paradossale che sia stato dedicato del tempo per creare dei background attorno alle ragazze del roster, visto che non solo la storia di fondo non è interessante, ma anche la caratterizzazione delle protagoniste lascia a dir poco a desiderare, scadendo praticamente in ogni caso nella banalità. 
Se non l’aveste colto dalla “solidissima” base narrativa appena descritta, in Girl Fight il roster è composto da “ben” otto poppute maestre di arti marziali, che si riempiranno di mazzate in una serie di blande arene dove l’unica cosa su di giri è il motore fisico legato alle forme femminili. 


Già, perché mentre il silicone sballonzolerà con veemenza, gli impatti saranno pessimi e mal calcolati per praticamente ogni altro colpo. Le hitbox delle combattenti sono imprecise e poco chiare, cosa che garantisce di schivare certi attacchi con movenze che semplicemente non dovrebbero permetterlo, è assente qualunque forma di juggling aereo, gli impatti più significativi si limitano a scagliare l’avversario a distanza, e le combinazioni hanno scarsa varietà quando si tratta di tempo di stordimento e velocità degli attacchi, struttura che forza a usare sì e no una manciata di serie efficaci per ogni eroina.
La volontà degli sviluppatori è cristallina da subito: i Kung Fu Factory hanno pensato bene di sviluppare un clone low cost di Dead or Alive, puntando sulle rotondità femminili per guadagnarsi qualche fan in più. Peccato che la clonazione non sia spudorata solo nella formula, ma anche nel sistema di combattimento, una scopiazzatura mal fatta del Triangle System già visto nella saga di Team Ninja. 
Tutto si struttura in colpi, parate e contromosse, e prese. Gli attacchi più efficaci possono sbilanciare un avversario, rendendolo incapace di agire e vulnerabile a serie aggiuntive, ma durante lo stordimento è possibile usare counter alti e bassi per ribaltare la situazione, mentre l’uso delle prese porta ad essere vulnerabili a pugni e calci e in vantaggio sui counter. Esattamente lo stesso sistema dei DoA, non fosse per il fatto che, mentre l’opera Team Ninja si è sensibilmente evoluta nell’ultimo capitolo, aggiungendo combattenti estremamente variegati, un sistema di counter nettamente più complesso e meno permissivo, e un generale ampiamento di tecniche e meccaniche, Girl Fight presenta un combat system che è con ogni probabilità peggiore di quello del primissimo Dead or Alive, con counter facili da usare e contrastare, mosse e guerrieri davvero poco ispirati, e una legnosità di fondo evidentissima. 


Guarda che due poteri psichici ha quella!
C’è praticamente solo una buona idea, ovviamente applicata male. I poteri Psi. 
Ad ogni ragazza del roster, prima della battaglia, è concesso di scegliere due abilità in una lunga lista sbloccabile con i punti ottenuti vincendo gli scontri, che potranno venir facilmente attivate una volta caricata una barra extra sotto ai punti vita a forza di botte. Si va da passive che aumentano attacco e difesa, a colpi energetici extra molto dannosi, tutti poteri che vantano peraltro varianti potenziate dagli effetti diversificati e dal costo aumentato. Se applicata con criterio, tale trovata avrebbe potuto donare un po’ di necessaria varietà al sistema di Girl Fight, invece gli sviluppatori hanno buttato abilità a casaccio nella lista, alcune utilissime e altre praticamente insignificanti se paragonate alle migliori. L’unica cosa stramba è che il bilanciamento delle lottatrici è paradossalmente passabile se non si prendono in considerazione i poteri psi, forse proprio a causa della scarsa variazione dei loro moveset e della pessima fisica dei colpi. Se affrontare i combattimenti offerti dal gioco non fosse tedioso e quasi irritante, sarebbe una qualità da non sottovalutare.
Dopo cotanto elogio non vi aspetterete certo molte modalità, nevvero? Bravi, perché nel lavoro di Kung Fu Factory non c’è nulla a parte un arcade mode, un versus mode e basilari sfide online, classificate o del giocatore. Per allungare il brodo gli sviluppatori hanno inserito documenti sbloccabili legati al background delle combattenti (che, come detto nel primo paragrafo, non vi interesseranno), e una serie di Artwork sexy sbloccabili. Davvero non abbastanza per risollevare un prodotto che ha già praticamente trovato il petrolio da quanto è andato a fondo. 
Tecnicamente, almeno, non siamo su livelli poi così indecenti. Le arene sono scarne e poco ispirate, ma la grafica cel shading del gioco si lascia guardare, e i modelli delle lottatrici sono discreti. Non si può dire lo stesso delle animazioni, tanto legnose quanto il sistema di combattimento, e della colonna sonora, un misto indefinito di dubstep, elettronica e note a caso che non ricorderete. 
Recensione Videogioco GIRL FIGHT scritta da PREGIANZA Dimenticatisi probabilmente del fatto che la rete è composta al 90% da siti pornografici facilmente raggiungibili, i ragazzi di Kung Fu Factory hanno pensato di potersi accaparrare qualche amante dei fighting game creando un pessimo clone di Dead or Alive incentrato su otto prosperose ragazze in abiti succinti. Peccato che un appassionato di picchiaduro da Girl Fight potrebbe ottenere al massimo un'orticaria, vista la lista infinita di difetti e pessime scelte di game design che il gioco si porta dietro. Questo NON è un buon picchiaduro, NON è una parodia, e NON è un titolo che dovreste prendere minimamente in considerazione, persino se non potete fare a meno di fissare sfere ballonzolanti. Siamo semplicemente davanti a un gioco pessimo, e non c’è molto altro da dire.
Appuntamenti LIVE e Video Rubriche
Scrivi un commento
Per commentare occorre essere utenti registrati.
Se non hai un account clicca qui per registrarti oppure clicca qui per il login.
    Numero commenti: 34
  • Pigui
    Livello: 4
    249
    Post: 96
    Mi piace 3 Non mi piace 0
    E' il classico gioco da regalare per dispetto a qualcuno poco simpatico che ti invita al suo compleanno!
  • Kiba-San
    Livello: 0
    44
    Post: 8
    Mi piace 0 Non mi piace 0
    numero di telefono della ragazza in home?? ok mi basta lì'ID
  • Tiziano91
    Livello: 8
    1429
    Post: 293
    Mi piace 2 Non mi piace -1
    "vento in poppe" direi XD
  • FDD
    Livello: 4
    1658
    Post: 292
    Mi piace 6 Non mi piace 0
    ...però l'immagine nella home merita u.u
  • SasoryHollow
    Livello: 2
    -13
    Post: 146
    Mi piace 1 Non mi piace -8
    Originariamente scritto da ravenna
    Molti adesso lo stroncano, ma se questo gioco fosse uscito negli anni '90, quando parecchi dei detrattori più attempati erano in piena tempesta ormonale e spopolava colpo grosso, sarebbe stato considerato un capolavoro! .. ..Peccato solo che sono passati oltre 20 anni.


