Questo sito si avvale di cookie per le finalità illustrate nella privacy policy. Effettuando un'azione di scroll o chiudendo questo banner, presti il consenso all'uso dei cookie OK
CM Storm Recon

CM Storm Recon

Preciso e versatile

Recensione
A cura di del
Fedele compagno di tutti i giocatori PC, il mouse è una delle periferiche più soggettive a disposizione di ogni gamer. Le forme, le dimensioni e le possibilità di personalizzazione abbondano, e talvolta trovare un mouse adatto alle proprie esigenze non è proprio una passeggiata. Oltre ai modelli super economici, adatti perlopiù a chi il computer lo usa alla bisogna, c’è uno sconfinato mondo di periferiche più o meno costose dedicate ai videogiocatori più accaniti, sia che si dedichino a frenetici fps, sia che spendano il loro tempo con le gilde degli mmo o i propri compagni in un’arena del moba di turno. Molto spesso però, la discriminante che guida l’acquisto riguarda il prezzo, e si è costretti inevitabilmente a scendere a compromessi. A questo proposito Cooler Master ha aggiunto alla sua linea di prodotti dedicati al gaming il mouse CM Storm Recon, periferica dal prezzo interessante e dalle prestazioni più che soddisfacenti.



Un mouse per tutti
Disponibile in colorazione nera o bianca, il Cm Storm Recon è giunto in redazione all’interno della sua confezione cartonata, saldamente sigillata. L’imballo in plastica permette al mouse di far bella mostra di sé già dalla confezione, e ad accompagnarlo nello spacchettamento abbiamo trovato i sempre presenti foglietti sulla garanzia e una quick start guide di poche pagine. Seguendo una tendenza sempre più imperante, non era presente alcun dvd con driver e software di sorta, ma la configurazione è avvenuta automaticamente sia su Windows XP/Vista, che su Windows 7 e 8, rendendo il mouse pronto all’uso in pochissimi secondi. Tuttavia raccomandiamo di scaricare comunque il software dedicato dal sito CM Storm in modo da avere accesso alla regolazione manuale dei DPI e alla personalizzazione di tutti i tasti a disposizione.
Al primo contatto, il feeling con il mouse è ottimo. Grazie all'impugnatura ergonomica studiata appositamente per destrorsi e un piacevole rivestimento gommato, il Recon si adatta a qualunque tipo di impugnatura e offre un grip saldo anche durante lunghe sessioni di gioco. Sull'estremità superiore troviamo il cavo USB gommato con terminazione in oro, che grazie alla più che sufficiente lunghezza di centottanta centimetri consente di effettuare i dovuti spostamenti senza problemi di sorta.
Oltre ai due tasti frontali, alla base della rotella sono presenti altri due tasti per regolare la sensibilità e quattro tasti laterali, due per lato, che rendono il mouse perfettamente simmetrico nella forma e utilizzabile senza alcun problema anche dai mancini. A rendere il design più accattivante, la rotella e il logo alla base dell’impugnatura sono illuminati in tre colorazioni (rosso, blu e verde) ognuna corrispondente ad una differente regolazione dei DPI configurabili a piacere grazie al software dedicato. Nella parte inferiore, i cinque piedini rendono il mouse perfettamente scorrevole su ogni superficie e il laser posto esattamente al centro della struttura rende la periferica reattiva e molto precisa.



Adatto ad ogni occasione
Come detto, per accedere alle regolazioni del mouse è necessario scaricare il software dal sito CM Storm, molto intuitivo e semplice da utilizzare. Partendo da una panoramica dei tasti a disposizione, il programma ci permette di personalizzare o disattivare ogni singolo input, assegnando ad ognuno una funzione del mouse, della tastiera o una macro. Per quanto riguarda la sensibilità, abbiamo quattro configurazioni a disposizione regolabili fino a un massimo di 4000 DPI. Possiamo passare velocemente da una all’altra grazie agli appositi tasti alla base della rotella, cambiando istantaneamente configurazione in base alle situazioni di gioco che ci troviamo ad affrontare. Stesso discorso per l’illuminazione, regolabile a piacere sia nei colori sia nell’intermittenza.
All’atto pratico, abbiamo provato il Recon con una svariata quantità di titoli di diverso genere, che vanno dagli sparatutto come Battlefield 4 (in beta) o Crysis 3, fino ai titoli Blizzard come Diablo III o StarCraft 2: Heart of the Swarm. Le impostazioni di base adottate sono di circa 2000 DPI di sensibilità con un polling rate di 1000 Hz che garantisce circa 1 ms di ritardo contro i 125 Hz/8ms solitamente presentati da dispositivi di fascia medio-bassa. Ogni movimento era quindi fluido e preciso, e anche alzando il DPI a diverse regolazioni non abbiamo riscontrato alcuna criticità. La personalizzazione tramite software funziona bene e la possibilità di passare al volo da una configurazione all’altra garantisce il massimo del risultato in ogni situazione. I quattro profili rendono il mouse adatto ad ogni tipologia di gioco e permettono di passare da un rts a uno sparatutto senza dover ogni volta mettere mano al software di regolazione.

La nostra prova del CM Storm Recon ci ha lasciati più che soddisfatti. La periferica è comoda e con delle caratteristiche davvero interessanti, nonostante il prezzo non sia eccessivo. La superficie in gomma assicura una presa salda anche per lunghe sessioni di gioco e la sua simmetricità ne fa un mouse perfetto anche per i mancini. Il software di accompagnamento è ottimo per personalizzarlo in ogni dettaglio, mettendo a disposizione quattro configurazioni selezionabili al volo con l'apposito tasto. Un prodotto da tenere sicuramente in considerazione.

0 COMMENTI