    Peccato che siamo nel 2013
  • Martin_15
    Livello: 4
    615
    Post: 105
    Mi piace 7 Non mi piace -2
    Aspetto con ansia la videorecensione! XD
  • MARBAS
    Livello: 5
    14368
    Post: 2080
    Mi piace 13 Non mi piace -2
    Questa è la prova che le tette servono a poco se manca tutto il resto.
  • Nunzio-87
    Livello: 3
    2571
    Post: 511
    Mi piace 5 Non mi piace -1
    Manco la presenza della patata è stata risaltata nei pro: si vede che son tutte obrobbi...
  • ravenna
    Livello: 6
    7953
    Post: 1907
    Mi piace 8 Non mi piace -5
    Molti adesso lo stroncano, ma se questo gioco fosse uscito negli anni '90, quando parecchi dei detrattori più attempati erano in piena tempesta ormonale e spopolava colpo grosso, sarebbe stato considerato un capolavoro! .. ..Peccato solo che sono passati oltre 20 anni.
  • Pregianza
    Redattore
    Mi piace 11 Non mi piace 0
    Originariamente scritto da Forla
    Quando stronca, stronca durissimo, no mercy Pregianza!


    Ogni tanto ce vò XD
  • Forla
    Livello: 3
    567
    Post: 125
    Mi piace 10 Non mi piace 0
    Quando stronca, stronca durissimo, no mercy Pregianza!
  • scavenger1482
    Livello: 3
    1178
    Post: 169
    Mi piace 7 Non mi piace -1
    Il commento finale è da oscar. Grande Pregianza.
  • Kernas
    Livello: 0
    5
    Post: 2
    Mi piace 4 Non mi piace -2
    Originariamente scritto da TheOnlyandUnique
    3,5? Io gli avrei dato 1,5...
    Comunque, è in assoluto il picchiaduro peggiore dell'anno xD Forse Double Dragon 2 è anche meglio xD


    No, dai.
    Il mezzo punto in più rispetto a Pacific Rim ci voleva, per almeno un paio di motivi.
    xD
  • TheOnlyan...
    Livello: 4
    2827
    Post: 790
    Mi piace 5 Non mi piace -1
    3,5? Io gli avrei dato 1,5...
    Comunque, è in assoluto il picchiaduro peggiore dell'anno xD Forse Double Dragon 2 è anche meglio xD
  • Stefano_96
    Livello: 5
    3008
    Post: 382
    Mi piace 15 Non mi piace 0
    Ciò che non hanno capito gli sviluppatori è che Dead or Alive oltre alle poppe ha pure un buon gameplay.
caricamento in corso...
SCREENSHOTS
SpazioGames.it - Testata giornalistica registrata presso il Tribunale di Monza dal 22/02/2008 con autorizzazione n.1907
© 1999 - 2012 GALBIT SRL TUTTI I DIRITTI RISERVATI - P.IVA 07051200967